Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Mercoledì 07 Dicembre 2016 - Ore 13:29


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
LA POLEMICA
rom

Il comitato ambientalista contro la Loggia: no alle “squadrette antirom”

Critiche dalla Lega, critiche da sinistra. E' questo il risultato dello sgombero parziale del campo sinti di via Orzinuovi: chiesto dalla giunta Del Bono un anno fa e diventato effettivo (su decisione del Tavolo per la sicurezza e l'ordine pubblico) nei giorni scorsi. Dopo le accuse di inattività del Carroccio, infatti, arrivano quelle del Comitato contro le nocività che accusa la giunta di Palazzo Loggia di aver messo in campo “squadrette antirom come ai tempi della giunta Corsini”.

ECCO IL TESTO INTEGRALE


Il Comitato Spontaneo contro le Nocività, fin dalla sua nascita, ha avuto come obiettivo il contrasto alle nocività dell'ambiente e quindi ha combattuto con successo lotte che avrebbero portato ad ulteriori avvelenamenti del territorio: il caso più recente ed importante è stato lo stop definitivo alla discarica di amianto di via Brocchi a Brescia fra San Polo e Buffalora.

Altro importante obiettivo del Comitato è stata l'avversione verso ogni forma di nocività sociale, come risulta chiaramente dallo manifesto costitutivo, ove ne viene sancita la natura antirazzista e antifascista; è proprio per questa avversione a tutte le nocività sociali che non possiamo tacere contro l'ennesimo atto di prevaricazione e barbarie che è stato perpetrato martedì 26 luglio scorso.

È bene qui ricostruire in sintesi quanto è avvenuto quel giorno:

Alle 6 del mattino più di un centinaio di militari di diverse “forze dell'ordine” fra vigili comunali, carabinieri e polizia di stato sono entrati nel campo dei Sinti di via Orzinuovi a Brescia seguiti da ruspe ed in esecuzione ad una ordinanza del sindaco Emilio Del Bono hanno dato inizio all'abbattimento di una quindicina di capanni, strutture di appoggio alle roulotte del campo, necessarie per rendere più vivibile la quotidianità degli abitanti altrimenti costretti negli angusti spazi delle roulotte.

La tremenda imputazione che ha preceduto gli abbattimenti è stata quella di abuso edilizio, accusa ridicola se si pensa allo scempio del territorio sia nazionale che provinciale operato per fini esclusivamente speculativi e se si considera che, invece, gli “abusi edilizi” imputati ai Sinti sono la risposta alla esigenza di una vita minimamente dignitosa.

Il campo è stato completamente blindato con divieto di accesso o di uscita a chiunque, nemmeno la stampa ha potuto esercitare il diritto di cronaca, i fotografi sono stati tenuti fuori dal recinto e volontari e solidali sono stati bloccati “per evitare che corressero pericoli”.

Alcuni abitanti del campo risultano inoltre indagati proprio per la costruzione di queste strutture mentre, secondo testimonianze dei Sinti presenti, un altro residente, è stato maltrattato, ammanettato e portato via dopo aver protestato vibratamente contro l’azione della Polizia Locale.

L'intervento ha gettato nel panico gli abitanti del campo, panico accompagnato dalla rabbia per l'incomprensione di tanto accanimento.

La gravità degli accadimenti del 26 luglio è accentuata dal fatto che l'operazione ha avuto l'approvazione e l'appoggio organizzativo del Comitato provinciale per l’ordine e la sicurezza - il comitato cui sono demandate le competenze in materia di antiterrorismo.

Quanto avvenuto martedì ci rimanda ai tempi bui delle giunte di Rolfi-Paroli e di Corsini, quando fu tolta la corrente all'intero campo per indurre una famiglia ad andarsene con il conseguente decesso di un bambino che fino ad allora era sopravvissuto grazie all’applicazione di una macchina elettrica; quando venivano abbattute integralmente le abitazioni di famiglie non considerate degne di abitare nei campi; quando zelanti guardie comunali, forse sicure di interpretare il pensiero della giunta, prelevavano giovani mendicanti minorenni e li portavano o in cima al monte Maddalena o in aperta campagna in aree sconosciute e lì li abbandonavano con intenti pedagogici.

Ai tempi delle giunte di Rolfi e Corsini operavano delle squadre specializzate in materia di Rom e Sinti, le famigerate “squadrette antirom”; sembra proprio di essere ritornati a quei tempi, ma forse le squadrette non sono mai state sciolte e non c'è mai stata discontinuità rispetto al passato.

Del resto la giunta attuale non è nuova a certe scelte opportunistiche, anche in campo internazionale.

Questa è oggi Brescia, che nei depliants turistici si presenta come “antica città ospitale della Lombardia”.



Fonte: Comunicato stampa lun 01 ago 2016, ore 11.10
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
si
(UTENTE NON REGISTRATO)
Semplicemente patetici.
lun 01 ago 2016, ore 16.30
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
12:41 aria
07 dic - Vai alla news »
aria acqua terra malati cittadini anche malati brescia e provincia
12:20 De Sita
07 dic - Vai alla news »
PRESTITO FACILE PER TUTTI IN FESTA ( finance.europa12@gma il.com ) IN 24 ORE Acces sibile Prestito a tutti 24 ore Sono uno associare in mo
12:18 De Sita
07 dic - Vai alla news »
PRESTITO FACILE PER TUTTI IN FESTA ( finance.europa12@gma il.com ) IN 24 ORE Acces sibile Prestito a tutti 24 ore Sono uno associare in mo
12:14 De Sita
07 dic - Vai alla news »
PRESTITO FACILE PER TUTTI IN FESTA ( finance.europa12@gma il.com ) IN 24 ORE Acces sibile Prestito a tutti 24 ore Sono uno as
12:12 @NONNA
07 dic - Vai alla news »
Sa cosa significa "PAURA DEL DIVERSO"? Nientemeno che "XENOFOBIA": Per xenofobia, letteralmente "paura dello straniero", si intende un atteg
12:09 considerazione
07 dic - Vai alla news »
I nodi da sciogliere, da decenni, sono sempre gli stessi: lavoro, pensioni, immigrazione, europa, debito pubblico, fisco, eliminazione sprec
11:17 MALATI MENTE?
07 dic - Vai alla news »
Ma che bella scusa quella di dare dei malati di mente a chi mette in evidenza la realtà. Davvero una bel modo di agire!!! Fortuna che con un
10:53 a 10.32
07 dic - Vai alla news »
Anzi la Dottoressa Parsi ha anche detto che non solo è giustificata la paura, ma anche la paura del diverso. Ed è giustificatissimo che sian
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...