Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Venerdì 09 Dicembre 2016 - Ore 14:30


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
CITTA'
Polizia

Polizia, pusher e clandestini nel mirino. Espulso il marocchino che aveva tentato di stuprare una giovane

Proseguono i servizi di Controllo del Territorio disposti dal Questore per prevenire furti nelle abitazioni ed altri reati. L'azione delle pattuglie è stata indirizzata in particolare verso alcuni dei "punti sensibili" della città, segnalati dai residenti per problematiche di ordine e sicurezza pubblica, in una consolidata e moderna ottica operativa di "Territorio sotto controllo".

Nell'occasione mirati passaggi e soste sono stati effettuati nel centro storico bresciano, con servizi specifici nella zona della Stazione Ferroviaria - piazzale antistante la stazione e via Togni, piazza della Repubblica, via dei Mille, via Lattanzio Gambara, via Foppa, via F.lli Folonari e via Solferino - e nella zona Carmine.

L’attività di polizia ha interessato esercizi pubblici e complessi abitativi, oggetto di presenza di persone sospette e attività verosimilmente illecite. Sono state controllate 510 persone indagate 6 persone per reati di spaccio di sostanze stupefacenti o per posizione di irregolarità sul Territorio Nazionale. Inoltre, sono stati controllati 9 esercizi commerciali di cui 3 hanno subito delle sanzioni amministrative per un ammontare di 6.400€.

Per quanto concerne i controlli sui clandestini, durante l’ultima settimana sono stati individuati ed espulsi 20 stranieri altamente pericolosi. Tra questi si segnala un cittadino di origine marocchine, D.H. classe 1982, coniugato e padre di due minori che, la scorsa settimana, ha tentato di violentare una giovane ragazza italiana, aggredendola all’interno del giardino di casa, non riuscendo nell’intento grazie alla pronta reazione della vittima e al tempestivo intervento delle forze dell’ordine. Arrestato, ma subito scarcerato, l’uomo è stato immediatamente espulso anche a causa dei trascorsi criminali in materia di stupefacenti.

Stessa sorte è stata per un cittadino albanese, N. T. classe 1973, da tempo residente in zona Carmine. Coniugato e padre di una minore italiana, ha perso la responsabilità genitoriale a causa dell’indole violenta e pericolosa, e perché avvezzo alle risse e alle aggressioni.

Da ultimo un altro cittadino albanese, D.B., pluripregiudicato per reati in materia di sostanze stupefacenti e già gravato da diverse espulsioni. E’ tornato in Italia ma subito accompagnato in frontiera dopo aver contratto un fittizio matrimonio con una cittadina italiana. Le indagini avviate hanno mostrato che non ha mai convissuto con la moglie italiana, sposata quando era in Albania. Ha cercato di giustificarsi dicendo al giudice “che non conviveva perché aveva litigato con la moglie, come succede normalmente”. Il Giudice non gli ha creduto e per lui non c’è stato scampo, è tornato in patria la scorsa notte.   



Fonte: Comunicato stampa sab 06 ago 2016, ore 10.40
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
@comment
(UTENTE NON REGISTRATO)
Concordo con l'autore ... forse ti sfugge che il no comment si usa anche come evidente alternativa a "ne abbiamo veramente pieni i c...estini"
dom 07 ago 2016, ore 09.06
Immagine profilo
ASSURDO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Si spera siano stati espulsi veramente accompagnandoli o su un aereo o al Consolato o Ambasciata di provenienza come prevede il testo unico sull'immigrazione e non come nel caso El Dridi al quale pare sia stato dato ordine di lasciare l'Italia nel 2004 e nel 2010 era ancora in Italia da perfetto clandestino e da perfetto clandestino circolava nelle varie Regioni d'Italia. Questa libertà di lasciare un Paese a proprio piacere entro un termine da 7 a 30 giorni che si lascia ai clandestini è il vero colabrodo della nostra sicurezza, che è inaccettabile dal momento che la clandestinità offende valori di rango costituzionale come la sicurezza, sanità ordine pubblico ecc. meritevoli di essere tutelati (sentenza 250/2010 Corte Costituzionale). Quindi la libertà che si lascia ai clandestini discrimina e contrasta coi nostri diritti costituzionali meritevoli di essere tutelati e che in tal modo tutelati non sono per nulla.
dom 07 ago 2016, ore 06.11
Immagine profilo
Comment
(UTENTE NON REGISTRATO)
Che senso ha commentare scrivendo no comment? Se non vuoi commentare tanto vale non scrivere niente.
sab 06 ago 2016, ore 20.13
Immagine profilo
NO COMMENT
(UTENTE NON REGISTRATO)
NO COMMENT
sab 06 ago 2016, ore 19.46
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
13:52 @1030
09 dic - Vai alla news »
Guarda che non sono mica criminali, sono persone che cercano una speranza. E' molto più pericoloso chi, come te, sparge paure ed odio, cont
13:46 a 12.51
09 dic - Vai alla news »
Fino al 1995 tutti avevano il retributivo. Di sbagliato e in dubbio di costituzionalità è che con legge 335/1995 hanno inserito il contribut
12:51 @5 stelle
09 dic - Vai alla news »
Meno male che ai genitori hanno lasciato una parte di retributivo. Cosi almeno riescono ancora ad aiutare i propri figli disoccupati. Altrim
12:27 5 STELLE
09 dic - Vai alla news »
Cosi' come alla Corte Costituzionale hanno portato la legge Madia non si capisce attraverso quale strada. ebbene si dovrebbe seguire la stes
12:09 Sandro
09 dic - Vai alla news »
Anche nel movimento 5 stelle c'è bisogno, se non proprio di rifondarlo, almeno di chiarezza e coerenza. In senso generale penso che la Web-d
11:07 beppe
09 dic - Vai alla news »
Finalmente arriveranno i grillini salvatori della patria. Speriamo ci sia solo da ridere.
10:30 CIE?
09 dic - Vai alla news »
Se è stato indicato come centro di identificazione ed espulsione, allora da quel centro non devono proprio uscire per strada e tra la gente
10:24 VITALIZI?
09 dic - Vai alla news »
aDESSO STANNO DICENDO IN tv CHE STANNO TERGIVERSANDO SULLE ELEZIONI PERCHè QUALCHE DEPUTATO SE NON SI ARRIVERà A SETTEMBRE NON MATURERà IL
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...