Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalitÓ illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Mercoledì 18 Gennaio 2017 - Ore 00:24


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
L'INTERVENTO
Mottinelli

SanitÓ, Mottinelli: preoccupato per la situazione della Val Camonica

Il presidente della Provincia di Brescia, Pier Luigi Mottinelli esprime  nuovamente  forte preoccupazione sul futuro della Sanità in particolare in Valle Camonica, non solo perché ha sempre ritenuto che con la riforma regionale la Valle Camonica ha perso l’autonomia che aveva ottenuto nel 1998, per essere accorpata  nell’ATS di Montagna, con Sondrio e l’Alto Lario, assetto peraltro contestato anche dai sindaci di quel territorio, ma  alla luce  anche della recente decisione di chiudere 13 posti letto dei 26 di riabilitazione dell'Ospedale di Edolo.

“Accolgo con piacere, come impegno politico, non per competenza, l’invito fatto dall’ex Consigliere Regionale, già Presidente della Commissione Sanità, Arturo Minelli, che  ha chiesto l’intervento della Provincia per convocare gli Stati Generali della Sanità, in modo da analizzare i problemi legati alla Valle Camonica, con particolare riguardo agli ospedali di Edolo ed Esine. La sperimentazione sanitaria di Regione Lombardia dovrebbe vedere gli enti locali  con competenze di indirizzo e controllo e con un ruolo più attivo e partecipato.

Pertanto invito il Presidentedella Comunità Montana di Valle Camonica, Oliviero Valzelli, e  i neoeletti Gian Bettino Polonioli ed Elena Broggi,  della Conferenza dei Sindaci ( ATS) a raccogliere  insieme alla Provincia tale sollecitazione.

In  occasione della visita a Brescia del Ministro della Sanità Lorenzin, unitamente al Rettore dell’Università degli Studi di Brescia, Maurizio Tira, Il Presidente Mottinelli aveva  richiesto la convocazione degli Stati Generali della Sanità Bresciani,  quale mome nto di riflessione sull'attuazione della sperimentazione regionale in considerazione della  vastita' del territorio e del e numero di popolazione ma anche della presenza  delle nostre Valli,  dove non esiste la sanità privata e   pertanto, quella pubblica assume il ruolo di unico presidio della salute. 

La presenza di medici e infermieri è necessaria soprattutto nelle zone più periferiche e occorre intervenire per rendere attrattive quelle strutture. 

“Siamo passati da una fase  forse  di troppa  presenza  dei comuni nella sanità a una fase, quella odierna, in cui i comuni sono da essa esclusi– ha proseguito Mottinelli – per questo motivo rispondo a Minelli che sono disponibile affinché la Provincia, unitamente alla Comunità Montana della Valle Camonica e ai Comuni,  si candidi a organizzare gli Stati Generali della Sanita'  e dei servizi sociali  delle autonomie locali, con tavoli di coordinamento dove Conferenza dei Sindaci e rappresentanti di categoria degli operatori sanitari possano lavorare con le strutture ospedaliere camune, per affrontare i problemi che stanno indebolendo la Sanità della Valle, a discapito della qualità dei servizi che invece, in una zona montana ha bisogno di maggiore tutela e di maggiori sinergie.

Come dichiarato anche dal Segretario Provinciale della CISL di Brescia e Valle Camonica Francesco Diomaiuta, anche per la Provincia di Brescia l’interesse è la tutela dei cittadini e del diritto alla loro salute, che non deve passare per tagli e ridimensionamenti dei servizi, soprattutto nelle zone particolarmente disagiate, che non hanno la fortuna di abitare nei dintorni di grossi centri urbani.  



Fonte: Comunicato stampa sab 29 ott 2016, ore 13.14
L'editore si riserva la possibilitÓ di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
00:13 Incredibile !
18 gen - Vai alla news »
Incredibile Fabius ! I dilettanti allo sbaraglo furono dal 2008 al 2013 il duo Parolfi (Paroli e Rolfi) e la loro Giunta di "giovani di stud
21:54 Gino
17 gen - Vai alla news »
Per fortuna che ci sono persone serie che sanno cosa devono fare.Questo candidato avrebbe portato alla sconfitta certa come il precedente Ca
21:25 considerazione
17 gen - Vai alla news »
Vero. Infatti sia la chiesa che i musulmani combattono la modernitÓ, il laicismo, il diritto di scegliere consapevolmente e non costretti da
21:17 klero
17 gen - Vai alla news »
Questi non distruggono la chiesa, che sarÓ sempre pi¨ ricca, ma distruggono noi e le nostre tradizioni. Bisogna assolutamente togliere l'8 p
20:20 Beluhinlgailm
17 gen - Vai alla news »
мос ;квk 2;Бе 83;ух 080;н Дми ;трl 0;
20:10 a 19.52
17 gen - Vai alla news »
Se questo dovesse succedere come ci ha giÓ peraltro detto Gabrielli, significa che o siamo giÓ pieni di terroristi, oppure anche quelli che
19:52 @NONNA
17 gen - Vai alla news »
Ci faranno soccombere quelli come te. State facendo il gioco dell'ISIS. State creando nuovi terroristi. Il primo attentato in Italia forse e
19:23 @se tanto
17 gen - Vai alla news »
Meglio di no: in mezzo a quella brutta gente che sono i preti non c'Ŕ nulla da imparare. E poi meglio che servano la societÓ che gente come
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La pi¨ grande comunitÓ italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...