Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



04 Dicembre 2016 - Ore 02:58


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
ECONOMIA
PIRELLI

Investimento Pirelli nello stabilimento produttivo di Slatina (Romania)

"Nel corso dei suoi 10 anni di presenza in Romania, Pirelli non ha mai smesso di crescere": così è iniziato il discorso tenuto da Marco Tronchetti Provera, Vice Presidente Esecutivo e Amministratore Delegato di Pirelli, in occasione del decimo anniversario della presenza industriale del Gruppo in Romania.

A celebrare questo anniversario ha contribuito la notizia che la multinazionale milanese, regina nell'industria dei trasporti e degli pneumatici, finanzierà ulteriormente il polo industriale rumeno di Slatina, Pyrelli Tyre Romania, attualmente sotto la guida del CEO Giuliano Menassi, con un nuovo investimento di circa 200 milioni di euro, per un impegno che durerà fino al 2021. La notizia è stata accolta con entusiasmo dal ministro delle finanze, Anca Dana Dragu, e dal ministro del lavoro, Dragos Pislaru, che hanno accompagnato il primo ministro rumeno, Dacian Ciolos, alla visita presso la stabilimento Pirelli di Slatina.

Una filiale votata al successo

I primi contatti seri tra Pirelli e la Romania si sono instaurati nel 2004, sfociando nella costituzione della filiale del Gruppo, Pirelli Tyres Romania. Nel 2005 è stata terminata la costruzione della prima fabbrica, che dall'anno successivo ha iniziato la produzione di pneumatici e dei prodotti che hanno garantito il successo del marchio, non solo in Italia, ma in tutto il mondo. I prodotti di punta dello stabilimento rumeno sono soprattutto gli pneumatici del segmento Premium, destinati a diventare l'equipaggiamento di quelle vetture di prestigio, che rappresentano il fiore all'occhiello delle maggiori case automobilistiche d'Europa.

Dopo un decennio di intenso lavoro, il bilancio della produzione risulta più che positivo, contando 50 milioni di gomme prodotte. Un vero record se si pensa che è stato il frutto di una filiale dell'azienda in un paese straniero, ma che non sorprende considerando il valore e il potenziale del complesso industriale di Slatina. Situato nella provincia rumena dell’Olt, esso rappresenta un polo strategico per Pirelli, sul quale la dirigenza Pirelli, sotto la sapiente guida del manager Marco Tronchetti Provera, ha deciso di puntare per proiettarsi sui mercati dell'Europa orientale.

Per soddisfare tale ambizioso obiettivo, il polo rumeno è stato equipaggiato come uno degli impianti più moderni e all'avanguardia nel campo dell'innovazione e della tecnologia: è dotato dei migliori macchinari nella produzione manifatturiera di pneumatici ad alte prestazioni, è gestito con i più sofisticati sistemi di controllo e protocolli di gestione e può giovarsi delle ultime innovazioni brevettate da Pirelli.

L'impegno di Pirelli sul territorio

Quest'ultimo investimento di Pirelli nell'azienda di Slatina, e in generale nel territorio rumeno, è solo l'ultimo di una lunga serie e rientra in una più ampia politica industriale volta a valorizzare questo paese in via di sviluppo e a beneficiare del suo potenziale. Tra il 2005 e il 2014 l'azienda ha infatti investito più volte in Romania, per una cifra complessiva di 450 milioni di euro, non solo per ampliare e potenziare la fabbrica di pneumatici, al fine di incrementarne la produzione e renderla più competitiva, ma anche per contribuire allo sviluppo complessivo di tutto il Paese. Come anche per altri territori, Pirelli ha investito sulla Romania dal punto di vista della formazione professionale dei giovani, della promozione sociale e del progresso nel campo della ricerca scientifica, settori chiave anche per il successo della Pirelli milanese.

Il suo impegno in questo senso si vede nella proficua collaborazione con le Istituzioni Universitarie del luogo, ossia le Università di Bucarest e di Cracovia, attraverso progetti di ricerca innovativi che puntano a valorizzare le eccellenze del territorio, indirizzandole verso percorsi formativi di alto profilo.

Fondamentale, per una migliore partnership e per rinforzare il legame Italia-Romania, è anche il progetto perseguito da Pirelli per favorire la diffusione della cultura e della lingua italiana a Slatina, senza trascurare l'impegno in campo sociale e culturale: si pensi all'InterCampus, sponsorizzato dall'omonima squadra di calcio per riunire ed educare i bambini della città, e il sostegno dato per promuovere ed incentivare il legame nato tra l'Ospedale di Slatina e l'Ospedale Niguarda di Milano.

Maggiori possibilità, maggiore competitività

Al nuovo proposito di investimento di Pirelli è andato anche il plauso del Primo Ministro rumeno Dacian Cioloş, che nell'intervento fatto in occasione della celebrazione del decennio dell'azienda di Slatina, lo ha lodato come una rinnovata opportunità per creare nuova occupazione e forza lavoro qualificata, sottolineando la possibilità di crescita per le aziende locali rumene grazie alla collaborazione con il Gruppo Pirelli.

Gli investimenti aggiuntivi previsti da Pirelli, che si susseguiranno fino alla fine del 2021, consentiranno al Gruppo milanese di migliorare la sua competitività industriale a livello europeo e all'industria rumena di Slatina di superare il suo record attuale, raggiungendo una capacità produttiva di 15 milioni di pneumatici annui. Il grosso del capitale sarà impiegato per rimodernare e potenziare l'azienda su diversi fronti: intanto la superficie del complesso industriale verrà ampliata di 50 mila metri quadri, passando da 210 mila a 260 mila. Inoltre il potenziamento più consistente riguarderà l'area produttiva dedicata al motorsport, per garantire le massime prestazioni dell'unità produttiva di Formula Uno.

Il contributo di Pirelli risulta fondamentale per garantire il successo del polo industriale di Slatina, il quale, a sua volta, sembra essere la chiave per la conquista dei mercati dell'Est: l'importante è continuare a lavorare su questa linea, mantenendo alti standard produttivi e avvalendosi di servizi logistici, informatici e commerciali in grado di sostenere tale espansione.  



Fonte: Redazione gio 13 ott 2016, ore 17.24
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
01:14 @quasimodo
04 dic - Vai alla news »
Vicesindaco perfetta. L'ordine degli ingegneri si fa vivo solo quando ci sono questioni particolari. Ma di che state parlando. Un conve
01:00 SI SI SI
04 dic - Vai alla news »
SI SI SI SI SI SI SI
00:14 @@Bianche
04 dic - Vai alla news »
Esatto, vince sempre...big bamboo !
00:12 Trio BBR
04 dic - Vai alla news »
Non si esprimono i tre tenores, anzi un tenore e due soprano: tutti stonati, molto stonati rispetto alla realtà. ed ai fatti.
00:10 Stellante
04 dic - Vai alla news »
Una forte realtà civica partendo dell'elenco fatto da Belli ? Anche le pietre della Loggia sanno che si tratta solo di "liste civetta" fatte
21:33 Sandro
03 dic - Vai alla news »
Nel panorama politico bresciano abbiamo gruppi e/o partiti che si richiamano, almeno nel nome, al civismo : Scelta civica - Rete civica - No
21:04 GENI SINISTRI
03 dic - Vai alla news »
Se l'iniziativa è controproducente per i sostenitori del NO.....
20:21 @Bianche
03 dic - Vai alla news »
Secondo me facendo riferimento alle tue convinzioni, al tuo spessore intellettuale e all'ortografia, domani voterai si
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...