Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Lunedì 16 Gennaio 2017 - Ore 18:21


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
IL CASO

Terrorista

Tunisino di Edolo espulso, era pronto a compiere un attentato in Italia

Sono inquietanti i contorni dell'espulsione del Ben Dhiab Nasredine, ricondotto d'urgenza in patria su decisione del ministero dell'Interno. Il 22enne residente a Edolo, infatti, stava programmando un attentato in Italia. Secondo una nota del ministero, l'uomo “a metà novembre 2016 aveva ricevuto indicazioni, da persona a lui nota, di compiere attentati in Italia simili a quelli compiuti in Francia e in Belgio, per ritorsione contro le operazioni dell'Italia in Libia”. L'attentato, per fortuna, non ci sarà: Nasredine è stato accompagnato ieri da personale della Questura di Brescia a Malpensa per un volo che lo ha portato a Tunisi dopo uno scalo a Roma. Ma la paura resta.



Fonte: Comunicato stampa gio 29 dic 2016, ore 13.38
L'editore si riserva la possibilità di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
@NONNA
(UTENTE NON REGISTRATO)
Certo, giusto fare chiarezza, pero` meglio evitare gli allarmismi.
lun 02 gen 2017, ore 18.19
Immagine profilo
a 13.16
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ti ringrazio per aver fornito con precisione dati che io non avevo. Ma tu ha citato una decina di casi nel periodo 2007/2008. La televisione oggi ne ha invece citati 8 casi in 48 ore. Non ti pare che ci sia una sproporzione allarmante? Beato te che sei tranquillo, io no lo sono affatto soprattutto per le mie nipotine. Non credi dovrebbe essere il Ministero della salute a dover spiegare ed andare a fondo con grande urgenza su questo problema e le sue origini e uscire dal buco dove pare si sia nascosto?
lun 02 gen 2017, ore 15.02
Immagine profilo
@NONNA
(UTENTE NON REGISTRATO)
Troppo comodo cancellare la storia che da fastidio. Comunque In Italia l’infezione da meningococco è bassa con un’incidenza nella popolazione generale dello 0,25/100.000 abitanti. L’andamento delle infezioni da sierogruppo B è in calo nella popolazione generale senza l’uso della vaccinazione. Niente di nuovo. E’ esattamente quanto successe in provincia di Treviso nel dicembre 2007, quando si verificarono sette casi di meningite in persone di età compresa tra i 15 ed i 33 anni, con 3 decessi. In 6 casi il responsabile fu il meningococco C. Dopo il focolaio trevigiano si verificarono altri casi letali: il 5 gennaio 2008 morì un diciannovenne milanese; il 7 gennaio, a Rieti, un bimbo di 18 mesi; il 20 gennaio, a Lucca, una bimba rumena di 6 mesi. Altri due casi non letali furono identificati a Padova e a Mestre nel gennaio 2008. Anche allora, dalle pagine di tutti i giornali scattò l’allarme meningite. Ma l'odio (che alimenta il terrorismo) ne ha inventata un'altra.
lun 02 gen 2017, ore 13.16
Immagine profilo
a 10.11
(UTENTE NON REGISTRATO)
Oggi siamo nel 2017. Anche se l'ultima malattia completamente debellata sembra ancora essere la poliomelite e Sabin non è nemmeno stato insignito del premio Nobel nemmeno post-morte, una vera vergogna. Magari fossimo arrivati al punto in cui nessuna malattia rappresenta piu' un problema, ma non è cosi' e la Meningite sta mietendo vittime come non si era mai sentito prima. Proprio stamattina in TV hanno detto che è particolarmente presente nell-Africa sub-shariana e lo si legge anche in internet, per cui il dubbio che sia stata acuita con questa invasione incontrollata sotto tutti i punti di vista, puo' portare anche a dubitare che ci siano delle analogie. Ma figurati per tutelare gli invasori è persino vietato parlarne!!!
lun 02 gen 2017, ore 11.13
Immagine profilo
@MENINGITE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Anche se i migranti non c'entrano nulla con la meningite, nessuno ti ha mai detto che ci sono molti piu` morti di influenza ogni anno? Pensa invece ai nativi americani e australiani che prima dell'invasione dei coloni europei non conoscevano malattie. Dopo, i pochi che si salvarono dai massacri morirono delle epidemie a loro trasmesse dai coloni. Ci sono atroci realta` storiche che ci danno particolarmente fastidio. E quelli sono fatti inconfutabili, il resto sono sbrodolate psichiche che necessiterebbero di accertamenti specialistici.
lun 02 gen 2017, ore 10.11
Immagine profilo
MENINGITE
(UTENTE NON REGISTRATO)
Minniti andrà in Africa si spera per bloccare definitivamente gli arrivi dei clandestini ma anche perchè si stanno chiedendo in TV come mai ci sia una epidemia di meningite cosi' diffusa e mortale ? C'è chi sostiene che sia molto diffusa nell'Africa sub-shariana e non sarà che ce la stanno portando in Italia? La Ministra della salute dov'è???
lun 02 gen 2017, ore 06.54
Immagine profilo
a 18.01
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma chi è che sostiene che terrorismo e immigrazione siano la stessa cosa? Oppure che gli stranieri in quanto tali siano tutti terroristi? Semmai è solo nei confronti dell'ISLAM e degli appartenenti a questa civiltà/religione l'incapacità di saper distinguere per via di versetti di odio e morte verso miscredenti e infedeli contenuti nel Corano, mai annullati e verso i quali nessun musulmano ha mai preso le distanze. Gli islamici poi ci avevano avvertito da tempo che ci avrebbero sottomesso con l'utero delle loro donne e con le nostre leggi. Non esisteva ancora l'ISIS e nemmeno il terrorismo islamico, ed avevano capito già allora come sarebbe stato facile per loro avere la meglio su di noi per via delle nostre leggi colabrodo. Infatti tramite la concessione della cittadinanza facile e la maggiore prolificità degli islamici diventare maggioranza nel nostro Paese e in Europa sarebbe diventato piu' facile del previsto cosi' come sostituire la nostra Costituzione col Corano e la SHARIA. In Inghilterra già sono riusciti ad inserire i tribunali islamici ed è terribile che un Paese democratico come il Regno Unito possa aver concesso una simile realtà. E' strano da dirsi ma il terrorismo islamico ha portato semmai a riflettere di piu' su questa civiltà/religione sconosciuta (chi mai sapeva cosa fosse l'ISLAM fino a pochi anni fa) e di scoprirne gli aspetti negativi e pericolosi. Gli italiani protestano giustamente perchè l'immigrazione andrebbe gestita secondo le leggi e i bisogni di lavoro del Paese e dato che in Italia di lavoro non ve ne è piu' per gli italiani, nemmeno un immigrato dovrebbe piu' essere fatto entrare, ed invece ne stanno entrando a dismisura utilizzando leggi colabrodo come quelle sull'asilo e sui richiedenti asilo che andrebbero modificate subito. Ormai anche i piu' analfabeti l'hanno capito.
dom 01 gen 2017, ore 08.34
Immagine profilo
@controprova
(UTENTE NON REGISTRATO)
QUINDI?
sab 31 dic 2016, ore 19.51
Immagine profilo
controprova
(UTENTE NON REGISTRATO)
I terroristi vincono quando riescono a far credere a molti che l'immigrazione ed il terrorismo sono la stessa cosa, ovvero che gli stranieri in quanto tali sono tutti terroristi o potenziali, quando riescono e mettere italiani contro immigrati, occidentali contro musulmani. I terroristi non hanno l’obiettivo di farci la guerra, di conquistarci, di instaurare un califfato in Europa. É assolutamente impossibile. I terroristi vogliono …terrorizzare per provocare reazioni irrazionali e sbagliate a loro favore. Dopo l’abbattimento delle torri gemelle la reazione irrazionale é stata la guerra in Afganistan e poi Iraq: guerre disastrose che di fatto hanno dato man forte ai terroristi fino alla nascita dell’IS. Geniale e diabolico stratega é stato il regista dell’abbattimento delle torri gemelle, che ha utilizzato i nostri strumenti (materiali, di comunicazioni e sociali) per scatenare reazioni irrazionali e condurci fino a qui. Dove vuole portarci ora il terrorismo? Fa parte degli obiettivi del terrorismo indurre una spirale di odio anche all’interno della nostra società, contro gli immigrati, contro i musulmani in quanto tali. Spaccare le nostre società, scatenare le forze conservatrici e xenofobe subito pronte a reagire in modo irrazionale oggi in Europa, come nel 2001 in America. Cerchiam o di non farci vincere dalla paura. La miglior risposta al terrorismo e non farci terrorizzare, ma usare il cervello ed il cuore insieme.
sab 31 dic 2016, ore 18.01
Immagine profilo
a 13.34
(UTENTE NON REGISTRATO)
La prova che i terroristi hanno vinto su di noi italiani ed europei è che a differenza del passato le nostre città sono sorvegliate come non mai. Che due poveri poliziotti che hanno avuto a che fare con questo terrorista richiedente asilo libero di circolare per tutta europa facendo ciò che voleva, ora corrono il rischio di ritorsioni islamiche!! E tutto per aver fatto entrare senza controllo e senza identificazione chiunque lo volesse concedendogli libertà della quale non aveva diritto. Ciao, vado a fare la spesa . Buon anno anche a te che fai finta di non capire!!!
sab 31 dic 2016, ore 13.54
Immagine profilo
controprova
(UTENTE NON REGISTRATO)
La controprova che i terroristi hanno vinto su quelli come nonna assurda é che ha invaso i loro cervelli e pensano (e commentano) solamente argomenti sull'mmigrazione, rifugiati, islam, facendo di tutta un erba un fascio. Lo decidono i terroristi il pensiero delle nonne assurde.
sab 31 dic 2016, ore 13.34
Immagine profilo
a 8.19
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma che cosa dici? Proprio poco fa una notizia in TV a dir poco inaspettata!!! Sembra ci sia una stretta sui clandestini e un via alle espulsioni!!! Era ora che questo Governo si accorgesse che furbi e terroristi del mondo ci stanno calpestando nei nostri piu' elementari diritti a causa di leggi assurde e da cambiare subito sull'ASILO che incentivano l'invasione e la sopraffazione di popoli sugli altri. Chissà se si sono accorti di aver ratificato della direttiva europea 2013/33/UE piu' che altro l'assurdo art. 7 che prevede massima libertà per i richiedenti asilo che altro non sono che sconosciuti dei quali non si ha certezza nè di vera identità nè delle loro intenzioni, cosi' discriminandoci palesemente e ledendo la nostra sicurezza ed invece non hanno ratificato totalmente i piu' giusti e protettivi art. 8 e 10 che prevedono invece il collocamento anche dei richiedenti asilo in centri specifici privandoli della libertà di circolazione. Sembra di si leggendo l'articolo della Sarzanini sul Corriere che andrò a comprare. Di certo se la Germania avesse agito secondo l'art. 8 e 10 della direttiva 2013/33/UE e non secondo l'art. 7 il terrorista di Berlino non avrebbe fatto ciò che ha fatto e nemmeno sarebbe venuto cosi' liberamente in Italia . E adesso quei poveri poliziotti che hanno avuto a che fare con lui possono subire ritorsioni islamiche?!?! Se questa non è assurdità come la chiameresti?
sab 31 dic 2016, ore 11.04
Immagine profilo
moderni
(UTENTE NON REGISTRATO)
I terroristi islamisti sono molto più moderni di noi, purtroppo. Riescono ad utilizzare il nostro sistema di formazione dell'opinione pubblica per far ragionare le persone come fa nonna assurda, che diventa strumento inconsapevole della strategia terrorista.
sab 31 dic 2016, ore 08.19
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Ma costui a che titolo era in Italia? Per caso l'Italia gli aveva già concesso la cittadinanza italiana? Non abbiamo queste informazioni!!! Intanto sarebbe doveroso che venisse spiegato agli italiani se concedere cittadinanza agli islamici senza saper distinguere se siano terroristi o non terroristi e senza avere la certezza che prendano le distanze dai versetti di odio e morte contenute nel Corano, rappresenti o meno una discriminazione verso gli italiani.? Esiste per noi questo diritto di saperlo oppure no? Perchè una volta raggiunta la maggioranza con la cittadinanza costoro possono sostituire la nostra Costituzione col Corano e la Sharia e chi glielo potrà impedire? Concedere loro cittadinanza non è discriminatorio e pericoloso perchè potrebbero sovvertire la nostra democrazia immettendo la loro teocrazia oppure no? Qualcuno lo puo' considerare e valutare e sospendere la concessione della cittadinanza fino a che non c'è una risposta ?
sab 31 dic 2016, ore 07.11
Immagine profilo
a 21.44
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non sembra proprio che i terroristi vivano solo nel web, quelli delle stragi di Parigi, Nizza, Bruxelles, Berlino vivevano tra noi e si vede cosa hanno combinato e sono tutti islamici. Ormai sono rimasti solo gli islamici ad odiarsi tra loro e farsi la guerra per un atavico odio per la discendenza da Maometto e odiare gli altri considerati miscredenti e infedeli per via di sconcertanti e orrendi versetti del Corano che istigano all'odio e alla morte che valgono per tutti gli islamici e dai quali i cosiddetti islamici moderati che non si sa chi siano se ne guardano bene dal prendere le distanze. Come si fa a distinguere i buoni dai cattivi nessuno ce lo ha ancora spiegato e intanto veniamo discriminati perchè si continua ancora a concedere cittadinanza agli islamici nonostante non si sappia distinguerli e ben sapendo che una volta raggiunta la maggioranza non esiteranno un solo istante a sostituire la nostra Costituzione col Corano e la Sharia. Già oggi in tutte le TV ci stanno facendo vedere di come a causa di tutta la sottovalutazione anche dell'invasione e sull'asilo che andrebbe riveduto e corretto, gli islamici abbiano già messo in ginocchio tutta l'EUROPA sul piano della SICUREZZA e per via di probabili attentati. Le frontiere che andrebbero chiuse e subito sono quelle esterne perchè proprio ieri in TV ci hanno fatto vedere che in Tunisia i cittadini stanno protestando perchè non vogliono che rientrino in Patrias i terroristi e jhadisti loro connazionali che sono andati a combattere in Siria e se non li vogliono i tunisini che condividono con loro cittadinanza e Corano dove pensate che andranno??? C'è da scommetterci che ce li troveremo tutti qui da noi e pervia di leggi incostituzionali e discriminatorie che andrebbero eliminate subito, ci obbligheranno i disattenti sopra di noi che paghiamo tutti profumatamente a mantenere anche i terroristi islamici che ci vogliono morti decapitati!!! Bella prospettiva !!
sab 31 dic 2016, ore 06.27
Immagine profilo
frontiere
(UTENTE NON REGISTRATO)
chi vuol chiudere le frontiere non ha capito nulla: i terroristi passano lo stesso. Tutti i terroristi vivono in una realtà virtuale nel web, é lì che li trovi, non nelle moschee o nei centri islamici.
ven 30 dic 2016, ore 21.44
Immagine profilo
petrus
(UTENTE NON REGISTRATO)
mai visto un tunisino tanto grasso..... di solito arrivano magri scarni. mi so che questo si è molto radicalizzato..... a polenta e uccelli.....
ven 30 dic 2016, ore 09.44
Immagine profilo
RAGIONIAMO
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non si puo' non pensare riguardo al caso di Berlino che se la Germania avesse applicato a tutti i richiedenti asilo anzichè l'art. 7 della direttiva europea 2013/33/UE che prevede per i richiedenti asilo libertà di circolazione, comunque discriminatoria nei nostri confronti perchè è assurdo concedere libertà a persone delle quali non si conoscono nè vera identità nè intenzioni e oltretutto lesiva della nostra sicurezza, i piu' che giusti art. 8 e 10 che prevedono invece per tutti i richiedenti asilo che rientrano nei casi indicati dall'art. 8 (nel quale rientrano proprio tutti i richiedenti asilo) il TRATTENIMENTO in centri appositi privati della libertà di circolazione e se pieni l'art. 10 prevede il trattenimento in carcere però tenuti separati dai carcerati comuni e dai non richiedenti asilo, il TERRORISTA DI BERLINO non avrebbe potuto compiere l'attentato che ha compiuto in piena libertà di circolazione, perchè sarebbe stato TRATTENUTO IN UN CENTRO APPOSITO SENZA LIBERTA' DI CIRCOLARE E QUINDI SORVEGLIATO. Invece a causa di questa disposizione discriminatoria e lesiva della nostra sicurezza non solo ha potuto compiere l'attentato ma persino arrivare in Italia indisturbato e liberamente!!! Capito dov'è il colabrodo!!! Europa e Italia cancelleranno o no questo art. 7 subito o no? Metteranno tutti i richiedenti asilo in centri sorvegliati privandoli della libertà di circolazione o continueranno a privilegiarli in barba ai nostri diritti e alla nostra sicurezza finchè non succederà un patatrac???
ven 30 dic 2016, ore 08.26
Immagine profilo
???
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non è chiaro se era un richiedente asilo o lavorava in Italia o era semplicemente un clandestino? Questo aspetto rassicurante da mangiatore di bomboloni, ci fa capire che non ci si puo' fidare di nulla e di nessuno. Da ribadire che è assurdo che sia stato possibile rimpatriare in Tunisia questo giovane e non l'attentatore di Berlino. Leggi colabrodo da cambiare, cosi' come il diritto di asilo che incentivano l'invasione e fanno dilagare il terrorismo in Europa mentre l'ONU non ci spiega come mai in Africa non compie insieme all'UNIONE AFRICANA il proprio dovere di trovar asilo agli Africani in Africa, come prevede la Convenzione Africana Rifugiati oltre che la Convenzione di Ginevra del 1951. Come dar torto a TRUMP che ha detto in questi giorni e l'abbiamo letto in sovraimpressione in TV che l'ONU piu' che risolvere i problemi li crea, non all'altezza e spreco di tempo e di soldi. E nessuno lo approfondisce!!!
ven 30 dic 2016, ore 07.37
Immagine profilo
ciccio
(UTENTE NON REGISTRATO)
questo al massimo tirava i bomboloni alla crema
gio 29 dic 2016, ore 23.02
Immagine profilo
riflessione
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non era un rifugiato, non é arrivato in Italia con i barconi, non frequentava la moschea, si é radicalizzato su internet.
gio 29 dic 2016, ore 19.53
Immagine profilo
SIMON73
(UTENTE NON REGISTRATO)
Giusto. Meglio sotto 4 metri di terra perché se aspettiamo il corso della giustizia si rischia sicuramente che tra 10 anni si sta facendo ancora il processo...e poi lo risarciamo pure!!!
gio 29 dic 2016, ore 17.15
Immagine profilo
SIMON73
(UTENTE NON REGISTRATO)
Giusto. Meglio sotto 4 metri di terra perché se aspettiamo il corso della giustizia si rischia sicuramente che tra 10 anni si sta facendo ancora il processo...e poi lo risarciamo pure!!!
gio 29 dic 2016, ore 17.14
Immagine profilo
un altro bresci
(UTENTE NON REGISTRATO)
Nel caso ci fosse la certezza su ciò comunicato, la cosa migliore sarebbe metterlo sotto 4 metri di terra e ordinare il silenzio stampa!
gio 29 dic 2016, ore 16.33
Immagine profilo
un bresciano...
(UTENTE NON REGISTRATO)
Non capisco che senso ha rimandarlo indietro, se è veramente un terrorista lo si mette in carcere, altrimenti lo ritroviamo in italia tra qualche mese.
gio 29 dic 2016, ore 14.39
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
17:58 modellotorino
16 gen - Vai alla news »
Magari il centro destra facesse come a Torino, facendo convergere i propri voti (altrimenti inutili) su un candidato 5S, per fare cambiare a
17:38 Viviano
16 gen - Vai alla news »
Ah, ecco, la Viviana adesso pensa di poter anche individuare delle precise gerarchie ecclesiastiche nell'Islam e persino di controllare tutt
17:28 la foto
16 gen - Vai alla news »
è volgare
17:14 @Temiamoci DelB
16 gen - Vai alla news »
Una Raggi in salsa bresciana non vuol dire niente, oppure basterebbe replicare una Appendino in salsa bresciana visto che proprio la consigl
17:12 @ORIO
16 gen - Vai alla news »
E' vero, ma come tu stesso dici, da noi le donne hanno dovuto lottare per secoli per emergere dalla totale sottomissione e anche adesso il m
17:02 Sondaggio 2
16 gen - Vai alla news »
I sondaggi sono credibili solo quando dicono che siamo bravi... e invece no: Del Bono perde punti!
16:52 Sondaggio
16 gen - Vai alla news »
Questo è lo stesso sondaggio che leggeva il sindaco di Pavia come il migliore d'Italia poco prima che fosse mandato a casa dai voti reali e
16:52 Sondaggio
16 gen - Vai alla news »
Questo è lo stesso sondaggio che leggeva il sindaco di Pavia come il migliore d'Italia poco prima che fosse mandato a casa dai voti reali e
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La più grande comunità italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...