Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Venerdì 09 Dicembre 2016 - Ore 12:34


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
LA LETTERA
LETTERA

Lavorare a Castel Mella, il mio colloquio col sindaco senza un colloquio

Cara BsNews,

disoccupata da qualche mese e un po’ scoraggiata dal lavoro nel settore privato, ho deciso qualche settimana fa di mettermi alla ricerca di un qualche bando di concorso nel settore pubblico. Mi è apparso così, come piovuto dal cielo, un bando per un posto al comune di Castel Mella: “Avviso di selezione pubblica per il conferimento di un incarico di collaborazione nell'ufficio di staff del Sindaco”.

Così si leggeva sul bando per quanto riguarda la procedura di selezione: "Il Sindaco, previa valutazione dei curricula presentati e colloquio individuale, provvederà a individuare il candidato ritenuto maggiormente adeguato in considerazione delle caratteristiche, anche fiduciarie, dell’incarico da attribuire. In data 09.08.2016 a partire dalle ore 10,00 presso l’ufficio del Sindaco si svolgeranno i colloqui individuali".

Tra i requisiti richiesti il solo diploma di scuola media o diploma di qualificazione almeno biennale. Un'asticella decisamente bassa, tanto più per me che ho in tasca una laurea. Ho deciso così di partecipare. Qualche giorno prima della selezione, però, sono stata contattata da un addetto del Comune che mi ha informato del fatto che i colloqui sarebbero stati spostati a mercoledì 10. La mattina di mercoledì 10, quindi, sono stata nuovamente ricontattata e mi hanno informato che i colloqui conoscitivi avevano subìto ancora una variazione di orario nel pomeriggio, ma che sarei comunque potuta andare in mattinata. Ho spostato gli impegni presi, e sono partita per Castel Mella.

Arrivata al municipio, dopo qualche passaggio burocratico e firma del registro di presenza, sono stata subito accompagnata nella sala della Giunta per effettuare il colloquio con il sindaco. Il primo cittadino, non appena entrata, mi ha informata del fatto che ero stata convocata semplicemente per comunicarmi che avevano già trovato un candidato adatto e che comunque avrebbero tenuto in considerazione i curricula arrivati per eventuali posti disponibili. Il colloquio, per così dire, era già finito.

Qualche dubbio però mi è rimasto e vorrei portarlo a conoscenza anche dei vostri lettori. Capisco bene che, nell'ambito dell'assegnazione di un incarico fiduciario, il sindaco possa scegliere la persona che più lo aggrada entro i termini di legge, ma mi domando: anche nel caso di un "amore a prima vista" per qualche candidato non era forse opportuno – come era scritto nero su bianco nel bando – sentire comunque tutti i candidati prima di decidere? I colloqui non dovevano essere fatti tutti nello stesso giorno? E nel caso fosse già stato tutto deciso, non valeva la pena almeno di anticiparlo al telefono evitandomi di perdere tempo e soldi? Aspetto che qualcuno risolva i miei dubbi.

Lettera firmata

 

LA REPLICA DEL COMUNE: BANDO REVOCATO PER RISPARMIARE http://www.bsnews.it/notizia/46454 

 

COMMENTI CHIUSI A CAUSA DELLE RIPETUTE VIOLAZIONI DEL REGOLAMENTO DEL SITO: ricordiamo agli utenti che - COME DA REGOLAMENTO -non si aprono dibattiti pubblici sulle cancellazioni (e che dunque eventuali commenti fuori tema sono sistematicamente cancellati), e che non saranno tollerati comportamenti molesti nei confronti degli altri utenti o del sito. Chiunque fosse interessato ad avere spiegazioni può scrivere una mail a info@bsnews.it allegando fotocopia del proprio documento di identità, grazie



Fonte: Redazione ven 12 ago 2016, ore 17.44
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
12:27 5 STELLE
09 dic - Vai alla news »
Cosi' come alla Corte Costituzionale hanno portato la legge Madia non si capisce attraverso quale strada. ebbene si dovrebbe seguire la stes
12:09 Sandro
09 dic - Vai alla news »
Anche nel movimento 5 stelle c'è bisogno, se non proprio di rifondarlo, almeno di chiarezza e coerenza. In senso generale penso che la Web-d
11:07 beppe
09 dic - Vai alla news »
Finalmente arriveranno i grillini salvatori della patria. Speriamo ci sia solo da ridere.
10:30 CIE?
09 dic - Vai alla news »
Se è stato indicato come centro di identificazione ed espulsione, allora da quel centro non devono proprio uscire per strada e tra la gente
10:24 VITALIZI?
09 dic - Vai alla news »
aDESSO STANNO DICENDO IN tv CHE STANNO TERGIVERSANDO SULLE ELEZIONI PERCHè QUALCHE DEPUTATO SE NON SI ARRIVERà A SETTEMBRE NON MATURERà IL
09:47 @mvb
09 dic - Vai alla news »
LE MERAVIGLIE BERLUSCONLEGHISTE - TERZA PUNTATA: 15) sostanzioso taglio dei fondi alle forze d’ordine (mancava persino la benzina per le vol
09:38 Dove sono i dir
09 dic - Vai alla news »
Capisco tutto, ma la gente che deve lavorare cosa fa? Si deve comprare un auto nuova? O mette una tenda in ufficio?
09:16 Censis 2016
09 dic - Vai alla news »
Migliaia di sottoprecari e sottopagati che sopravvivono con lavoretti saltuari. Il tutto, come si legge nell'ultimo rapporto annuale Censis,
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...