Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Sabato 10 Dicembre 2016 - Ore 05:59


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
ECONOMIA E POLITICA
OMb

I grillini alla Loggia: Omb è da mettere in liquidazione

Omb è da liquidare, non da inglobare in Brescia Mobilità. A dirlo sono i rappresentanti bresciani del Movimento 5 Stelle con una nota che ripercorre la storia dell'azienda inglobata dalla Loggia nel 2009, accusando la giunta Paroli di aver messo in atto un'operazione fallimentare e la successiva giunta Del Bono di aver temporeggiato troppo sulla vicenda.

ECCO IL TESTO INTEGRALE

L'articolo sul Giornale di Brescia del 25 agosto 2016 ci riporta alla luce il buco (finora) di circa 26 milioni di Euro generato dall'acquisizione di OMB, avvenuta nel 2009, da parte dell' amministrazione Paroli con l'avvallo, a dire dell'ex sindaco, di importanti esponenti del PD locale (cosa che peraltro non stupisce affatto stante il consociativismo soffocante che domina da decenni in città).

Ad aggravare la situazione, il fatto che la nuova amministrazione Del Bono abbia fatto trascorrere troppo tempo prima di trovare una soluzione adeguata, contando in un risanamento che non è mai arrivato e sperando di non rendere chiaramente pubblico il danno che l'operazione avrebbe causato alla finanze del Comune (e quindi ai cittadini).

Questo tergiversare ha causato ulteriori esborsi e quindi un ulteriore aggravamento delle perdite per il Comune, che sono finora stimabili in circa 26 milioni di Euro; ma non è finita qui.

Brescia Mobilità (che controlla OMB International), dopo la vendita di OMB Technology al gruppo Busi, detiene ancora crediti e quote verso OMB International per circa 11 milioni di Euro; tali importi sono a rischio in quanto la possibilità di OMB International di rimborsarli dipenderà dalla sua capacità di farsi, a sua volta, rimborsare crediti verso propri clienti di dubbia esigibilità. Per questo motivo, il danno economico potenziale dell'operazione per il Comune potrebbe raggiungere i 37 milioni di Euro. Riassumendo, ad oggi il Comune ha sborsato oltre 47,4 milioni di Euro, ottenendo in cambio immobili per 10,4 milioni di Euro; le perdite già accertate sono di 26 milioni, mentre 11 milioni sono a rischio.

Come M5S ci siamo astenuti sulla delibera di indirizzo approvata in Consiglio che dava mandato a Brescia Mobilità di trovare la soluzione migliore per le casse comunali e per la sorte dei dipendenti condividendo la strada delle vendita dell'asset produttivo scorporato in OMB Technology, senza lesinare forti critiche all'operazione torbida di acquisizione della società privata detenuta da Mascialino con motivazioni che troverete qui http://www.beppegrillo.it/listeciviche/liste/brescia/2013/11/

Ora apprendiamo dalla stampa che riguardo a OMB International si sta valutando se procedere con la messa in liquidazione o, piuttosto, con l'incorporazione nella controllante Brescia Mobilità.

Riteniamo che la soluzione migliore sia quella della messa in liquidazione; lasciare ad OMB International la propria autonomia giuridica consentirà infatti di monitorare l'andamento della procedura di liquidazione e quindi l'effettivo incasso dei crediti "dubbi", permettendo di determinare in modo più trasparente il conto finale di questa sanguinosa operazione per i cittadini bresciani.

Con la fusione, invece, i conti di OMB International si confonderebbero con quelli della controllante, rendendo meno intelleggibile la chiusura di tutta la vicenda.

Auspichiamo in ogni caso che i cittadini si rendano conto di come le scelte, affrettate e non trasparenti, effettuate senza alcuna condivisione e dibattito pubblico compiute dall'amministrazione si ripercuotano per anni sulle casse comunali e quindi sulla possibilità di rendere ai cittadini bresciani i servizi cui hanno diritto.

Per questo è dovere di ogni cittadino partecipare al dibattito pubblico e fare sentire la propria voce sulle questioni determinanti per la città e per i suoi bilanci.




Fonte: Comunicato stampa ven 09 set 2016, ore 12.17
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
@ grullini
(UTENTE NON REGISTRATO)
Tutto tace, nessuno risponde: la curiosità sulla composizione della commissione resta. Tocca dare ragione al "bomba": prima era tutto un parlare di streaming, adesso avete "finito i giga"?
lun 12 set 2016, ore 16.16
Immagine profilo
@ grillini
(UTENTE NON REGISTRATO)
Nessuno ha la cortesia di voler rispondere ad una semplice curiosità? Chi sono i tre "ex amministratori pubblici" che lavorano nella commissione? Non sarà mica un segreto! E' uno scherzo che per conoscere chi lavora in una commissione ci si debba iscrivere al movimento o il commentatore dice sul serio? In tal caso, mi dovrei iscrivere anche al PD, a Fratelli d'Italia e a tutti gli altri partiti per sapere chi lavora in una delle loro commissioni?
dom 11 set 2016, ore 11.26
Immagine profilo
@ 17.09
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quindi, chi sono gli esperti? E chi sono gli ex amministratori pubblici? Certo che la mia è una curiosità: erano del PD? Di Fratelli d'Italia? Dell'Italia dei Valori? Niente, lo saprà solo chi manda la carta d'identità al proprietario del marchio e al figlio del re! Arrivederci Roma...
sab 10 set 2016, ore 13.47
Immagine profilo
@@16,38
(UTENTE NON REGISTRATO)
Si iscriva prima ufficialmente "in rete..." al M5S (obbligo di documento non scaduto in formato inseribile nel sito nazionale per poi disporre di Username e Password)e quindi si presenti pure, dicendo chi è e che cosa sa e fa, al Laboratorio Economia nella Sede del Movimento 5 Stelle, partecipi e verifichi di persona: più trasparenza di questa. E poi, sia sincero, si tratta solo di curiosità (la sua). La trasparenza, cioè quella doverosa per chi gestisce la cosa pubblica, non c'entra una cippa lippa: si riuniscono non dei Massoni o una cosca mafiosa, bensì persone che liberamente mettono a disposizione professionalità e competenze per una causa politica. Arrivederci a presto.
ven 09 set 2016, ore 17.09
Immagine profilo
@ 16.38
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma gli "ex amministratori pubblici" chi sarebbero? In che partiti militavano? Tra-spa-ren-za! Tra-spa-ren-za! Dove possiamo trovare questa informazione?
ven 09 set 2016, ore 16.55
Immagine profilo
@rete, rete
(UTENTE NON REGISTRATO)
Esatto: già fatto prima, come di consueto. Infatti chi partecipa "in rete" ne ha discusso, trasferito pareri e idee al Laboratorio Economia" (una decina di esperti, tre dei quali ex amministratori pubblici, che si riuniscono "fisicamente" una volta alla settimana: da qui la chiarezza dei numeri esposti) che ha provveduto a condividere un testo di comunicato stampa coinvolgendo anche Laura Gamba. Da qui il risultato sopra riportato. Fanno così anche gli altri nella politica rappresentativa ? No, assolutamente no, questa si chiama democrazia partecipativa.
ven 09 set 2016, ore 16.38
Immagine profilo
Rete, rete
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ottima proposta, da sottoporre al giudizio della rete.
ven 09 set 2016, ore 15.32
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
03:52 Aguero Kevin
10 dic - Vai alla news »
Sono Kevin Aguero Soldado per nome e voglio che tutti sappiano che mi offrono prestiti a chi ne ha bisogno senza alcun pagamento. Offro tutt
23:23 monnez12
09 dic - Vai alla news »
Finanziamento di prestito di denaro tra Privato E-mail: sylviane.harry@hotma il.com offrono prestiti tra particolare tasso del 2%. Sei st
22:19 klero
09 dic - Vai alla news »
Da un segnalibro di avvenire, quotidiano dei cattolici, distribuito ai lettori: e' dunwue una straordimaria opportunita' per la Chiesa in It
22:02 @un Parrocchian
09 dic - Vai alla news »
Peccato pero' che alle parole roboanti di francesco non seguano i fatti, e quindi tutto rimane aria fritta. Poi, evidentemente, e' solo lui
21:43 un Parrocchiano
09 dic - Vai alla news »
Riporto ciò che ha detto oggi il Papa nella sua omelia s.Marta: I sacerdoti siano mediatori dell’amore di Dio, non intermediari che pensano
21:20 @il testimone
09 dic - Vai alla news »
Chiaro il discorso, come chiara la vicenda di molinetto e come chiara quella di mompiano o quella di s. Giovanni. Abbiamo un vescovo inetto
20:50 TRIBALI
09 dic - Vai alla news »
La notizia è in prima pagina di un grande quotidiano nazionale. Vergogniamoci per questo infame gesto di barbarie tribale.
19:41 soluzioni
09 dic - Vai alla news »
il primo passo per trovarle sta nel porsi le domande giuste e non occorrono geni particolari per saperlo...sei tu quello strano
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...