Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



11 Dicembre 2016 - Ore 14:45


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL CASO
Freccia Rossa

Treni, Frecce da Bianche a Rosse. Legambiente: un altro salasso per i pendolari

E’ in arrivo un nuovo duro colpo ai pendolari della lineaTorino-Milano-Venezia. Domenica salteranno i primi due treni, il Frecciabianca 9712 Venezia-Torino e il 9733 Torino-Venezia; la prossima coppia verrà cancellata all’inizio del mese prossimo e si tratta del Frecciabianca 9710 Venezia Torino, e il Frecciabianca 9737 Torino Venezia. Il destino dei «treni bianchi» è segnato, perché entro la primavera prossima spariranno tutti i 18 Frecciabianca in circolazione attualmente sulla tratta in questione anche in vista dell’apertura (2017) dell’Alta Velocità da Treviglio a Brescia.

“Sono decine di migliaia i pendolari – attacca Dario Balotta di Legambiente - che ora si servono delle frecce Bianche in alternativa agli inaffidabili treni regionali che hanno indici di efficienza distanti dalla media comunitaria. I treni sono vecchi e il federalismo dei trasporti ha separato e reso difficili i collegamenti ferroviari tra Piemonte, Lombardia e Veneto con la soppressione dei treni di molti treni interregionali. Per le migliaia di pendolari della Torino-Milano di Vercelli e Novara, abbandonare le Frecce Bianche sarà come un tuffo nel passato, visto che quelle Rosse correranno sul nuovo tracciato Alta Velocità, che non tocca le due città piemontesi.Per i viaggiatori di Brescia, Desenzano, Verona e Vicenza della trattaMilano-Venezia i tempi di percorrenza saranno gli stessi, ma aumenteranno di almeno il 30% le tariffe, perché le Frecce cambieranno rango, da Bianche a Rosse”.

“I treni veloci della linea transpadana sono utilizzati prevalentemente da un traffico pendolare residenziale su distanze brevi ma Trenitalia sta introducendo una programmazione dei convogli e degli orari che continuano ad impoverire i territori periferici. Le colpe – tuona Balotta - sono da ricercare nel sistema ad Alta Velocità, il più costoso d’europa,realizzato su distanze brevi, in aree trafficatissime, con molticentri urbani (ogni 40 km) e con standard differenti dalla lineastorica che ne separano la gestione e ne diminuiscono le capacità”.



Fonte: Comunicato stampa ven 09 set 2016, ore 17.19
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
14:27 giusi.mutti@ali
11 dic - Vai alla news »
come fare x acqistare chiaretto garda classico????
14:25 giusi
11 dic - Vai alla news »
come fare x acqistare chiaretto garda classico????
13:51 legacialtrona
11 dic - Vai alla news »
Maroni Salvini Rolfi & c. Subito in fonderia per manifesta incapacita'. Dopo averci restituito tutto il maltolto. VIA!
11:53 veritas
11 dic - Vai alla news »
Premesso che non tutto era condivisibile ma a quando la primissima riforma ? Devolution No l'ultima No campa cavallo che l'erba cr
11:51 veritas
11 dic - Vai alla news »
Chissà quando si arriverà alla legalizzazione certamente squallida ma meno di ciò che succede oggi
11:39 veritas
11 dic - Vai alla news »
Che tristezza sono passati più di 20 anni da quando Bossi accompagnato da Maroni arrivarono con un disegno politico condivisibile cop
10:59 autonomia?
11 dic - Vai alla news »
Ottima mossa di Maroni per far perdere voti a Salvini al sud.
10:06 stradivarius
11 dic - Vai alla news »
Un testo, quello dell'Onorevole tansfuga, fatto solo di ovviomi ma dettato in realtà solo dall'ansia di riposizionarsi rapidamente sul front
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...