Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalitÓ illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Lunedì 16 Gennaio 2017 - Ore 18:24


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL CASO
ROLFI

Centro profughi a Montichiari, Rolfi: ci costerÓ oltre 3 milioni per i lavori

“Oltre 3 milioni di euro per adibire un’ex caserma, che dovrebbe essere vincolata alla necessità di sviluppo dell'aeroporto, a centro profughi rappresentano una vergogna nazionale.” Così ha sostenuto il vice capogruppo della Lega Nord in Consiglio regionale, Fabio Rolfi.

“In un momento in cui migliaia di connazionali sono sfollati a causa del terremoto e si fatica a trovare le risorse per l'assistenza, l'intervento sull’ex caserma Serini rappresenta un monumento allo spreco del denaro pubblico, una offesa ai cittadini italiani.

È necessario fermare questo scempio, anche con una mobilitazione popolare, pretendendo il rispetto delle norme vigenti, che inseriscono la struttura nel Piano d'Area dell'aeroporto e quindi la rendono non utilizzabile per altri scopi. Proprio a questo fine, martedì nell’Aula del Consiglio regionale, discuteremo una mia mozione dove si chiede alla Giunta regionale di difendere, anche in sede giudiziaria, il Piano d'Area di Montichiari, e di fare quindi quanto possibile per bloccare la realizzazione del centro profughi.

Montichiari ospita già più 100 aspiranti profughi, futuri clandestini, e già convive con noti problemi ambientali, che rendono questa comunità unica nel panorama nazionale in termini di criticità. Pensare di scaricare su questo paese anche il peso del più grande hub per immigrati del nord Italia significa accanirsi contro i suoi abitanti. In questo senso il silenzio assordante degli amministratori locali puzza parecchio di collaborazionismo, proprio quando invece servirebbe una reazione corale ad ogni livello istituzionale contro questa decisione sbagliata, irrispettosa e costosa, che rischia – conclude Rolfi – di aver serie ripercussioni sul futuro della comunità.”  



Fonte: Comunicato stampa dom 06 nov 2016, ore 13.50
L'editore si riserva la possibilitÓ di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
SICUREZZA
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ieri passava in sovraimpressione in TV ma nessuno ne ha parlato nemmeno nelle TV h24 che il Ministro tedesco avrebbe detto di riportare indietro i naufraghi. Sabato poi a Omnibus su LA7 un esperto di sicurezza e antiterrorismo avrebbe sostenuto che pur non mettendo in discussione il doveroso salvataggio di vite in mare non si possa prescindere non dall'idea della distribuzione in Europa bensi' da come impedire a queste persone che partano, perchŔ a queste persone va impedito di partire. Se non impediamo di partire consentiamo a organizzazioni criminali di lucrare a mo' di macelleria su ogni singolo uomo, su ogni singola donna, su ogni singolo bambino che sale su un barcone e arriva qua. Il nostro impegno morale di Stati Democratici e di ComunitÓ Europea dovrebbe essere quello di impedire che le persone rischino la vita permettendo di lucrare miliardi sulla pelle di queste persone. L'immigrazione clandestina frutta ad organizzazioni criminali tra i 4 e 6 miliardi ad oggi. E se lo dice un esperto di SICUREZZA e ANTITERRORISMO perchŔ non lo si dovrebbe ascoltare, dato che Ŕ quello che ormai pensano gran parte degli italiani calpestati?
lun 07 nov 2016, ore 10.23
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
17:58 modellotorino
16 gen - Vai alla news »
Magari il centro destra facesse come a Torino, facendo convergere i propri voti (altrimenti inutili) su un candidato 5S, per fare cambiare a
17:38 Viviano
16 gen - Vai alla news »
Ah, ecco, la Viviana adesso pensa di poter anche individuare delle precise gerarchie ecclesiastiche nell'Islam e persino di controllare tutt
17:28 la foto
16 gen - Vai alla news »
Ŕ volgare
17:14 @Temiamoci DelB
16 gen - Vai alla news »
Una Raggi in salsa bresciana non vuol dire niente, oppure basterebbe replicare una Appendino in salsa bresciana visto che proprio la consigl
17:12 @ORIO
16 gen - Vai alla news »
E' vero, ma come tu stesso dici, da noi le donne hanno dovuto lottare per secoli per emergere dalla totale sottomissione e anche adesso il m
17:02 Sondaggio 2
16 gen - Vai alla news »
I sondaggi sono credibili solo quando dicono che siamo bravi... e invece no: Del Bono perde punti!
16:52 Sondaggio
16 gen - Vai alla news »
Questo Ŕ lo stesso sondaggio che leggeva il sindaco di Pavia come il migliore d'Italia poco prima che fosse mandato a casa dai voti reali e
16:52 Sondaggio
16 gen - Vai alla news »
Questo Ŕ lo stesso sondaggio che leggeva il sindaco di Pavia come il migliore d'Italia poco prima che fosse mandato a casa dai voti reali e
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La pi¨ grande comunitÓ italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...