Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Giovedì 08 Dicembre 2016 - Ore 15:21


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
A2A
Porta a Porta

Brescia, raccolta porta a porta: si parte con la zona verde

Brescia, nuovo sistema per la raccolta differenziata dei rifiuti: al via la terza fase, che coinvolgerà la cosiddetta “zona verde” ad ovest della città. Dopo le assemblee di quartiere, che hanno registrato anche in questa fase una straordinaria partecipazione con oltre 2900 presenze, e le operazioni di distribuzione del kit, che proseguiranno sino al 22 ottobre, il nuovo sistema per la raccolta differenziata dei rifiuti verrà avviato nella “zona verde” da giovedì 20 ottobre.

Si tratta, com’è noto, di un sistema di raccolta domiciliare combinata: carta, vetro, metalli e plastica saranno raccolti porta a porta una volta a settimana e gli appositi contenitori (individuali o condominiali) dovranno essere esposti il giovedì – dalle 18 alle 21 il vetro e i metalli (bidone verde) e dalle 18 alle 23 la carta e la plastica (bidone blu e sacco giallo) – mentre i contenitori dovranno essere ritirati entro le ore 9 di venerdì mattina.

Organico e rifiuti indifferenziati, invece, saranno conferibili in qualsiasi momento della giornata nei cassonetti stradali a calotta apribile con la tessera elettronica personale. La zona verde comprende i quartieri di Chiesanuova, Fiumicello, Primo Maggio, Villaggio Badia, Villaggio Violino, Porta Milano e Chiusure: gli abitanti sono poco più di 40 mila, mentre le utenze domestiche ammontano a 17.149 e quelle non domestiche a circa 2.640.

Positivi sin qui i risultati dopo l’avvio del nuovo sistema a Brescia: la percentuale di raccolta differenziata della “zona gialla” ha superato quota 63% e su valori analoghi è anche la “zona azzurra”.

Nell’intera città, considerando il periodo gennaio-settembre 2016 (quindi comprensivo dei mesi precedenti all’avvio del nuovo sistema, partito in aprile), la percentuale di raccolta differenziata è risultata del 42,3%, a fronte del 37,7% dello stesso periodo del 2015, con un incremento del 4,6%.

Risultati incoraggianti, che trovano la loro ragion d’essere nella fattiva collaborazione dei cittadini e che dimostrano come le opportunità e i vantaggi derivanti dal nuovo sistema di raccolta differenziata siano stati compresi e accolti con grande disponibilità e apertura al cambiamento.

Dati e percentuali che evidenziano una volta di più come l’avvio del modello di raccolta combinato porta a porta abbia riscosso generale apprezzamento incrementando sensibilmente la raccolta differenziata.

In questo quadro, vanno anche compresi i dati estremamente positivi del ritiro dei kit da parte della cittadinanza e degli operatori: nella “zona verde”, al punto di distribuzione centrale di via Reverberi e in quelli decentrati, la percentuale è arrivata a ieri sera (martedì 18 ottobre ndr.) all’81,2%. Per ogni informazione sono a disposizione il numero verde gratuito 800 437678 e il sito www.differenziatabrescia.it.

Inoltre, è stato attivato un apposito numero telefonico dedicato agli amministratori condominiali per richieste di informazioni inerenti le problematiche condominiali: 030 3553065.



Fonte: Comunicato stampa mer 19 ott 2016, ore 17.51
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
@DEGRADO?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Tu ti sei arreso, io no......
sab 22 ott 2016, ore 14.28
Immagine profilo
DEGRADO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Fate parte del DEGRADO, perché vi siete arresi al sistema, vivete in uno stato comunista che vi fa credere nella finta democrazia, obbligati a tenervi la mer%a in casa finché non vi dicono loro di toglierla
sab 22 ott 2016, ore 11.22
Immagine profilo
@DEGRADO?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Se credi nella differenziata e differenzi, come ho sempre fatto io, non hai bisogno del porta a porta, non credi? O pensi che il popolo sia bue e vada sempre obbligato a fare le cose? E, se lo pensi, non applicando la tariffa puntuale ma ancora i metri quadri e il numero di componenti, non premiando quindi chi differenzia, pensi che otterrai i risultati che auspichi?
ven 21 ott 2016, ore 18.35
Immagine profilo
@degrado
(UTENTE NON REGISTRATO)
Le sensazioni non sono fatti. però se ti fa contento... è come la raccolta porta a porta. Piace a te.
ven 21 ott 2016, ore 18.07
Immagine profilo
DEGRADO?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non resisto, è troppo divertente discutere con persone senza argomenti! Fa sentire più intelligenti. Quando poi ti dicono che sei una zuppa è la ciliegina sulla torta! Grazie
ven 21 ott 2016, ore 17.24
Immagine profilo
@degrado
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non fare il Pierino. So de dos. Che zuppa sei!
ven 21 ott 2016, ore 16.59
Immagine profilo
DEGRADO?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Scusi, mi sa elencare questi evidenti disagi? Perchè gli argomenti esposti dagli altri critici non mi sono sembrati molto solidi, magari lei mi sa dire qualcosa di un pò più concreto. Quindi secondo lei non vale la pena fare la differenziata perchè tanto l'inceneritore va lo stesso? Io sono dell'idea che bisogna dare l'esempio prima di puntare il dito contro altri. Comunque il suo commento è la dimostrazione che il mio primo commento era azzeccato...le vostre sono solo critiche dettate dagli ideali politici. Cercate di ragionare un pò per favore, la raccolta differenziata è una cosa indispensabile e l'unico modo per farla è il porta a porta, perchè la gente non ha abbastanza senso civico per farla indipendentemente. Poi scusi, si rende conto che meno differenziata si fa, più roba finisce nell'inceneritore?
ven 21 ott 2016, ore 16.34
Immagine profilo
Delbo NO!
(UTENTE NON REGISTRATO)
A noi! impongono la raccolta diffeRENZIata, con evidenti disagi, mentre poi l'inceneritore brucia (di notte, quando nessuno vede o può essere visto ma poco) rifiuti di ogni genere e da ogni dove riempiendo l'aria di mer** ed ingrasando le casse comunali e di qualche farabutto
ven 21 ott 2016, ore 16.08
Immagine profilo
DEGRADO?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Tariffa o non tariffa io differenzio perchè credo sia indispensabile differenziare e sono contento che ci sia il porta a porta che costringe tutti a farlo. Si chiama senso civico, io faccio la mia parte a prescindere da quello che fanno gli altri, tu hai bisogno di essere invogliato...cominci a a fare la tua parte invece di criticare. Dai, per favore, se volete contestare quello che dico portatemi un argomento consistente...
ven 21 ott 2016, ore 12.26
Immagine profilo
@DEGRADO?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Alla tua scelleratezza. Secondo te con il porta a porta e senza tariffa puntuale sei invogliato a differenziare?
ven 21 ott 2016, ore 11.58
Immagine profilo
DEGRADO?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Mai sentite delle argomentazioni tanto ridicole. Forse non vi rendete conto che differenziare, al giorno d'oggi, è di vitale importanza per la società stessa, l'ambientalismo non c'entra niente, ma avete presente quante tonnellate di rifiuti si producano ogni giorno? Volete che finiscano tutti nell'inceneritore o in qualche discarica? Se si è arrivati al porta a porta è perchè non si differenziava abbastanza lasciando la libertà di farlo ai cittadini. Libertà di buttare la spazzatura quando volete? Ma siete seri o era una battuta? Sapete cos'è il senso civico o guardate solo al vostro giardinetto deturpato da due bidoni e un sacchetto di plastica? Quella del medico che raccomanda di lavare il bidone della spazzatura è bellissima poi, perchè questa era una battuta di sicuro, vero? No perchè forse questo discorso stava in piedi buttando tutto nello stesso bidone come piace a voi, ma se mettete la carta nella carta, il vetro nel vetro e la plastica nella plastica, non riesco a capire che germi possano formarsi in questi materiali, visto che non mi risulta esistano microorganismi che si nutrano di materia inorganica. Forse questa cosa vale solo per l'umido e l'indifferenziata... che potete buttare quando volete nei cassonetti a calotta, ma anche se passassero una volta a settimana non vedo che problema ci sarebbe (e comunque dove il porta a porta comprende anche l'umido, quello lo ritirano 2 volte a settimana). Vediamo poi...ah i sacchetti che volano per strada! Mai pensato di mettere il sacchetto della plastica tra i due bidoni di vetro e carta per non farlo volare via? Troppo difficile, capisco. Sullo stipendio di quei poveracci che svuotano i bidoni di notte...no comment davvero...ma davvero. Quindi questi sarebbero i vostri argomenti contro la raccolta porta a porta? Ho perso tempo a scrivere questo lungo commento perchè sono davvero esterrefatto dai commenti che ho letto, non capisco se siano dovuti alla propaganda politica di qualche scellerato o alla scelleratezza dei singoli.
ven 21 ott 2016, ore 09.15
Immagine profilo
@ORRORE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ci obbligano a tenerci in casa lo sporco, a buttarlo quando dicono loro, a differenziare, e a pagare come prima. Anzi, passando nelle ore serali a raccogliere i bidoncini, gli addetti saranno pagati con la maggiorazione del serale notturno, mentre prima vuotavano mattina, pomeriggio e prima sera.
gio 20 ott 2016, ore 21.41
Immagine profilo
ORRORE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Mentre si dovrebbe dare la medaglia d'oro a chi ha inventato le rotonde con precedenza a sinistra che a differenza di quelle vecchie con precedenza a destra smaltiscono il traffico velocemente, altrettanto non è apprezzabile l'inventore della raccolta porta a porta. Un vero schifo sia per quegli antiestetici sacchetti per strada che volano via col vento e te li ritrovi in mezzo alla strada, sia perchè vengono aggrediti dalle intemperie e dagli animali ì, uomini compresi, sia per la libertà che tolgono alle persone di vuotare l'immondizia quando lo ritengono piu' opportuno. Una vera schiavitu' poco igienica. Se si pensa che i medici raccomandano di lavare il bidone dell'immondizia in casa 1 volta a settimana per i germi che nasconde, tenere figurarsi tenere l'immondizia in casa per piu' giorni per aderire alle fantasiose idee degli ambientalisti ed ecologisti che fra un po' arriveranno a pretendere di farcela mangiare l'immondizia.
gio 20 ott 2016, ore 19.45
Immagine profilo
@Condominio
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quindi questo sarebbe il VERO problema? Meglio lasciar perdere la differenziata allora, mi sembra davvero insormontabile...
gio 20 ott 2016, ore 15.52
Immagine profilo
Condomino
(UTENTE NON REGISTRATO)
Il vero problema del sistema di raccolta porta a porta di alcune frazioni di rifiuto, è per i condomini con più di 15 appartamenti: dove metto i contenitori condominiali? chi li porta fronte strada il giorno della raccolta?
gio 20 ott 2016, ore 15.41
Immagine profilo
@14.04
(UTENTE NON REGISTRATO)
Scusi, e lei mi sa dire cosa butta nell'indifferenziata ? Io ci butto mozziconi di sigarette, tovaglioli di carta unti e poca altra roba. Tutte le confezioni di alimentari (e non) sono in plastica o carta, bottiglie e lattine sono di vetro e metallo, gli scarti di cibo vanno nell'umido...mi viene in mente davvero poca roba che non vada differenziata...cera mica? Ma voi la differenziata la fate o fate finta? Oppure non avete ancora cominciato e già vi lamentate? Anch'io mi ero lamentato del fatto che i cassonetti con calotte non fossero in strada il giorno in cui è iniziata, ma nel giro di un paio di giorni erano al loro posto. Il mio nucleo è composto da due persone.
gio 20 ott 2016, ore 14.18
Immagine profilo
@DEGRADO?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Due sacchetti al mese di indifferenziata ? Complimentoni. Ma, ci scusi, da quante persone è composto il suo nucleo famigliare ? Così giusto per aiutarci a cambiare velocemente e...spegnere l'inceneritore si A2A da 800.000 tonnellate di rifiuti l'anno.
gio 20 ott 2016, ore 14.04
Immagine profilo
DEGRADO?
(UTENTE NON REGISTRATO)
Leggo tanti bei commenti fatti per partito preso. Il degrado sarebbe quello provocato da due contenitori e un sacchetto di plastica fuori dal cancello di casa una sera a settimana? Quindi i vecchi cassonetti dell'indifferenziata in cui finiva di tutto e puzzavano di cadavere a metri di distanza non erano degrado? E non si possono usare i vecchi cassonetti per l'indifferenziata e l'umido ancora per qualche giorno, intanto che li sostituiscono con quelli a calotta, vero? Troppo complicato, meglio lamentarsi anche delle cose positive come la differenziata. Io da quando c'è la differenziata nella mia zona mi trovo meglio e mi sono reso conto di quanta poca indifferenziata si faccia, differenziando tutto il resto (io butto un sacchetto o al massimo due al mese). Il degrado che vedo io è solo quello culturale di chi, per motivi politici, critica una cosa positiva come la differenziata e fatica a digerire qualsiasi cambiamento, anche in meglio.
gio 20 ott 2016, ore 13.56
Immagine profilo
nani
(UTENTE NON REGISTRATO)
Grazie la giunta del FARE del sindaco del bono.
gio 20 ott 2016, ore 12.40
Immagine profilo
DEGRADO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Avanti così DEGRADO brescia
gio 20 ott 2016, ore 12.34
Immagine profilo
Residente
(UTENTE NON REGISTRATO)
Mi chiedo come sia partita, mancano ancora i cassonetti con calotta per l'indifferenziata! Una caxxata pazzesca insomma! W lo schifo!
gio 20 ott 2016, ore 12.03
Immagine profilo
bibi
(UTENTE NON REGISTRATO)
altro quartiere nella schifezza.
mer 19 ott 2016, ore 22.13
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
15:15 italiano
08 dic - Vai alla news »
bello figo é italiano. sicuramente ha fiuto perché attrae l'attenzione di tutti: i razzisti vedono in lui la conferma delle loro paure, gli
15:11 @vero
08 dic - Vai alla news »
Che i clienti siano bresciani o extra non cambia nulla. Le vittime invece sono tutte straniere e non a caso: sono le più deboli. Ci vorrebbe
15:11 omen nomen?
08 dic - Vai alla news »
potrebbe essere tutto tranne quello che dice il suo nome d'arte.... ma anche per il resto, per essere uno che "spopola" si nutrono forti dub
15:01 @Sandro Belli
08 dic - Vai alla news »
Bisogna analizzare dove va realmente il Paese, non dove vorrebbe farlo andare per forza qualcuno. Vede, Belli, il fatto che 75% dei giovani
14:56 VERO RAZZISMO
08 dic - Vai alla news »
PUTTANIERI EXTRACOMUNITARI CHE VIOLENTANO POVERE RAGAZZE CINESI NON CONSENZIENTI CHE CONSIDERANO LE DONNE PER DI PIU' STRANIERE COME ESSERI
13:59 BRAVO!!!
08 dic - Vai alla news »
Grazie Bello Figo perchè le tue canzoni dimostrano ai nostri governanti quanto siano stati ingenui e creduloni nel ritenere che tutti color
13:41 a 12.35
08 dic - Vai alla news »
Io ho parlato in senso generale. Ed è dalla somma delle trasmissioni TV e dei TG che emerge che è cresciuta la paura. Se penso poi che per m
13:37 Sandro
08 dic - Vai alla news »
Stiamo a vedere se i " sapienti del No" sapranno ridurre il numero dei parlamentari ( 215 senatori in meno ), dar un segnale di diminuzione
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...