Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Martedì 06 Dicembre 2016 - Ore 18:51


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
VIA LAMARMORA
CENTRALE

Teleriscaldamento A2A, superata quota 42 milioni di metri cubi scaldati

Con la stagione termica 2016-17 sale a 42 milioni la volumetria servita dalla rete del teleriscaldamento di A2A nella città di Brescia. Il sistema di teleriscaldamento venne sperimentato per la prima volta a Brescia 43 anni fa in un quartiere di nuova costruzione per poi estendersi a buona parte della città. Oggi la rete è alimentata dal termoutilizzatore e dalla centrale Lamarmora.

Grazie al contributo del termoutilizzatore e dei sistemi di cogenerazione ad alto rendimento della centrale Lamarmora, il sistema di teleriscaldamento evita ogni anno l’emissione in atmosfera di oltre 400 mila tonnellate di CO2 e il consumo di oltre 150 mila tonnellate equivalenti di petrolio (le emissioni evitate si riferiscono al contributo fornito dal Sistema Energetico Integrato nella sua totalità, ovvero teleriscaldamento, produzione elettrica da cogenerazione e ciclo dei rifiuti con termoutilizzazione).

Progetto “Calore in Rete”

A2A Calore & Servizi ha promosso il progetto “Calore in Rete” in sintonia con le linee guida comunitarie sul miglioramento dell’efficienza energetica attraverso lo sviluppo di infrastrutture di teleriscaldamento. Il progetto è finalizzato alla ricerca di fonti di calore da cicli produttivi disponibili sul territorio utilizzando le filiere produttive. Consiste nel mettere in rete il calore attualmente disperso in atmosfera, rendendo più efficiente e sostenibile il processo di raffreddamento e di depurazione dei fumi. In un’ottica di uso razionale dell’energia e di sostenibilità ambientale è impensabile continuare a sprecare calore utilmente sfruttabile da una rete di teleriscaldamento. A Brescia il primo di questi progetti è quello sviluppato con l’acciaieria Ori Martin che consentirà di recuperare calore pari a 10 MW, altrimenti disperso nell’ambiente. Il progetto “Calore in rete” rappresenta un’ulteriore spinta al consolidamento della leadership di A2A Calore & Servizi non solo in termini di volumi di calore erogato ma anche e soprattutto di innovazione tecnologica, efficienza energetica e qualità ambientale.

Progetto “Estate Fredda”

Dopo la fase test del 2015, condotta su una palazzina uffici della sede di A2A di via Lamarmora, sono stati realizzati i primi impianti di produzione del freddo utilizzando il calore della rete di teleriscaldamento. Il servizio di condizionamento è basato su macchine ad assorbimento, in grado di produrre acqua refrigerata a partire dall’acqua calda del teleriscaldamento prodotto dal termoutilizzatore nel periodo estivo.

Dalla fase test è stato possibile stimare la validità di questa tecnologia in termini di emissioni evitate di gas serra in atmosfera che, per un impianto di 100 kW alimentato termicamente ed elettricamente da un impianto di termovalorizzazione dei rifiuti come quello di Brescia, permette una riduzione di circa 20,5 tonnellate all’anno di CO2, ovvero -92% rispetto ad un gruppo frigorifero tradizionale di pari potenza, oltre ad una riduzione del 100% sull’effetto serra per l’assenza di gas fluorurati nocivi per l’ambiente presenti nei gruppo frigoriferi tradizionali.

La fase di implementazione ha riguardato quest’anno prevalentemente edifici pubblici. In particolare nel luglio 2016 è stato installato ed avviato un gruppo da 170 kW presso l’ex Ospedale Psichiatrico di Brescia, nell’ambito del vigente contratto di gestione del calore. Inoltre, sono in fase di completamento ulteriori studi per installazioni future.



Fonte: Comunicato stampa sab 15 ott 2016, ore 16.10
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
18:36 Little Italy
06 dic - Vai alla news »
Solo 100 kg di hashish ? Poca..roba. Si può fare meglio, siamo in Italia e si parte con una custodia cautelare in carcere. Dopo, con calma,
18:21 @@narciso
06 dic - Vai alla news »
Beh, nel business Belli è il pilota automatico. Poi c'è il primo pilota, il secondo pilota, il tecnico di bordo, le hostess, gli steward, la
18:15 Primo Aviere
06 dic - Vai alla news »
E pensare che per alemno cinquant'anni, sino al 2011, quella era una base militare dove sono transitati, abitandoci, migliaia di soldati, so
18:12 mvb
06 dic - Vai alla news »
Caro signore: spiace doverLe rammentare come funzione l'economia di mercato, ma adesso provvedo. Il centrodestra lascia nel 2006 ed in quel
18:03 Musicisti
06 dic - Vai alla news »
Tutto normale: la cinese suona il flauto e l'italiano la tromba...
17:54 occhio a questi
06 dic - Vai alla news »
Il pericolo più grande corso dalla Repubblica in caso di una malaugurata vittoria del SI è stato sventato, ma abbiamo i precedenti dei refer
16:49 6,5
06 dic - Vai alla news »
sei milioni di euro evasi equivalgono a 6,5 euro a testa per ogni cittadino della provincia di Brescia, compresi i bambini.
16:27 @narciso
06 dic - Vai alla news »
perfetto intervento. Il non inquadrato Sandro è a sua insaputa già chiuso nella scatola... E lo hanno preso all'amo solo facendogli balenare
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...