Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Sabato 03 Dicembre 2016 - Ore 16:35


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
LA CURIOSITA'
Doll Teraphy

Alla Rsa Pasotti Cottinelli gli anziani malati si curano con le bambole

Le persone anziane, soprattutto quando affrontano malattie neurodegenerative dalle gravi conseguenze fisiche e psicologiche come l’Alzheimer, spesso soffrono di depressione e apatia non riuscendo più a trovare stimoli significativi nel mondo che le circonda. Questo può avvenire anche nelle case di riposo dove, nonostante tutti gli sforzi profusi dal personale medico e infermieristico, l’anziano incontra difficoltà quotidiane non trascurabili.

La RSA Pasotti Cottinelli, da sempre attenta al benessere dei suoi ospiti, sta sperimentando con successo una terapia che, pur non essendo farmacologia, dimostra effetti benefici nella cura di queste condizioni: è la cosiddetta “terapia della bambola”. Non si tratta delle bambole che si comprano alle bambine nei negozi di giocattoli, bensì di oggetti adeguatamente studiati per scopi terapeutici, con un peso particolare, una precisa posizione delle braccia e delle gambe, tratti somatici e materiali specifici, creati apposta per il ruolo che devono svolgere.

L’interazione con queste bambole permette di esprimere emozioni e pensieri, aiuta a diminuire i disturbi del sonno, l’irritabilità, la depressione, stimola i processi di attenzione, il dialogo e la memoria, facilita il rilassamento. Chi avesse modo di osservare di persona una sessione di doll therapy rimarrebbe colpito dal modo in cui queste bambole portino serenità alla persona, la confortino e la facciano sentire, in qualche maniera, utile.

“Ovviamente non tutti ne hanno bisogno o non tutti hanno reazioni positive quando viene loro proposta” – spiega un’operatrice della casa di riposo di via Grazzine. “Durante il mese di giugno” –racconta – “è stata fatta una presentazione delle bambole terapeutiche ad un gruppo di ospiti e la risposta è stata molto diversa da persona a persona: qualcuno ne ha semplicemente apprezzato la qualità, qualcuno ne ha tratto stimolo per ricordare la nonna che faceva bambole bellissime, qualcuno l’ha abbracciata con commozione perché non aveva mai avuto una bambola in vita sua, c’è chi l’ha cullata con un grande sorriso sul viso e chi ha chiacchierato con lei per mezz’ora…”.

È tuttavia indubbio che, chi accetti di utilizzarla, ne tragga grandi benefici e un miglior benessere psicofisico. In quest´ottica vengono considerate di grande beneficio tutte le strategie che aiutano a contenere il ricorso a farmaci e che permettono di stimolare l´affettività e l´abilita cognitiva, riducendo i comportamenti patologici: la RSA già, da alcuni anni, fa ricorso anche alla pet therapy, prima grazie alla presenza di alcuni graziosi coniglietti nel bel giardino della villa e presto anche con alcune coppie di pappagalli che troveranno casa in una nuova e grande voliera.  



Fonte: Comunicato stampa mar 19 lug 2016, ore 10.04
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
15:53 a 15.17
03 dic - Vai alla news »
Si spera almeno che gli italiani se le paghino coi loro soldi. Mentre ai falsi profughi chi le paga le prostitute bianche tanto cantate dal
15:17 @???
03 dic - Vai alla news »
VEramente sono i puttanieri bianchi che cercano le prostitute di colore. Sono gli stessi che di giorno se la prendono con gli immigrati e d
13:29 SI
03 dic - Vai alla news »
Farà votare SI' a più persone.
13:27 @8.36
03 dic - Vai alla news »
Quante str....te!
13:26 ???
03 dic - Vai alla news »
Quanto spende l'Italia per dare la prostituta bianca di cui parla il Rapper BELLO FICO , ai clandestini falsi profughi? Tanto per sapere qu
13:21 BENE
03 dic - Vai alla news »
GRAZIE PER LA SIGNIFICATIVA INFORMAZIONE -Gia' si dovrebbe rifiutare sia l'asilo che la protezione sussidiaria o umanitaria in primis agli a
13:04 Ass
03 dic - Vai alla news »
che caso............
10:50 Parolino...
03 dic - Vai alla news »
Intervento realizzabile entro tre anni...o che verrà realizzato entro tre anni ?
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...