Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Venerdì 09 Dicembre 2016 - Ore 08:45


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL CASO
Bufala

Madre bresciana divora il figlio: la bufala impazza sui social con 10mila condivisioni

(a.tortelli) E' uno dei re delle bufale on line. Ermes Maiolica - webstar con all'attivo diverse campagne e qualche problema con vittime di scherzi poco autoironiche - ha colpito ancora, diffondendo la notizia-bufala una madre depressa di Brescia che avrebbe divorato il figlioletto di 5 anni. Una “news” che ha ottenuto fino a oggi ben 10mila condivisioni via Facebook, complici l'ingenuità di molti utenti e un finto giornale on line di pubblicazione il cui nome ricorda (troppo) quello di RaiNews24.

Maria Esposito, 39enne di Brescia – si legge nella finta notizia - ha ucciso il figlio di 5 anni perché “piangeva e si lamentava” per poi divorarselo a morsi come in un film horror. Così al rientro a casa, Flavio Giavomelli, 42enne, padre del piccolo Mattia, si è ritrovato davanti a questa raccapricciante scena, la moglie a terra in un lago di sangue sopra il corpicino del figlio che presa da un raptus di follia stava riducendo Mattia a brandelli con dei morsi. LA MAMMA SOFFRIVA DI DEPRESSIONE POST PARTUM Era in cura da uno specialista per depressione post partum che durava da anni, Maria Esposito, la donna di 39 anni accusata di avere ucciso e mangiato il figlio”.

Non è questo il caso, probabilmente, ma ricordiamo che in rete esistono diverse realtà che campano grazie all'ingenuità e alla superficialità degli utenti di Facebook, che condividono notizie impossibili anche quando pubblicate da siti con nomi ridicoli. Se le notizie sono generiche e gli autori non sono iscritti all'Ordine dei giornalisti le autorità possono fare ben poco per impedirlo. Ma in alcuni casi i “bufalari” sono stati anche denunciati per istigazione all'odio (una delle bufale più frequenti e condivise è quella che attribuisce crimini efferati agli immigrati).

Un dato è certo: i promotori delle bufale incassano molti soldi in questo modo. I link, infatti, portano a pagine con diversi banner e il guadagno può arrivare fino a qualche euro per ogni mille clic sul link della notizia via Facebook. Poca roba? Alcune notizie (una delle ultime bufale è la morte di Franco Battiato) possono arrivare a milioni di condivisioni. Fate voi il calcolo di quanto si mettono in tasca gli autori.



Fonte: Redazione mer 28 set 2016, ore 10.08
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
x curioso
(UTENTE NON REGISTRATO)
No, quello è scam... un tentativo di truffa via spam...
mer 28 set 2016, ore 22.56
Immagine profilo
curioso
(UTENTE NON REGISTRATO)
I messaggi "spam" che pubblicizzano prestiti bufala, vengono considerati tra i "click" che fanno guadagnare?
mer 28 set 2016, ore 20.05
Immagine profilo
INDIGNATO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il ragazzo è più giornalista di voi messi insieme, e comunque era invitato ad un evento al teatro di brescia insieme ad altri personaggi "social"
mer 28 set 2016, ore 13.29
Immagine profilo
Bufale on line
(UTENTE NON REGISTRATO)
Io dico però che dal momento in cui si scopre la bufala, il suo autore dovrebbe restituire i soldi guadagnati. Ma come si fa ad inventarsi certe notizie con tanto di nome e cognome?????
mer 28 set 2016, ore 11.55
Immagine profilo
Ah, se se!
(UTENTE NON REGISTRATO)
In un Paese nel quale qualcuno, che non è uno sprovveduto e che agisce certamente dopo attente analisi, ritiene di trarre vantaggio dal ritirare in ballo il Ponte di Messina (tanto per restare sulla stretta attualità), è chiaro che il numero di boccaloni è strepitosamente alto.
mer 28 set 2016, ore 10.22
Immagine profilo
ECO
(UTENTE NON REGISTRATO)
I SOCIAL HANNO DATO VOCE AI CRETINI
mer 28 set 2016, ore 10.12
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
08:21 @girelli
09 dic - Vai alla news »
adire il vero venne individuata non come centro di accoglienza ma come CENTRO IDENTIFICAZIONE ESPULSIONE mi pare ci sia differenza... No Gir
08:19 NONNA
09 dic - Vai alla news »
In questo zibaldone generale in Europa piu' che dei nostri rappresentanti politici che non ci informano su nulla e guadagnano troppo per il
07:38 ORIO
09 dic - Vai alla news »
Se ne vedranno delle belle. Quando il governo transitorio scoprirà che la manovra finanziaria di Renzi è stata fatta per intero a debito e t
23:58 @Sandro
08 dic - Vai alla news »
Il Movimento per comici o di comici sta, bontà sua, per andare al Governo del Paese e sarebbe oggi più votato persino della macchina da gue
23:55 Morgan Harrison
08 dic - Vai alla news »
Ciao, Ti chiedere assistenza finanziaria per festeggiare le vacanze di Natale e Capodanno, il che rende un notevole uno? o vuoi aumentare
23:48 Collant
08 dic - Vai alla news »
Si sbaglia, Belli, per un ventennio c'erano i "collant" a tenere unito tutto il centrodestra berlusconiano, ad Arcore come a Palazzo Graziol
23:00 @2047
08 dic - Vai alla news »
Ma adesso sei arrivato tu, genio con i geni giusti, che ci dirai anche quali sono le soluzioni....rispett o ad un topolino hai poche differe
21:50 Sandro
08 dic - Vai alla news »
Si iscriva lei al nostro movimento civico e troverà un po più di serietà, non però da anonimo ( anonimo,che brutta parola! ) Non è un movi
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...