Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Martedì 17 Gennaio 2017 - Ore 16:07


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL CASO
caparini

Breno, Caparini: giudice di pace soppresso perché il Comune non ha fatto ricorso

Non è stato possibile rivalutare la soppressione del giudice di pace di Breno in quanto "non risulta che il Comune di Breno abbia formalizzato l'istanza di mantenimento, assumendo gli oneri prescritti dalla legge", “questo nonostante l'ultimo provvedimento con il quale è stata perfezionata la procedura di riorganizzazione sia stato emanato nel maggio 2016”. La risposta del ministero è arrivata il 30 ottobre, dopo oltre due anni e mezzo che il leghista Davide Caparini ha depositato la sua interrogazione al Ministro della giustizia Orlando.

Nel testo Caparini ricordava che l'ufficio Brenese del giudice di pace copriva una vastissima zona e riguardava una popolazione quasi pari a quella della soppressa sezione distaccata del tribunale, dislocata su una lunghezza di almeno 70 chilometri di valle. Quindi evidenziava i gravi pregiudizi e disagi derivanti dalla soppressione della sezione distaccata di tribunale e che la chiusura definitiva anche dell'ufficio del giudice di pace di Breno avrebbe comportato ulteriori carenze e privazioni nell'accesso alla giustizia per gli abitanti della Valle, che sarebbero stati costretti ad ulteriori oneri e ad una spesa addirittura superiore al valore delle cause e dei processi.

Il parlamentare camuno sollecitava pertanto Orlando in merito alla necessità di mantenere a Breno l'Ufficio del Giudice di Pace, chiedendo anzi per quale motivo il Ministero non avesse accolto -come invece è stato fatto per situazioni analoghe come quelle di Chiari e Rovato - la richiesta avanzata dal Comune e dalla Comunità montana che si erano impegnati a mantenere a loro cura e spese gli uffici giudiziari di prossimità nel loro territorio. Ora la risposta, che riapre le polemiche.



Fonte: Comunicato stampa ven 04 nov 2016, ore 18.54
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
tanto
(UTENTE NON REGISTRATO)
tanto ormai il motivetto comune a tutti e' aumentare tasse e diminuire i servizi per i cittadini dal campo manutenzione strade al campo sanitario passando per quello giudiziario
dom 06 nov 2016, ore 16.39
Immagine profilo
Rovatese
(UTENTE NON REGISTRATO)
L'onorevole Caparini non dice nulla sul giudice di pace di Rovato, soppresso su esplicita richiesta del sindaco leghista del paese? Giudice di Pace che seguiva il triplo delle pratiche gestite da quello di Chiari. Non ho visto dichiarazioni di Caparini sui disagi legati allo spostamento a Brescia di avvocati e cittadini per le numersoe pratiche che erano in gestione a Rovato. Ipocriti!
sab 05 nov 2016, ore 14.57
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
15:29 PAOLO
17 gen - Vai alla news »
Secondo me, ciò che Max73 intendeva dire è che la legge è assurda, in quanto questi personaggi vengono puniti per motivi estranei alla fede
15:28 a 15.16
17 gen - Vai alla news »
Fanatico a chi? Penso che sapere con chiarezza cosa significhi libertà di religione sia il minimo che ci possiamo chiedere, visto che nessun
15:20 cretini
17 gen - Vai alla news »
I cretini ci sono già, sono quelli che sono appena stati condannati al DASPO perché hanno insultato con offese e saluti nazisti il corteo de
15:16 @??
17 gen - Vai alla news »
Stando a quello che dici bisognerebbe perseguirti per legge, visto che sostieni che i musulmani non dovrebbero avere il diritto di pregare.
15:14 Testa per testa
17 gen - Vai alla news »
Beh, allora la testa di Rolfi, visto il suo attuale ruolo in Regione, per il caso Stamina e il su endorsment frettoloso (video tuttora prese
15:06 @Max73
17 gen - Vai alla news »
Se capisci quello che leggi è scritto chiaro chiaro nell'articolo. Se poi ancora non capisci parlane con il Questore.
14:59 @GrandeEmilio
17 gen - Vai alla news »
Ora, via col tram: facciamolo partorire da Fermi, così andiamo sul sicuro. Nel senso di costi di progettazione ed esecuzione raddoppiati, mu
14:43 sgtegfsrhvs
17 gen - Vai alla news »
Evidentemente un corteo di musulmani è più civile di quattro disadattati bresciani: chissà come sarebbe finita a parti
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...