Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Giovedì 08 Dicembre 2016 - Ore 15:18


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
SICUREZZA
TRENI

Lombardia, da oggi 20 guardie armate sui treni della Bergamo-Milano

E' partito questa mattina sui 104 treni giornalieri delle tratte Milano-Bergamo via Treviglio e Bergamo-Treviglio il progetto sperimentale "Tratta sicura".

SPERIMENTAZIONE DI UN MESE SENZA ALCUN AUMENTO DEI BIGLIETTI - "Per un mese - ha spiegato l'assessore regionale alle Infrastrutture e Mobilita', Alessandro Sorte - su queste linee saranno in servizio 20 guardie giurate armate. Saranno impegnate in 9 squadre piu' una di riserva e riusciranno a coprire il 75 per cento delle corse quotidiane. Allo stesso tempo saranno potenziate anche le squadre anti evasione che accompagneranno le guardie armate. Ricordo anche che non e' previsto alcun aumento del biglietto per questo progetto sperimentale".

PRIMO TRENO ALLE 5.40, ULTIMO ALLE 23 - Il primo treno in partenza da Milano sul quale effettueranno servizio e' quello delle 5.40, l'ultimo quello delle 22.10. Il primo treno da Bergamo e' quello delle 6.02. L'ultimo quello delle 23.

PRIMO PASSO PER ARRIVARE A PIANO CON 300 GUARDIE - Si tratta dunque di un'evoluzione del percorso sperimentale avviato l'anno scorso con i vigilantes. "Se anche questa seconda fase – ha aggiunto Sorte - dara' i risultati sperati e che chi usa il treno per andare a scuola o al lavoro ci chiede, pensiamo di poter fare ancora di piu' mettendo in campo, nel prossimo anno, un Piano straordinario per la sicurezza sui treni con l'impiego di circo 250-300 guardie armate".  



Fonte: Comunicato stampa mar 15 nov 2016, ore 13.04
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
BENE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Meno male. Si potrebbe risolvere il 50% dei problemi se si rispettasse la direttiva europea 2013/33/UE che prevede che i richiedenti asilo che rientrano nell'art.8 di questa direttiva devono essere trattenuti in centri appositi e deve essere impedita la libertà di circolazione e se in questi centri non è possibile ospitarli si puo' collocarli in carcere ma lontano dai carcerati comuni e anche da coloro che non hanno presentato domanda di asilo . Hanno accesso a spazi all'aria aperta, ma non la libertà di circolare a quanto pare tra la gente. Percio' sembra proprio che coloro che non presentano domanda di asilo non possano stare sugli scogli di Ventimiglia o nei giasrdini di Como indisturbati ma in luoghi ivi compreso il carcere ed espulsi. Ma anche coloro che hanno presentato domanda di asilo e non si conosce nè l'identità nè la nazionalitAà, C'è pericolo di fuga o rappresentano un pericolo per la sicurezza della nazione, anche loro devono stare in luoghi dove deve essere vietata la libera circolazione. Altro che trovarseli per strada, nei parcheggi degli ospedali o dei supermercati, o a fare i lavavetri, tutti mestieri abusivi e mantenuti a spese degli italiani in Hotel. Non sembra che la direttiva europea consenta loro questa libertà. Chi l'avrà scritta questa direttiva visto che nemmeno i nostri rappresentanti europei ne parlano???
mer 16 nov 2016, ore 09.03
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
15:11 @vero
08 dic - Vai alla news »
Che i clienti siano bresciani o extra non cambia nulla. Le vittime invece sono tutte straniere e non a caso: sono le più deboli. Ci vorrebbe
15:11 omen nomen?
08 dic - Vai alla news »
potrebbe essere tutto tranne quello che dice il suo nome d'arte.... ma anche per il resto, per essere uno che "spopola" si nutrono forti dub
15:01 @Sandro Belli
08 dic - Vai alla news »
Bisogna analizzare dove va realmente il Paese, non dove vorrebbe farlo andare per forza qualcuno. Vede, Belli, il fatto che 75% dei giovani
14:56 VERO RAZZISMO
08 dic - Vai alla news »
PUTTANIERI EXTRACOMUNITARI CHE VIOLENTANO POVERE RAGAZZE CINESI NON CONSENZIENTI CHE CONSIDERANO LE DONNE PER DI PIU' STRANIERE COME ESSERI
13:59 BRAVO!!!
08 dic - Vai alla news »
Grazie Bello Figo perchè le tue canzoni dimostrano ai nostri governanti quanto siano stati ingenui e creduloni nel ritenere che tutti color
13:41 a 12.35
08 dic - Vai alla news »
Io ho parlato in senso generale. Ed è dalla somma delle trasmissioni TV e dei TG che emerge che è cresciuta la paura. Se penso poi che per m
13:37 Sandro
08 dic - Vai alla news »
Stiamo a vedere se i " sapienti del No" sapranno ridurre il numero dei parlamentari ( 215 senatori in meno ), dar un segnale di diminuzione
13:02 Scassamento
08 dic - Vai alla news »
Arensi da scasso ? Hanno scassato...loro e chi non sia ccorge dell'escalation della delinquenza e della malavita organizzata in Paese che no
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...