Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



04 Dicembre 2016 - Ore 09:07


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL DATO
Valsabbina

Valsabbina, altra settimana in bianco per chi vuole vendere le azioni

Altra settimana in bianco per gli azionisti della Banca Valsabbina intenzionati a vendere le azioni. Non è bastato infatti l'ennesimo ribasso del prezzo, sceso fino a 5,17 euro a fronte dei 14 euro iniziali (e dei 7,17 del 2 di settembre) a convincere il mercato a comprare. Le ultime trattative si sono chiuse con ordini di vendita per circa 515mila azioni, ma le offerte d'acquisto valevano solo 100 azioni. Salvo sorprese, dunque, andrà alla prossima vendita sfondando la soglia dei 5 euro per azione.



Fonte: Comunicato stampa ven 30 set 2016, ore 16.56
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
a socio dal 200
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quindi lei le ha in carico fra i 21 euro e 20,5. Mi auguro poche. Ho visto che ne capisce del book quindi com'è che le ha acquistate a quel prezzo folle ricordandole che nel 2009 eravamo in caduta libera su tutta la finanza mondiale e loro salivano. Inoltre ricordo che anche se diverso era un mercato anche quello di prima solo che qualcuno fissava un prezzo minimo.
ven 28 ott 2016, ore 20.31
Immagine profilo
a socio dal 200
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quindi lei le ha in carico fra i 21 euro e 20,5. Mi auguro poche. Ho visto che ne capisce del book quindi com'è che le ha acquistate a quel prezzo folle ricordandole che nel 2009 eravamo in caduta libera su tutta la finanza mondiale e loro salivano. Inoltre ricordo che anche se diverso era un mercato anche quello di prima solo che qualcuno fissava un prezzo minimo.
ven 28 ott 2016, ore 20.31
Immagine profilo
Per Socio 2009
(UTENTE NON REGISTRATO)
HO letto l'intervento che spiega il ribasso addossandone la responsabilità al sistema informatico, ai dipendenti delle filiali ed ad uno Speculatore che con pochi ordini di acquisto (magari i 100 di questa settimana) riesce a far scendere il prezzo delle azioni. Strano. Pensavo che il prezzo scendesse perché c'erano più ordini di vendita che ordini di acquisto. Anche io continuo a credere nella banca valsabbina; NON CREDO PIU NEI SUOI DIRIGENTI E AMMINISTRATORI
sab 01 ott 2016, ore 15.24
Immagine profilo
Cagliostro
(UTENTE NON REGISTRATO)
Mi permetto - solo per questa volta - di rimandare chi ha letto questa notizia e gli altri commenti al commento mio e a quello del signor Capo di Buon alla notizia di BsNews comparsa il giorno 28 settembre. Chiedo scusa, ma sono fortemente convinto che il management della banca - con il passaggio del sig. Barbieri da direttore a presidente - sia troppo potente anche sulla politica strategica dell'Istituto. E non è proprio esente da responsabilità rispetto al prezzo dell'azione.
sab 01 ott 2016, ore 12.20
COMMENTO MODERATO
Messaggio cancellato dalla redazione perché conteneva una o più delle seguenti violazioni alla politica del sito. 1) Insulti o volgarità 2) Affermazioni razziste 3) Spam 4) Denial of service 5) Violazione del Copyright 6) Considerazioni che necessitano di approfondimento legale 7) Considerazioni passibili di denuncia verso terzi 8) Utilizzo di nickname con nome e cognome senza registrazione verificata. Invitiamo l'interessato ad attenersi alle regole del buon senso, della netiquette e alle leggi dello Stato. In caso di gravi e/o ripetute violazioni saremo costretti a segnalare l'identificativo della connessione a chi di dovere. Non si aprono dibattiti pubblici sulle cancellazioni. Chi volesse spiegazioni scriva a: info@bsnews.it
sab 01 ott 2016, ore 11.21
Immagine profilo
stradivarus
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il "socio dal 2009" parla di gestione superficiale dei dipendenti delle Filiali nell'inserimento ordini ? Caspita, come pensavo. Allora bisogna andare a fondo perchè o ci sono responsabilità da palese incompetenza stante la non conoscenza delle regole di negoziazione dei valori mobiliari da parte di molti dipendenti (gravissimo) o mancate indicazioni delle Direzioni Finanza e Commerciale alla rete di vendita (altrettanto grave) o infine un mancato intervento di controllo immediato da parte delle strutture di Auditing Interno (sempre grave). Comunque sia, è difficile negare responsabilità dirette della Banca nel mancato presidio dell'operatività della rete periferica.
sab 01 ott 2016, ore 00.09
Immagine profilo
Socio dal 2009
(UTENTE NON REGISTRATO)
Io scrivo da socio, socio amareggiato ma non con la banca. Ritengo infatti che la banca non abbia alcun interesse a vedere scendere il prezzo della propria azione, soprattutto considerando il danno di immagine che ne genera! Ritengo opportuno cercare di chiarire il funzionamento del nuovo mercato soprattutto per quei soci che hanno subito la perdita di valore delle proprie azioni ma che purtroppo non essendo esperti di finanza giustificano erroneamente la situazione come crisi della banca e, nei casi peggiori, come truffa, soprattutto dando credito alle voci di alcuni soggetti che fomentano la situazione con lo scopo di screditare la banca a beneficio di altri istituti concorrenti. Solo analizzando oggettivamente la situazione si può capire come la banca non ha agito con l intenzione di far abbassare il prezzo! La situazione attuale è dipesa, a mio avviso, da 2 fattori principali: A) Il primo è stata la probabile gestione superficiale da parte dei dipendenti delle filiali in fase di inserimento ordini di vendita. B) attività speculativa di qualcuno che ha interesse ad abbassare il valore dell azione in primis per screditare l'istituto Per il primo fattore era opportuno infatti spiegare ai clienti intenzionati a vendere che l'ordine doveva essere inserito ad un prezzo fisso quindi limitato e non al meglio. Ciò perché gli ordini di vendita inseriti AL MEGLIO hanno priorità rispetto agli ordini inseriti con prezzo LIMITATO, ma il prezzo dello scambio è determinato dall ordine di vendita con il prezzo limitato più basso (nel rispetto del massimo +-10/20% del valore dell ultima asta) Esempio Luca 5 az in vendita al meglio Mario 1 az in vendita al prezzo €5 Sara 2 az in acquisto al prezzo di €8 Asta Sara nonostante abbia messo in acquisto 2 az a 8€, compra 2 azioni a € 5, ma non da Mario (che ha determinato il prezzo indicandolo) ma da Luca che ha la priorità perché le ha inserite al meglio. Ovviament e io parlo di gestione superficiale capendo anche che per il dipendente non può comunque imporre al cliente le condizioni dell ordine di vendita soprattutto di fronte al cliente intenzionato a liberarsi delle azioni a qualunque prezzo. Certo è che una consulenza più approfondita avrebbe sicuramente potuto evitare la situazione odierna. In questo modo, approfittando dell enorme numero di azioni inserite al meglio, entra in gioco facilmente lo Speculatore intenzionato a far abbassare il prezzo. Lo stesso inserendo un ordine di vendita al prezzo più basso e un ordine di acquisto anche di una sola azione ha fatto si che l asta andasse a buon fine al prezzo dell ordine di vendita con prezzo più basso. Tale pratica consolidata ogni 2 settimane ha fatto si che il prezzo abbia perso il 20% ad ogni seconda asta. Tale giochetto lo si deduce in quanto ad oggi non credo che ci sia qualcuno intenzionato ad acquistare queste azioni in fase di spaventosa discesa. La campagna soci, come ha dichiarato lo steso istituto,non è più una priorità della banca pertanto le filiali non sono incentivate ad incrementare il numero dei soci. Ricordiamoc i che finche non si vendono le proprie azioni non si ha alcuna perdita. Visto l andamento della banca( con bilancio sempre in utile, in forte espansione territoriale, con costante crescita del personale assunto, oltre a tutti gli indici patrimoniali al di sopra della media degli istituti nazionali) anche se non nel breve, ma sicuramente nel medio/lungo termine il prezzo subirà un'inversione di tendenza. Mi scuso se mi sono dilungato troppo, credo però che da socio che crede ancora nella banca e che, almeno per il momento, non si sente truffato, era opportuno cercare di spiegare nel modo più semplice possibile le cause di tale situazione! Forse mi sbaglio ma io continuo ad avere fiducia nella banca valsabbina. Socio dal 2009
ven 30 set 2016, ore 19.25
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
08:55 ORIO
04 dic - Vai alla news »
Nei 5 anni di centro-sinistra sono stati accolti a braccia aperte 700mila....."BELLO FIGO". .... un immenso esercito di vagabondi sempre pro
08:36 a 8.19
04 dic - Vai alla news »
Piantala? Ma hai visto il video di Bello Fico? Sta in pratica sostenendo cantando quello per cui tanti italiani si sono lamentati per anni i
08:19 @assurda
04 dic - Vai alla news »
Piantala.
07:17 @trioooo
04 dic - Vai alla news »
eccolo qua il menestrello , quello della solita frase , ma il trio beccalossi rolfi bordonali non hanno niente da dire..., azz ma sei verame
06:32 ASSURDO
04 dic - Vai alla news »
Non ci bastano quelli che ci invadono dall'Africa, Venerdi' su RAI3 ad Agorà che andrebbe premiata perchè è pressochè l'unica trasmissione R
01:14 @quasimodo
04 dic - Vai alla news »
Vicesindaco perfetta. L'ordine degli ingegneri si fa vivo solo quando ci sono questioni particolari. Ma di che state parlando. Un conve
01:00 SI SI SI
04 dic - Vai alla news »
SI SI SI SI SI SI SI
00:14 @@Bianche
04 dic - Vai alla news »
Esatto, vince sempre...big bamboo !
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...