Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Giovedì 19 Gennaio 2017 - Ore 13:52


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
ISEO
Dario Balotta

Sebino, l'appello di Legambiente: va migliorata la rete fognaria

“Devono funzionare i depuratori, per migliorare l'acqua del lago va ammodernata la rete fognaria”. A dirlo è il responsabile di Legambiente Basso Sebino Dario Balotta con una nota, che torna sulla questione della pulizia delle acque del lago dopo l'evento di The Floating Piers.

ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

Finita la kermesse di Christo il lago d’Iseo si trova davanti a tutti i suoi problemi. C’è voluto un esposto alla procura della Repubblica di Legambiente della Francia Corta per far avviare le procedure di gara per il progetto di un nuovo depuratore in sostituzione dell’attuale, obsoleto e mal funzionante. AOB2 la società dei 25 Comuni bresciani e bergamaschi del Sebino che gestisce i reflui che si gettano nel fiume Oglio è la controllata pubblica di Cogeme. I comuni rivieraschi, in tutto quasi 90mila abitanti, in questi ultimi anni nonostante le gravi insufficienze dell’impianto hanno sottovalutato il problema. Fino al punto che puzze maleodoranti, acque inquinate e divieti di balneazione hanno raggiunto ogni limite di tollerabilià. Mentre i partiti locali e i loro rappresentanti dei comuni erano più interessati alle vicende interne e alla spartizione delle nomine, gli organismi decisionali sono rimasti paralizzati dalla fusione di Cogeme con A2A-Lgh - una pericolosa concentrazione su cui si pronuncerà l'Antitrust - che ha caratterizzato lo scontro tra di essi. Proprio ieri è stato silurato il presidente di Cogeme.

Le Utility dei servizi pubblici che gestiscono acqua, energia, rifiuti e depurazione anziché essere emanazione diretta degli interessi dei cittadini e dell’ambiente che lo circonda sono preda di società finanziarie. 90 mila consumatori hanno pagato in questi anni nelle loro bollette non solo l’acqua che consumavano ma anche la depurazione della stessa che non c’è stata. Sono cosi rimasti

danneggiati loro e il lago. Anche per il depuratore di Costa Volpi non le cose non vanno meglio dovendo gestire gli scarichi anche dellaValle Camonica praticamente priva di una moderna rete fognaria. Anche fogne e collettamento dei paesi del lago andrebbero ristrutturati per evitare che troppi scarichi civili ed industriali si riversino nel lago. Il lago è un malato grave che avrebbe bisogno di un ben diversa attenzione da parte degli amministratori locali. Le priorità all’ordine del giorno delle prossime riunioni collegiali dovrebbero essere la qualità ambientale, la balneabilità del lago, il paesaggio tra collina e lago, che va difeso da una cementificazione caotica di seconde case in particolare, e il recupero di aree dismesse in zone di grande pregio.



Fonte: Comunicato stampa dom 10 lug 2016, ore 11.43
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
partiti locali
(UTENTE NON REGISTRATO)
Mentre i partiti locali e i sindaci erano impegnati per la spartizione delle poltrone di Cogeme.....lunga vita alla lega che ha capito che grazie al voto di protesta dei celoduristi può dare degna occupazione ai suoi dirigenti di partito fregandosene dei problemi dei cittadini
dom 10 lug 2016, ore 11.59
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
13:38 considerazione
19 gen - Vai alla news »
Risponda ai cittadini che gli mandano segnalazioni ufficiali, non su facebook per farsi bello e rendersi simpatico, tipo papa francesco! Poi
13:38 Bottero
19 gen - Vai alla news »
Buongiorno posta elettronica: pretprot20@gmail.com offro prestiti che vanno dal 2000€ a 1.500.000€ a chiunque può rimborsare con inte
12:10 Come?
19 gen - Vai alla news »
Ma avete visto come è vivo il centro storico rispetto a qualche anno fa? Si può odiare la politica ma se un sindaco fa le cose giuste bisogn
10:50 considerazione
19 gen - Vai alla news »
Definirla scadente è ancora un complimento: assessori non all'altezza dei compiti assegnati, lontani dai cittadini, che arrogantemente non r
10:36 stradivarius
19 gen - Vai alla news »
Il pensiero ed il messaggio di Bragaglio sono chiari. Chiede in sostanza a Del Bono di essere quello che non è mai stato nè mai sarà: un pol
10:26 Poletti
19 gen - Vai alla news »
Ha ragione chi dice che Del Bono non è male ma la sua giunta è davvero scadente!
08:28 Perchè?
19 gen - Vai alla news »
Non capisco perché fa differenza per Brescia se si vota nel 2017 o nel 2018.
08:20 arridatece le p
19 gen - Vai alla news »
Troppo complicate le proporzioni professor Bragaglio arridatece le profezie che almeno anche se son sbagliate almeno son più chiare
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...