Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Giovedì 19 Gennaio 2017 - Ore 09:53


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
LA POLEMICA
Martinazzoli

Sanità camuna, Martinazzoli (Lega): allarmismi immotivati

"Trovo immotivati gli allarmismi lanciati in questi giorni da alcuni esponenti politici locali relativamente ad un fantomatico ridimensionamento della struttura sanitaria camuna." Così il consigliere Regionale della Lega Nord Donatella Martinazzoli, intervenendo nella discussione apertasi in questi giorni sul futuro della sanità camuna. Un dibattito su cui è intervenuto anche il presidente della Provincia Pier Luigi Mottinelli.

"La polemica in merito alla riabilitazione di Edolo – continua l'esponente del carroccio - come ben sa chi l'ha innescata, è inesistente e pretestuosa, in quanto è stata avviata semplicemente una procedura burocratica atta a regolarizzare la situazione già esistente, visto che dei 25 posti che vengono utilizzati solo una parte avevano ricevuto l'accreditamento regionale. Procedura che verrà ovviamente conclusa con l'accreditamento totale di tutti i 25 posti attualmente disponibili.

Così come pretestuosa è la polemica in merito ad un ridimensionamento dell'intero sistema sanitario della Valcamonica. Il POAS (piano di organizzazione aziendale strategica) deliberato lo scorso 26 ottobre infatti garantisce: il riconoscimento, in quanto area montana, del ruolo degli Ospedali di Esine e di Edolo, in particolare nelle filiere dell'emergenza urgenza e delle patologie tempo dipendenti; il mantenimento delle strutture complesse, necessarie per garantire professionalità elevate nelle branche specialistiche per le quali, in caso contrario, i cittadini della Valcamonica sarebbero obbligati a spostamenti superiori ai 60 minuti; la predisposizione dell'assetto organizzativo necessario per dare corpo ai progetti di presa in carico delle patologie croniche, per le quali l'ASST in accordo con l'ATS della montagna, ha già predisposto un progetto iniziale.

È inoltre previsto un rafforzamento della collaborazione con le altre ASST che confinano con la Valcamonica per l'attivazione di dipartimenti interaziendali: con l'ASST di Franciacorta nel campo dei servizi (Laboratorio, Anatomia Patologica, Radiologia, SIMT) e in quello materno infantile con gli Spedali Civili di Brescia, consolidando un rapporto già attivo da anni, con l'intento di garantire presso l'ospedale di Esine volumi di attività necessari e sufficienti per mantenere in loco la capacità produttiva. Questo al fine di diventare punto di riferimento per l'intera Valle garantendo risposte rapide, ma anche presenza di posti di lavoro in area svantaggiata;

Qualcuno – conclude Martinazzoli - fa leva sulla sensibilità delle persone paventando scenari tanto catastrofici quanto surreali solamente per ritagliarsi un quarto d'ora di visibilità che altrimenti faticherebbe ad avere. I continui allarmismi, ancorché infondati, creano una situazione di sfiducia nella popolazione locale inducendola perciò a rivolgersi altrove per servizi che vengono già erogati con standard qualitativi eccellenti in Valcamonica. Paradossalmente chi dice di volere il bene della sanità di Valle, così facendo la danneggia solamente."



Fonte: Comunicato stampa mar 01 nov 2016, ore 11.37
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
08:28 Perchè?
19 gen - Vai alla news »
Non capisco perché fa differenza per Brescia se si vota nel 2017 o nel 2018.
08:20 arridatece le p
19 gen - Vai alla news »
Troppo complicate le proporzioni professor Bragaglio arridatece le profezie che almeno anche se son sbagliate almeno son più chiare
08:15 Apollo
19 gen - Vai alla news »
Corsini sarà stato pure al 46% di gradimento, ma sapeva cosa significa governare una città. Allora esisteva la politica, coi suoi pregi e li
06:31 Altro
19 gen - Vai alla news »
Quante menate.I problemi sono il lavoro e la salute, non un sondaggio.Dovete smetterla di parlarvi addosso e dare una mano alla gente. Del B
06:27 Consenso
19 gen - Vai alla news »
Corsini era al 46% ora, se lei Bragaglio era in quella Giunta non mi pare sia il più adatto a consigliare il nostro sindaco, e poi, siete de
00:42 @Sandro
19 gen - Vai alla news »
La maggioranza è salda, l'opposizione non è mai esistita, il privato è egoista per sua natura e non cambierà mai, Giunta e Sindaco non ascol
00:33 Bragagliadamus
19 gen - Vai alla news »
Eccola la profezia in pefetta sestina di Nostradamus." All'urna d'aprile il rosso si beffa del bono accordo con la croce in scudo. Del verde
00:29 Cittadino
19 gen - Vai alla news »
Io non sono né di destra né di sinistra, ma vi ricordate Paroli? Del Bono non sarà appariscente ma 1000 volte quello che sta facendo lui per
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...