Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalitÓ illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Mercoledì 07 Dicembre 2016 - Ore 19:12


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
AMBIENTE
Ambiente

Consiglio regionale approva a maggioranza nuova legge su parchi e aree protette

Il sistema delle Aree protette della Regione (24 Parchi regionali, di cui 13 parchi naturali; 66 riserve naturali; 33 monumenti naturali; 101 parchi locali di interesse sovracomunale e 242 siti di "Rete Natura 2000"), fa riferimento da oggi a una nuova legge, approvata dal Consiglio regionale con 41 voti a favore, 22 contrari e nessun astenuto. La normativa ha l'obiettivo di semplificare la gestione (oggi affidata a 80 enti gestori) e di incentivare l'accorpamento volontario tra parchi esistenti. A tale fine si introducono 9 macroaree omogenee di riferimento, all'interno delle quali possono essere previste le fusioni.

"Per Regione Lombardia è una legge molto importante perchè interessa il 25% dell'intero territorio - ha detto il relatore Emanuele Monti (Lega Nord) - e per questa ragione abbiamo fatto un percorso approfondito, con circa 200 audizioni con i soggetti interessati. Partendo dal testo già ben fatto dalla Giunta regionale, abbiamo inserito una serie di emendamenti che vanno a modificare e dare un senso ancora più significativo a questo provvedimento che ha l'obiettivo di semplificare la gestione del territorio nell'interesse dell'utente finale, che è il cittadino lombardo, e di chi fa impresa in agricoltura nei territori protetti. Inoltre si danno più risorse agli enti parchi, che saranno i motori di questa legge, e si mantiene lo stesso grado di tutela della legge regionale 86/1983, che è un esempio in tutta Europa per le aree protette".

La legge, che porta il titolo "Riorganizzazione del sistema lombardo di gestione e tutela delle aree regionali protette e delle altre forme di tutela presenti sul territorio" ha come finalità il consolidamento della conservazione e della valorizzazione del patrimonio naturale e paesaggistico, l'incremento dei modelli di sviluppo sostenibile delle attività antropiche e il completamento della rete ecologica regionale.

Tra le norme approvate anche quella che, limitatamente ai danni agricoli causati da specie selvatiche nelle riserve e nei parchi naturali, viene permessa l'erogazione degli indennizzi regionali a condizione che siano stati effettivamente realizzati interventi di contenimento delle specie animali responsabili dei danni. Via libera inoltre a un emendamento che vieta la realizzazione di determinati impianti che svolgono attività di recupero o anche di smaltimento rifiuti (attività industriali), "fatto salvo il caso in cui tali operazioni siano già autorizzate".

L'individuazione delle nove macroaree è stata fatta considerando porzioni del territorio regionale che racchiudono uno o più ambiti territoriali, propedeutici per una progressiva aggregazione degli stessi ambiti. Ai PLIS (parchi locali di interesse sovracomunale) è consentito di partecipare a processi di aggregazione.

Queste le macro aree: la prima comprende i parchi di Campo dei Fiori, Pineta, Spina Verde, Groane, Valle del Lambro, Montevecchia e Valle del Curone, Bosco delle Querce; la seconda Grigna Settentrionale e Monte Barro; la terza Orobie Valtellinesi e Orobie Bergamasche; la quarta Alto Garda Bresciano, Adamello e la parte lombarda del Parco nazionale dello Stelvio; la quinta il Parco regionale del Mincio; la sesta Oglio Nord, Oglio Sud e Monte Netto; la settima Adda Nord, Adda Sud, Colli di Bergamo e Serio; l'ottava il Parco Agricolo Sud Milano e Nord Milano; la nona il Parco naturale lombardo della Valle del Ticino.




Fonte: Comunicato stampa mer 16 nov 2016, ore 12.07
L'editore si riserva la possibilitÓ di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
18:55 ORIO
07 dic - Vai alla news »
a 17.54 e 1826 - L'intelligenza bisogna possederla per poterla schiaffeggiare. Se ancora non avete capito in quale letamaio l'immigrazione c
18:28 castriota
07 dic - Vai alla news »
castrazione chimica
18:26 @NONNA
07 dic - Vai alla news »
Enciclopedia Treccani: Xenofobia (da ξέν&# 959;Ϛ, straniero, e ϕόβ&# 959;Ϛ, paura) significa paura d
18:25 fidel
07 dic - Vai alla news »
castrazione chimica
17:54 @ORIO
07 dic - Vai alla news »
Rispondere ai tuoi sbavanti neurodeliri significherebbe assestare un potente manrovescio alla propria intelligenza.
14:50 MERKEL
07 dic - Vai alla news »
la Merkel si Ŕ svegliata troppo tardi. Ma i nostri media l'hanno appena accennato sottovoce il discorso che ha fatto e piu' che condivisibil
14:50 MERKEL
07 dic - Vai alla news »
la Merkel si Ŕ svegliata troppo tardi. Ma i nostri media l'hanno appena accennato sottovoce il discorso che ha fatto e piu' che condivisibil
14:49 Sapienti del NO
07 dic - Vai alla news »
Ci dica (la Repubblica Italiana Ŕ nata qualche anno prima di Lei, Sandro Belli) come ridurre davvero Lei i costi della politica che sono ben
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La pi¨ grande comunitÓ italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...