Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



22 Gennaio 2017 - Ore 23:28


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
LE REAZIONI
BECCALOSSI

Fiesse, gente in piazza dopo l'arresto dell'aspirante terrorista. Beccalossi: governo beffa

“Grave e pericolosa. Non può essere definita in altro modo la gestione dell’immigrazione da parte del Governo. Suona come una grandissima beffa constatare che a Fiesse, comune della Bassa bresciana di circa duemila abitanti, dove ieri è stato arrestato un kosovaro con l’accusa di essere molto vicino alle idee dell’Isis, nei giorni scorsi Renzi aveva ‘spedito’ una ventina di profughi. Lo stato di tensione della gente verso queste situazioni è in forte. A testimoniarlo è il fatto che oggi nella piazza del paese si è radunata, con una composta e civile preoccupazione, moltissima gente e che a esprimere solidarietà c’erano anche i sindaci dei Comuni limitrofi”.

Lo afferma l’assessore regionale al Territorio e dirigente di Fratelli d’Italia, Viviana Beccalossi, che nel primo pomeriggio si è recata a Fiesse per esprimere vicinanza al sindaco della cittadina bresciana, Chiara Pillitteri, affrontando con lei i temi dell’immigrazione e della sicurezza. Proprio ieri a Fiesse si è verificato l’arresto del 24enne Kosovaro Gafurr Dibrani con l’accusa di apologia dei delitti di terrorismo jihadista e istigazione a commettere atti di terrorismo, con l'aggravante dell'uso di strumenti informatici.

“In piazza – spiega Viviana Beccalossi - c’erano molte persone e anche i sindaci dei vicini comuni di Bagnolo Mella, Ghedi e Seniga che hanno così voluto civilmente dimostrare come il malessere sia sempre più diffuso. Impossibile separare l’episodio dell’arresto dai temi legati alle politiche sull’immigrazione, che creano problemi non solo nelle grandi città, ma anche nella provincia fatta di piccoli centri dove tutti si conoscono”.



Fonte: Comunicato stampa ven 04 nov 2016, ore 17.15
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
Maigret
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sospetti male.
sab 05 nov 2016, ore 16.15
Immagine profilo
a 9.38
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non solo tanti italiani, e lo dicono in tante TV dove possono esprimersi liberamente, sospettano che questa invasione sia stata concordata a tavolino, anzi in molti parlano di piano Kalergi che non conosco cosa sia. Ma come fai a sapere che gli Stati Europei che chiudono i confini verso di noi non sospettino la stessa cosa parimenti? Comunque che brava la Borgonzoni della Lega stamattina su Omnibus a LA7 a contrastare l'immigrazione, e c'era anche uno sconosciuto signore esperto di sicurezza che verificherò chi sia che ha contrapposto all'accoglienza buonista degli altri presenti che giustificavano l'invasione con il dovere di non farli partire. E questi a rispondere come si fa a non farli partire e ad accordarsi con la Libia. Ma come? E l'ONU deputata a proteggere i profughi cosa sta facendo? E l'UNIONE AFRICANA qualcuno l'ha chiamata a a spiegare perchè non rispetta la Convenzione Africana Rifugiati che impone a questa Unione Africana di trovare asilo agli Africani in Africa? E poi chi scappa dalla Libia non sono Libici ma tutti appartenenti ad altri Stati Africani non in guerra e ci vogliono far credere e pare una barzelletta che questi possano vantare il diritto di non riprendersi i propri cittadini? Ma quando dalla Libia e dalla Tunisia hanno mandato via gli italiani costringendoli a lasciare li' tutto quanto, l'Italia si è forse rifiutata? Io conosco una signora che viveva in Tunisia ed è stata cacciata da questo Stato senza nulla! Siamo forse su scherzi a parte?
sab 05 nov 2016, ore 09.55
Immagine profilo
@BASTA
(UTENTE NON REGISTRATO)
Sospetti male.
sab 05 nov 2016, ore 09.38
Immagine profilo
BASTA
(UTENTE NON REGISTRATO)
Quel che è preoccupante è che l'informazione TV nemmeno ne pèarla. Parla volentieri di Calais ma non del problema invasione nei nostri porti. Parla di Obama ma non dei terroristi che abbiamo sparsi nel territorio, oltre ai tanti clandestini che spargono nei vari comuni in spregio alla contrarietà della gente che ormai non ne puo' piu'. Non parla di Respingimenti che si dovrebbero rendere operativi per i clandestini nel giro dio 50 giorni. Tutto qui li vogliamo tenere, oppure mandarli in Europa da chi non li vuole e forse comincia a sospettare che questa invasione sia stata concordata a tavolino. E intanto continuano a morire in mare.
ven 04 nov 2016, ore 19.06
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
20:28 Paigeunfor
22 gen - Vai alla news »
Hi! Where I can get the XRumer 16.0 for free?.. It's the best software for SEO and SMM. New 2017 release is incredible!...
20:14 @@considerazion
22 gen - Vai alla news »
Ah, perche' martinazzoli era molto presente, riceveva i cittadini, aveva un occhio di riguardo per la citta'... Si' l'occhio l'aveva: per in
20:04 @NONNA
22 gen - Vai alla news »
Ma va?
19:58 @NONNA
22 gen - Vai alla news »
Ma piantala! Hai rotto.
19:57 considerazione
22 gen - Vai alla news »
Bene! E' buona cosa. A quando una postazione al quartiere cesare abba? A folzano? Alla pendolina? In costalunga?
19:04 Gino
22 gen - Vai alla news »
Aria fritta, per dire e far sapere queste cose non serviva un comunicato dei presidenti. Cose dette e ridette niente di nuovo sotto il sole
19:04 Gino
22 gen - Vai alla news »
Aria fritta, per dire e far sapere queste cose non serviva un comunicato dei presidenti. Cose dette e ridette niente di nuovo sotto il sole
15:03 @@@considerazio
22 gen - Vai alla news »
Quello a cui la città non interessava proprio è senza ombra di dubbio Paroli: il numero uno dal dopoguerra, totalmente assente a Brescia ma
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...