Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Venerdì 02 Dicembre 2016 - Ore 23:16


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
LE REAZIONI
Magazzino47

Carmine, il Magazzino attacca: diciamo no ai divieti

“Un Carmine con socialità e condivisione, non con divieti ed esclusione”. A lanciare l'appello è il Magazzino 47, che con una nota interviene in merito all'ordinanza annunciata dal Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica per il quartiere Carmine, contestando i nuovi divieti di vendita di bevande da asporto e il coprifuoco ai locali.

ECCO IL TESTO DEL COMUNICATO

Ancora una volta il quartiere del Carmine torna a essere al centro del dibattito cittadino.

A seguito dell'incontro del Comitato per l'ordine e la sicurezza pubblica in Prefettura, è stata annunciata la nuova norma “antimovida” nel quartiere: il divieto di vendita di alcolici - da asporto - esteso a tutte le vie del rione, dalle 18 alle 6 del mattino, e la chiusura anticipata di alcuni prescelti esercizi commerciali dalle 20.

Nonostante siano stati diffusi i dati relativi al calo complessivo di reati in città, la giunta democratica di Del Bono decide di sanzionare nuovamente il Carmine.

Nonostante continui a essere terreno di contesa tra una giunta comunale e l'altra, nel vano tentativo di cambiarne il volto e l'essenza, il Carmine è riuscito a mantenere la sua forza di luogo d'aggregazione, di relazione sociale, di attraversamento cittadino, di creazione e trasformazione dal basso.

Ancora una volta, invece, in nome di una sicurezza fittizia (le strade sono più sicure quando più vive e frequentate), si vuole contenere e soffocare la vita della città e di chi la vive.

In uno degli ultimi luoghi estranei alle retoriche della Brescia vetrina, completamente svuotata di vitalità sociale e priva di luoghi d'aggregazione salvo essere imbellettata per i “grandi eventi”, l'amministrazione comunale chiude gli spazi pubblici e ne ordina il coprifuoco. Nella retorica antidegrado, sceglie quindi il pugno di ferro invece che portare la riflessione ai soggetti in causa.

Ancora una volta si vuole spostare l'attenzione dai reali problemi e dalle trasformazioni della città cui stiamo assistendo, per tornare a criminalizzare e colpevolizzare i soggetti che vivono e intervengono realmente per lo sviluppo di questo luogo.

Vogliono costringere al coprifuoco chi il fine settimana vorrebbe godere del proprio tempo, fuori dagli orari del lavoro precario e dalla settimana di corse tra lavori in nero e l'incertezza di arrivare a fine mese. Vogliono penalizzare i negozianti (in particolare, come al solito e senza nulla da invidiare alla vecchia giunta destro-leghista, quelli di origine migrante) che con i loro esercizi commerciali riescono a malapena a pagare affitti e mantenere le proprie famiglie. Vogliono imporre divieti e chiudere spazi in nome di una ultra-abusata retorica che non coglie la complessità del quartiere, le esigenze e i bisogni di chi lo vive e attraversa (che deve poter scegliere tra prendere da bere nei locali oppure nei più economici negozi), ma che vuole controllare ed escludere.

Contro una città vetrina chiusa, per una città solidale, aperta e libera: trasgrediamo il coprifuoco, viviamo il quartiere.



Fonte: Comunicato stampa mer 12 ott 2016, ore 14.33
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
marcodb
(UTENTE NON REGISTRATO)
io ci vivo in via battaglie e i 2 o più negozianti sono rivendita che viene consumata in strada con abbandono in loco di bottiglie vuote normalmente birra. Per scrupolo si guardi il gruppo brescia che non vorrei su fb e relativi video
gio 13 ott 2016, ore 18.41
Immagine profilo
OK
(UTENTE NON REGISTRATO)
@marcodb: guarda che il magazzino non è in zona carmine, quindi non è coinvolto nell'ordinanza. Poi hai ragione, nessuno vieta di ubriacarsi all'interno di un locale e uscire a fare casino...è proprio per questo che quest'ordinanza è inutile, va a colpire i commercianti e non gli avventori maleducati, che sono la causa del problema dei residenti.
gio 13 ott 2016, ore 18.00
Immagine profilo
marcodb
(UTENTE NON REGISTRATO)
a mio avviso quelli del magazzino non hanno letto l'ordinanza o forse ci rimettono avendo interessi nella vendita di alcolici diversamente non si spiega la presa di posizione. L'ordin anza recita : il divieto della vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione e in qualsivoglia recipiente contenute nonché la vendita per asporto di bevande analcoliche qualora contenute in recipienti di vetro tutti i giorni dalle ore 18.00 alle ore 06.00 del giorno successivo. Tale divieto riguarda esercizi commerciali, circoli privati, laboratori artigianali, esercizi di somministrazione di alimenti e bevande in genere, nonché i distributori automatici. Il che non vieta di entrare in un bar piciare il dovuto e uscire stenco quanto vuoidopo che hai consumato nei locali del bar e andare a nanna.
gio 13 ott 2016, ore 17.12
Immagine profilo
marcodb
(UTENTE NON REGISTRATO)
a mio avviso quelli del magazzino non hanno letto l'ordinanza o forse ci rimettono avendo interessi nella vendita di alcolici diversamente non si spiega la presa di posizione. L'ordinanza recita : il divieto della vendita per asporto di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione e in qualsivoglia recipiente contenute nonché la vendita per asporto di bevande analcoliche qualora contenute in recipienti di vetro tutti i giorni dalle ore 18.00 alle ore 06.00 del giorno successivo. Tale divieto riguarda esercizi commerciali, circoli privati, laboratori artigianali, esercizi di somministrazione di alimenti e bevande in genere, nonché i distributori automatici. Il che non vieta di entrare in un bar piciare il dovuto e uscire stenco quanto vuoidopo che hai consumato nei locali del bar e andare a nanna.
gio 13 ott 2016, ore 17.11
Immagine profilo
OK
(UTENTE NON REGISTRATO)
Bene...avete espresso il vostro pensiero riguardo ai centri sociali, liberi di farlo, adesso magari potete esprimere il vostro pensiero sull'argomento trattato: secondo voi è giusto o no che vengano imposte queste restrizioni ai negozianti?
gio 13 ott 2016, ore 11.41
Immagine profilo
mastercard
(UTENTE NON REGISTRATO)
eccerto i figli di papa' dei centri sociali che non fanno un ca@@o dalla mattina alla sera da qualche parte devono usare la Mastercard platino che gli ha dato il paparino .
gio 13 ott 2016, ore 08.08
Immagine profilo
Chiudere i cent
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sempre esperti in tutti i campi questi del magazzino! Dei veri tuttologi doc! Perché non andate voi a pulire la città dopo la movida? Ah no....dimenticavo voi siete quelli che imbrattate i muri, rovesciate i cassonetti e spaccate le vetrine durante le manifestazioni.... e adesso vi preoccupate dell'economia dei negozi? Girando con i cani liberi di fare pipì su ogni porta! Basta protestare in rima che è l'unico 'lavoro' che siete in grado di fare!!!! Ma nei centri sociali culturali è questo che fate? Fumare, bere e...? Forse se si chiudessero i centri sociali non ci sarebbero queste aggregazioni di fannulloni, che predicano bene (si fa per dire) e razzolano male!
gio 13 ott 2016, ore 07.49
Immagine profilo
ma chi ci crede
(UTENTE NON REGISTRATO)
il MagaLoggia fa finta di alzare la voce con Del Bono e intanto inciucia con gli assessori e li invita sempre tutti alla sua festa. Il solito fumo (in tutti i sensi) per nascondere il sostegno sottobanco alla giunta
gio 13 ott 2016, ore 01.53
Immagine profilo
DEGRADO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Hanno ragione, la gente deve essere libera di uscire e divertirsi la sera
mer 12 ott 2016, ore 14.51
Immagine profilo
MOVIDA
(UTENTE NON REGISTRATO)
Trasgrediamo il coprifuoco ... portiamoci anche qualche carriola tra di erba. Socializziamo con qualche pisciatina qua e là.
mer 12 ott 2016, ore 14.42
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
20:56 X 17.43
02 dic - Vai alla news »
Noooo! Addirittura la macchina t'hanno toccato! Proprio a te! Magari è una Golf comprata a rate e da un mese tu paghi le cambiali e l'auto s
20:41 bepi
02 dic - Vai alla news »
Invece di prendersi i calci andava lasciato sfogare (senza coltelli) da solo nella stanza......mica si sarebbe ucciso...si stancava il furbo
20:36 RAPPER
02 dic - Vai alla news »
Fantastico il rapper di colore che ieri sera a Dalla Vostra Parte ha praticamente evidenziato tutti i benefici di cui godono i profughi o fa
20:02 maria kollo
02 dic - Vai alla news »
Avete bisogno di un prestito facile e veloce? Offriamo sia prestiti personali e di business a ogni persona interessata o di aziende che vann
19:49 io
02 dic - Vai alla news »
Si certo stava lavorando per portare a casa uno stipendio! Ma va......non vado oltre ma ne avrei da dire....
19:47 a 11.34
02 dic - Vai alla news »
A che titolo S: Egidio ci porta musulmani che sono al sicuro in Libanio, vista l'invasione che stiamo subendo e che potrebbero trovare asilo
19:36 EVASORI?
02 dic - Vai alla news »
Che la Guardia di Finanza trovi gli evasori è nei suoi compiti, dato che per scoprirli ci vogliono le prove. Ma che chi arriva clandestiname
18:02 @@CORSI 21,11
02 dic - Vai alla news »
grazie per la spiegazione dettagliata, ma non dovresti prendere tutto alla lettera: erano semplicemente modi dire per invitare, in maniera s
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...