Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalitÓ illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di pi¨ o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.     Ho capito     Maggiori informazioni



Lunedì 16 Gennaio 2017 - Ore 22:58


Cronaca Nera Politica Società Economia Mobilità Ambiente Cultura Sport Curiose Interviste
Citta' ed hinterlandBassa brescianaFranciacorta e SebinoGarda e ValtenesiVal SabbiaVal TrompiaVal CamonicaRegione Lombardia
Banner A2A
Diminuisci il carattere Aumenta il carattere StampaInvia tramite mail
CULTURA
Gei

Il bresciano Renato Gei, e quel gol del 1939 pi¨ forte della propaganda fascista

Pubblichiamo, su gentile concessione di autori ed editore, un capitolo del libro "Brescia 110 e lode", che racconta i gol più belli della storia delle Rondinelle. Il libro, scritto dai giornalisti Marco Bencivenga e Ciro Corradini, è in vendita nelle edicole e nelle librerie bresciane. Nel capitolo che riportiamo, si racconta la storia della rete realizzata il 25 giugno 1939 contro la squadra della Reggiana. Un gol - quello di Renato Gei - che valeva la serie B, anche se le cronache dei giornali di regime in quei giorni erano più concentrati su altro...

PIU' FORTE DELLA PROPAGANDA

All’Oratorio della Pace c’è un campo spelacchiato sul quale i ragazzini inseguono il pallone tra una lezione di catechismo e l’altra. Ci sono le suore e due bambini vivaci ed intelligenti, tra i tanti, che non riescono a star lontani dal pallone. Suor Teresa li ha in simpatia e, tutte le volte che serve del latte, manda loro due a prenderlo. In cambio, al ritorno, ecco l’agognato pallone in cuoio da prendere a calci fino a quando il tramonto non costringe i due ragazzini, Renato e «Cecco», a tornarsene a casa. Renato Gei e Francesco «Cecco» Lamberti crescono insieme nella Brescia fascista e operaia degli anni ’30. Quello che ha maggior talento, o forse un pizzico in più di fortuna rispetto al compagno, è Renato. È nato il 1 febbraio dal 1921. È agile, scattante, un attaccante nato. Ha il gol nel sangue. Anche Francesco Lamberti non è male. Ha il fisico più massiccio del difensore. Diventerà, dopo una onesta carriera di giocatore, allenatore e direttore sportivo. Renato Gei viene notato dagli osservatori del Brescia. Gioca a pallone ma intanto studia e, chiusa la scuola, viene assunto come impiegato da una ditta che si occupa di idraulica. Ma il suo mestiere, anche se allora forse ancora non lo sa, è il calcio. Nel 1938-39 il Brescia milita nel campionato di serie C girone A. Il presidente Pier Carlo Beretta ha affidato a Evaristo Frisoni il ruolo di allenatore-giocatore. Frisoni II, per non confonderlo con il fratello Berardo, nota fin da subito quell’ala scattante e capace di andare in gol con continuità. Così lo fa esordire in prima squadra il 30 ottobre del 1938 nella gara che oppone il Brescia alla squadra dell’Alfa Romeo Milano. Renato non delude le attese e firma, dopo l’iniziale doppietta di Albini, il terzo gol del Brescia, la sua prima rete con la casacca delle rondinelle. Il campionato prosegue e il Brescia è protagonista assoluto. La squadra di Frisoni II conquista l’accesso alle finali che valgono la promozione in serie B insieme a Udinese, Savona e Reggiana. Il match decisivo si gioca a Reggio Emilia il 25 giugno del 1939. Chi vince ottiene la promozione. La gara è equilibrata. Al 60’ ci pensa Renato Gei a sbloccarla. È il gol che vale la serie B. Sui giornali Nazionali del tempo però quella sfida non merita più d’un trafiletto. Maggior spazio viene invece dato alla vittoria di un altro Brescia. È la squadra della G.I.L, la Gioventù Italiana del Littorio, che si aggiudica a Roma quello stesso giorno, la finale del terzo Campionato Nazionale dei Giovani Fascisti battendo per 3 a 1 la selezione di Teramo. Pedretti, Faita, che giocherà nel Brescia, e Patti gli autori dei gol che, almeno sui quotidiani Nazionali, oscurano la rete promozione di Renato Gei.



Fonte: Redazione ven 30 dic 2016, ore 16.38
L'editore si riserva la possibilitÓ di ripubblicare in qualsiasi momento i commenti (senza correzioni e mantentendo il riferimento all'articolo citato) anche su altri mezzi e altre testate del gruppo.

Lascia il tuo commento a questa notizia

Nome
Testo del commento
Per inserire il tuo commento copia le lettere e i numeri che trovi qui a sinistra nella casella vuota che trovi qui a destra

Non riesce a leggere il codice? Aggiorna


   

   
Lascia il tuo commento con Facebook

COMMENTI

Immagine profilo
Lenders
(UTENTE NON REGISTRATO)
BELLA STORIA!!!
sab 31 dic 2016, ore 00.23
Seguici su Facebook Seguici su Twitter Seguici su Youtube Fai di bsnews.it la tua pagina iniziale Feed Rss Contatti Chi Siamo

Registrazione | Cosa puoi fare col sito
Sondaggio
Rivolete il Bigio in piazza Vittoria?
SI
NO
NON SO

Sondaggi del mese

Ultimi commenti
21:40 Mi piace
16 gen - Vai alla news »
A mio avviso la Appendino, che Ŕ intima di Gamba, ma non il judoka amico di Putin, che telefona a Trump amico di Briatore, ma l'avvocata nos
20:56 20.54
16 gen - Vai alla news »
Tutti contro Del Bono, intanto erano trent'anni che aspettavamo il palazzetto e se fa anche lo Stadio sindaco d'Italia dobbiamo farlo!
20:55 20.54
16 gen - Vai alla news »
Tutti contro Del Bono, intanto erano trent'anni che aspettavamo il palazzetto e se fa anche lo Stadio sindaco d'Italia dobbiamo farlo!
20:55 Palazzetto
16 gen - Vai alla news »
Tutti contro Del Bono, intanto erano trent'anni che aspettavamo il palazzetto e se fa anche lo Stadio sindaco d'Italia dobbiamo farlo!
20:55 Palazzetto
16 gen - Vai alla news »
Tutti contro Del Bono, intanto erano trent'anni che aspettavamo il palazzetto e se fa anche lo Stadio sindaco d'Italia dobbiamo farlo!
20:55 Palazzetto
16 gen - Vai alla news »
Tutti contro Del Bono, intanto erano trent'anni che aspettavamo il palazzetto e se fa anche lo Stadio sindaco d'Italia dobbiamo farlo!
20:54 Palazzetto
16 gen - Vai alla news »
Tutti contro Del Bono, intanto erano trent'anni che aspettavamo il palazzetto e se fa anche lo Stadio sindaco d'Italia dobbiamo farlo!
20:49 centrods
16 gen - Vai alla news »
Diviso il centro destra? Inesistente in 5anni di amministrazione pd.
Commenti in evidenza
Pubblicità elettorale


Twitta usando @bsnewsit

IN EVIDENZA
Il libro bresciano: una comparsa di successo nell'Italia dei mediocri
Parla di quell'Italia in cui gli uomini senza virtù vengono sistematicamente premiati "La Comparsa" (Gam editore), romanzo di debutto del giornalista bresciano Andrea Tortelli (Bsnews.it)e in vendita da febbraio - al prezzo di 10 euro - nelle librerie bresciane*. Un'operetta che fa ridere e fa riflettere, con forti elementi di critica sociale e qualche tocco di teatro, in cui si narra la biografia immaginaria di Agazio Sanguedolce, siciliano trasferito a Roma che nella
Entra nella rubrica
12 News - Il Mensile
12 Mesi - Il Mensile
Fan Facebook
Link suggerito
- Regione Lombardia - Consiglio
- Regione Lombardia - Consiglieri
- Economia e Finanza a Brescia
Consiglio regionale
- La pi¨ grande comunitÓ italiana di giornalisti sui social
- Notizie economiche su Brescia e provincia
- Parco Natura Viva, divertimento in mezzo al verde
- Cerchi un'auto? Ecco l'offerta dell'anno.
- Social network, Facebook, Twitter etc
- Social media, web 2.0, comunicazione, ebook e altro





       
PUBBLICITA' | REG. TRIB. BRESCIA 41/2008 DEL 15 SETTEMBRE 2008...