Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



11 Dicembre 2016 - Ore 14:43


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL CALENDARIO
Unioni

Unioni civili, il primo sì l'11 agosto a Odolo. Mentre Brescia aspetta ancora

La prima unione tra persone dello stesso sesso, nel Bresciano, verrà celebrata a Odolo tra pochi giorni. L''11 agosto il sindaco di centrodestra Fausto Cassetti - come riferisce il Corsera - unirà due 40enni del posto e, se mancano ancora i registri ufficiali, “useremo quelli provvisori e metterò la fascia tricolore: la legge prevede espressamente che il sindaco sia vestito in forma ufficiale”. Un chiaro riferimento polemico a chi in Loggia aveva spiegato che attualmente la legge prevede che la cerimonia si svolga senza fascia.

La seconda celebrazione si svolgerà quindi a Bovezzo tra due donne il 17 agosto, poi toccherà a Braone dove il sindaco Gabriele Prandini spiega che ci sono in calendario due unioni e altre quattro si aggiungeranno presto. A seguire toccherà a Rezzato, mentre a inizio settembre sono previste unioni civili a Moniga, Nave e Montichiari. In città, invece, le richieste sono 23, ma il regolamento delle unioni civili verrà portato in giunta solo il 22 agosto.



Fonte: Redazione lun 08 ago 2016, ore 10.34
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
@1257
(UTENTE NON REGISTRATO)
Due persone che si amano possono farlo, condividere la vita e sposarsi anche indipendentemente dalla loro capacità procreativa. O no?
mer 10 ago 2016, ore 15.23
Immagine profilo
@Mah
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sbrodolate, caro. Se a monte non avessi avuto un maschio e una femmina per genitori (si?no?)non saresti qui a raccontar miiiinghiate. Altro che razzisti, omofobi e isterie varie. Valà.
mer 10 ago 2016, ore 12.57
Immagine profilo
Chris
(UTENTE NON REGISTRATO)
È stata la destra cattolica a chiedere che la fedeltà non rientrasse tra i doveri delle unioni civili per evitare che fosse equiparata alla famiglia tradizionale.Prendet evela dunque con i vostri rappresentanti che, evidentemente, hanno le idee molto confuse.Se poi la fedeltà è un dovere troppo arduo da rispettare nessuno obbliga nessuno a sposarsi, e ormai infatti la maggior parte delle persone sceglie la strada della convivenza, anche se il motivo è più economico che altro, ma nessuno si preoccupa di questo, e cioè della mancanza di una politica di sostegno economico a favore delle famiglie con prole. Quindi, basta con le bandiere e le chiacchiere, o si rischia di ess stucchevoli: riconoscere dei diritti a chi prima non li aveva non toglie nulla agli altri, è un livore senza senso. A meno che non si voglia andare sulla psicologia spicciola...
mer 10 ago 2016, ore 10.20
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non mi sembra giusta nè costituzionale una legge che concede piu' diritti alle unioni civili che a quelle fondate sul matrimonio. In quella fondata sul matrimonio esistono diritti ma anche doveri come quello della fedeltà che se violato puo' essere motivo di divorzio. Nelle unioni civile al contrario esistono solo diritti ma non questo dovere di fedeltà. E già questo è una discriminazione. Per non parlare poi della reversibilità della pensione che sarà motivo di truffa che illuminerà le menti dei tanti furbi del mondo. Se fossi un Sindaco prima vorrei essere certo che una legge rispetti la costituzione e l'uguaglianza prima di metterla in pratica per non essere poi accusato di discriminazioni
mer 10 ago 2016, ore 07.57
Immagine profilo
Emilio Cremona
(UTENTE NON REGISTRATO)
Che schifo di civiltà che si sta creando
mar 09 ago 2016, ore 16.46
Immagine profilo
Uomo
(UTENTE NON REGISTRATO)
Uomo con donna. donna con uomo. tutto il resto è nulla
mar 09 ago 2016, ore 13.22
Immagine profilo
@10,15
(UTENTE NON REGISTRATO)
hahahahaha....rido a crepapelle , ora ti pronunci pure al plurale , parli di confronto...hahahaha , ma rileggiti quello che hai scritto e stendi un velo pietoso sul tuo pretendere o depositario del nulla assoluto e di quell' insieme di frasi scopiazzate qua e la...si te stesso ----assclloò ! hahahahahahaha scornacchiato !
mar 09 ago 2016, ore 12.08
Immagine profilo
max73
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quando citate il cristianesimo criticando pensate che se foste in un paese islamico voi ..... sapete cosa vi farebbero? Altro che diritti belli miei quindi state tranquilli qua che è meglio x voi
mar 09 ago 2016, ore 11.48
Immagine profilo
max73
(UTENTE NON REGISTRATO)
Voi sibistroidi siete troppo avanti. Preferisco andare alla vecchia come natura comanda. Invece x insegnanti dal sud al nord concordo con te. Meglio stare vicino a casa se possibile ma penso che non tutti potranno farlo perché gli insegnanti in graduatoria del sud sono tantissimi
mar 09 ago 2016, ore 11.46
Immagine profilo
Mah...
(UTENTE NON REGISTRATO)
Eccoli qua, i paladini a corrente alternata della famiglia: capacità di comprensione e di confronto pari ad un criceto ubriaco. Invece di rispondere nel merito, punti sul vivo, partono con fantasiose ipotesi sulla scarsa attività sessuale dell'interlocutore, sulla sua famiglia e sulla sua psiche. La metto giù facile: se è vero che per voi la "famiglia tradizionale" è importante perché non lottate contro i fattori che veramente la danneggiano? I trasferimenti "forzati" degli insegnanti alla ribalta in questi giorni sono uno di questi (genitori che devono trasferirsi a centinaia di chilometri dai figli e spendere cifre notevoli sottratte al benessere famigliare, ecco cosa c'entrano), ma lo sono anche la mancanza di servizi accessibili quali gli asili nido, gli orari di lavoro impossibili che impegnano anche nei giorni festivi, il lavoro precario che impedisce di programmare il futuro, i salari bassi che impediscono di mantenere una famiglia numerosa e molti altri. Ma voi no, non ci arrivate (o fate finta) e scaricate il vostro odio, la vostra frustrazione, il vostro disprezzo su una legge che cerca di dare diritti a chi non aveva, senza togliere nulla a nessuno. In realtà, lo ribadisco, della famiglia non vi importa nulla. Oppure avete seri problemi di comprendonio.
mar 09 ago 2016, ore 10.15
Immagine profilo
@9,21
(UTENTE NON REGISTRATO)
visto che blateri , prendi la bandierina e le nacchere ed inizia tu la manifestazione che sei bravo ...la falsa bandiera di cui parli resta uno dei fondamenti principali dell' umanità , quella famiglia composta da un padre uomo e da una madre donna , le altre sono tutte esclusivamente pessimi egoismi fini a se stessi e per quelli che la vogliono reclamare tale , persino nel mondo animale non esiste nulla di simile e tu strilli come una acida zitella che non ciu...la da quando è nata. scop.....a di più e vedrai che sarai meno infelice ! ciao profeta
mar 09 ago 2016, ore 09.53
Immagine profilo
Dura lex sed le
(UTENTE NON REGISTRATO)
Legge approvata dal Parlamento in una democrazia elettiva. Finisce qui, dal momento che i cittadini sono di conseguenza chiamati a rispettare tale legge ed i Comuni a darne attuabilità in Regolamenti specifici. Ognuno, in tema, ha poi una propria opinione o il riferimento ad una religione. Stop.
mar 09 ago 2016, ore 09.47
Immagine profilo
@mah 9,21
(UTENTE NON REGISTRATO)
già il tuo nick " mah " dice tutto ...che cosa centrano gli insegnanti adesso ? ti scagli contro i difensori della famiglia perchè al contario di te , noi abbiamo avuto una " famiglia " con la F maiuscola e sulla quale riversi il tuo innato astio e livore perchè a te è mancata probabilmente ! se non fosse , se fosse ...cialtronate senza capo ne coda , invece di inveire contro questo e quello , vai dallo piscanalista e cerca di guarire la tua percezione violenta di qualunque cosa che non sia LA TUA DI STUPIDA VERITA' !!
mar 09 ago 2016, ore 09.40
Immagine profilo
Mah...
(UTENTE NON REGISTRATO)
Questi "difensori della famiglia tradizionale" mi danno sempre più l'impressione di essere solo degli ipocriti che, dietro ad una falsa bandiera, portano avanti solo volontà di discriminazione, ignoranza e radicalismo ultracattolico da quattro soldi. Se non fosse così, in questi giorni li vedremmo lottare a fianco dei tantissimi insegnanti che si vedono costretti a trasferirsi in città lontanissime dai loro luoghi d'origine ed abbandonare le loro famiglie per poter fare il loro lavoro; invece no, su questo i fanatici dei "Family Day" tacciono, non fanno manifestazioni, non istituiscono telefoni verdi, niente.
mar 09 ago 2016, ore 09.21
Immagine profilo
@tre
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il tuo commento, invece, è di alto livello e ben argomentato. Complimenti: tu ci indichi la strada per il futuro.
mar 09 ago 2016, ore 08.20
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Cosa ci dobbiamo aspettare ora anche la poligamia per soli uomini come prevede il Corano che possono avere fino a 4 mogli, ma le mogli non possono avere 4 mariti??? Perchè i Sindaci prima di rispettare questa legge non la portano alla Corte Costituzionale per verificare privilegi e discriminazioni e rispondenza alla Costituzione???
mar 09 ago 2016, ore 07.33
Immagine profilo
!!??
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma questa legge sulle Unioni Civili siamo sicuri che sia costituzionale?? Visto che parifica queste unioni al matrimonio per quanto riguarda i diritti ma non per quanto riguarda i doveri siamo sicuri non sia discriminatoria verso la famiglia tradizionale fondata sul matrimonio che ha diritti ma anche doveri???!!!!
mar 09 ago 2016, ore 07.28
Immagine profilo
surrogato
(UTENTE NON REGISTRATO)
ma chi se ne frega delle celebrazioni e delle loro unioni , se questo è il problema dell' italia siamo messi molto molto male ! non la penso come te ? dai, insultami visto che l'arroganza è la norma , non mi schiero con la famiglia allargata tanto meno con il suo surrogato ibrido .
mar 09 ago 2016, ore 07.04
Immagine profilo
sinceramente
(UTENTE NON REGISTRATO)
non me ne frega nulla ... vorrei che la stessa attenzione i nostri amici della leopolda la mettessero a purgare i pseudo-banchieri
mar 09 ago 2016, ore 06.28
Immagine profilo
@tino
(UTENTE NON REGISTRATO)
Come fai ad essere italiano se prima non sei un vero uomo, capace di rispettare gli altri? Sei un insicuro, quindi aggressivo.
lun 08 ago 2016, ore 22.53
Immagine profilo
bene
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ora siamo più civili. Un altro passo avanti verso il rispetto per ogni forma di amore, contro l'odio, che come si può vedere nei commenti, ancora c'é.
lun 08 ago 2016, ore 22.52
Immagine profilo
tino
(UTENTE NON REGISTRATO)
SÌ NOI SIAMO ITALIANI E TU INVECE CHI O FORSE COSA SEI?
lun 08 ago 2016, ore 22.03
Immagine profilo
tre
(UTENTE NON REGISTRATO)
3 penosi commenti che descrivono il livello dell'italiano medio: non andate oltre i rutti e le scoregge dei cinepanettoni.
lun 08 ago 2016, ore 20.47
Immagine profilo
max73
(UTENTE NON REGISTRATO)
Che bella notizia. Auguri e figli maschi. Ora si che il nostro paese può brindare. Io però preferisco la ....
lun 08 ago 2016, ore 17.47
Immagine profilo
Silvia S.
(UTENTE NON REGISTRATO)
Meno male che Brescia! Ma una cosa che non capisco io: ma i gay non erano quelli contro la famiglia? O almeno fino a qualche anno fa ridevano delle famigliuole normali! Possibile che adesso gli sia venuta tutta questa voglia di sposarsi e si sposano ormai solo loro? Ehhhh per fortuna che io sono una ignorante e me ne vanto!
lun 08 ago 2016, ore 17.12
Immagine profilo
Davvero?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Che alacrità! complimenti! O no?
lun 08 ago 2016, ore 16.18
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
14:27 giusi.mutti@ali
11 dic - Vai alla news »
come fare x acqistare chiaretto garda classico????
14:25 giusi
11 dic - Vai alla news »
come fare x acqistare chiaretto garda classico????
13:51 legacialtrona
11 dic - Vai alla news »
Maroni Salvini Rolfi & c. Subito in fonderia per manifesta incapacita'. Dopo averci restituito tutto il maltolto. VIA!
11:53 veritas
11 dic - Vai alla news »
Premesso che non tutto era condivisibile ma a quando la primissima riforma ? Devolution No l'ultima No campa cavallo che l'erba cr
11:51 veritas
11 dic - Vai alla news »
Chissà quando si arriverà alla legalizzazione certamente squallida ma meno di ciò che succede oggi
11:39 veritas
11 dic - Vai alla news »
Che tristezza sono passati più di 20 anni da quando Bossi accompagnato da Maroni arrivarono con un disegno politico condivisibile cop
10:59 autonomia?
11 dic - Vai alla news »
Ottima mossa di Maroni per far perdere voti a Salvini al sud.
10:06 stradivarius
11 dic - Vai alla news »
Un testo, quello dell'Onorevole tansfuga, fatto solo di ovviomi ma dettato in realtà solo dall'ansia di riposizionarsi rapidamente sul front
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...