Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Venerdì 02 Dicembre 2016 - Ore 20:57


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
DESENZANO
Polizia

Polizia, controlli straordinari nelle zone più turistiche del lago. Tre le persone arrestate

Controlli straordinari della Polizia nella zona del Basso Garda, dove in questo periodo si registra un notevole afflusso di turisti soprattutto stranieri. Sotto osservazione i luoghi più sensibili come stazioni ferroviarie, porti, musei, parcheggi, adiacenze di complessi alberghieri, locali pubblici etc al fine contrastare fenomeni criminosi diffusi quali gli scippi, i furti in appartamento e i borseggi.

L’attività del comissariato di Desenzano - guidato dal vicequestore aggiunto Bruno Pagani - ha portato a identificare 204 persone (con nove posti di blocco) e due esercizi pubblici, con l'arresto di tre persone.

In particolare un 29enne originario di Bolzano e dimorante a Berlino, in vacanza sul lago, è stato portato a Canton Mombello perché a suo carico esisteva un provvedimento di cattura emesso nell’aprile del 2015 dal Tribunale di Bolzano per espiare la pena di 8 di reclusione per reati contro la persona. Anche un albanese di 41 anni è stato arrestato in quanto, dopo essere stato espulso per 5 anni dal territorio nazionale nel 2013, è tornato illegalmente in Italia. L'uomo aveva numerosi precedenti penali in materia soprattutto di sostanze stupefacenti ed è stato condannato a otto mesi di reclusione. Stessa sorte per un suo connazionale 24enne espulso nell'aprile del 2016 e fermato fuori da un locale.

Indagati per furto ed espulsi, invece, tre cittadini rumeni con numerosi precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, sorpresi con merce rubata da un supermercato ubicato alla periferia di Desenzano.



Fonte: Comunicato stampa gio 11 ago 2016, ore 16.30
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
assassini
(UTENTE NON REGISTRATO)
ci vorranno due secoli per rispedire a casa i clandestini , intanto l' italiota piddina fa festa e ci magna sopra con le loro cooperative e i nostri soldi ! mi auguro che gli italiani si sveglino , preferisco un vero regime che dia uno stop definitivo a questi intrusi , piuttosto che un governo che sotto mentite spoglie è di fatto ugualmente un regime che non fa assolutamente nulla , anzi ha permesso e permette una invasione senza limiti di soggetti che poi si scopre non aver alcun diritto all'asilo e che imperterrita continua a raccogliere anche in acque libiche ! assassini dell' italia e degli italiani , ce ne ricorderemo alle prossime elezioni.
ven 12 ago 2016, ore 10.35
Immagine profilo
ASSURDO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ormai è chiaro che il vero colabrodo dell'espulsione è la libertà che si lascia a queste persone di lasciare il Paese entro 30 giorni e non li si accompagna nè sull'aereo nè alle Ambasciate o Consolati di riferimento che ci pensino loro a rimpatriarli in sicurezza e che sarebbe per noi anche meno dispendioso. Invece no , li si lascia liberi di rimpatriare entro 30 giorni, e come ormai è chiaro anche al gatto nessuno lascia l'Italia autonomamente, il che è davvero discriminatorio perchè si fa prevalere un loro diritto non costituzionale ad un nostro diritto di rango costituzionale che è la sicurezza e che la clandestinità offende e calpesta.
ven 12 ago 2016, ore 07.33
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
20:41 bepi
02 dic - Vai alla news »
Invece di prendersi i calci andava lasciato sfogare (senza coltelli) da solo nella stanza......mica si sarebbe ucciso...si stancava il furbo
20:36 RAPPER
02 dic - Vai alla news »
Fantastico il rapper di colore che ieri sera a Dalla Vostra Parte ha praticamente evidenziato tutti i benefici di cui godono i profughi o fa
20:02 maria kollo
02 dic - Vai alla news »
Avete bisogno di un prestito facile e veloce? Offriamo sia prestiti personali e di business a ogni persona interessata o di aziende che vann
19:49 io
02 dic - Vai alla news »
Si certo stava lavorando per portare a casa uno stipendio! Ma va......non vado oltre ma ne avrei da dire....
19:47 a 11.34
02 dic - Vai alla news »
A che titolo S: Egidio ci porta musulmani che sono al sicuro in Libanio, vista l'invasione che stiamo subendo e che potrebbero trovare asilo
19:36 EVASORI?
02 dic - Vai alla news »
Che la Guardia di Finanza trovi gli evasori è nei suoi compiti, dato che per scoprirli ci vogliono le prove. Ma che chi arriva clandestiname
18:02 @@CORSI 21,11
02 dic - Vai alla news »
grazie per la spiegazione dettagliata, ma non dovresti prendere tutto alla lettera: erano semplicemente modi dire per invitare, in maniera s
17:43 ladridimacchine
02 dic - Vai alla news »
Questi bastardi dell'Est hanno cercato di rubarmi l'auto in un parcheggio a pagamento a Milano rompendo il blocchetto di accensione e asport
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...