dario balotta – BsNews.it – Brescia News http://www.bsnews.it Il quotidiano on line di Brescia e provincia Mon, 11 Dec 2017 15:55:10 +0000 it-IT hourly 1 https://wordpress.org/?v=4.8.4 123231640 Autostrada della Valtrompia, Legambiente: usate quei soldi per ponti e gallerie http://www.bsnews.it/2017/11/28/legambiente-autostrada-valtrompia-risorse/ http://www.bsnews.it/2017/11/28/legambiente-autostrada-valtrompia-risorse/#respond Tue, 28 Nov 2017 15:58:16 +0000 http://www.bsnews.it/?p=120480 “Il nuovo ricorso dell’ANAS al Tar contro la revisione dei prezzi della Valtrompia proposta dal commissario regionale, dimostra che l’azienda delle strade non è disposta a pagare un pesante costo aggiuntivo  per un’opera non strategica”. A dirlo in una nota è Dario Balotta, responsabile trasporti Legambiente Lombardia, che torna ad attaccare sul raccordo valtrumplino (qui […]

L'articolo Autostrada della Valtrompia, Legambiente: usate quei soldi per ponti e gallerie proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
“Il nuovo ricorso dell’ANAS al Tar contro la revisione dei prezzi della Valtrompia proposta dal commissario regionale, dimostra che l’azienda delle strade non è disposta a pagare un pesante costo aggiuntivo  per un’opera non strategica”. A dirlo in una nota è Dario Balotta, responsabile trasporti Legambiente Lombardia, che torna ad attaccare sul raccordo valtrumplino (qui una delle ultime prese di posizione, in seguito all’appello di Aib).
La Valtrompia”, incalza, “non  è un’opera pubblica pagata con risorse private come sostiene il presidente della provincia di Brescia. E’ un’opera pubblica inutile o certamente  non prioritaria pagata da risorse pubbliche. Va ricordato al presidente della provincia di Brescia che i 258 milioni di risorse girate all’Anas che provengono dalla Serenissima lo sono state in cambio della proroga della concessione pubblica della Brescia Padova fino al 2026. E’ come se si considerassero private le risorse comunali provenienti da IMU e TASI (pagate dai privati cittadini) o quelle incamerate per  gli oneri di urbanizzazione quando si costruisce una casa o un capannone. Quindi – conclude – sono risorse pubbliche a tutti gli effetti”.
Legambiente, ancora, propone di destinare le risorse dell’autostrada ad altro. “Tale somma – si legge in un comunicato – sarebbe prioritario utilizzarla per  manutenere e mettere in sicurezza  i 450  ponti e i 40 km di gallerie disastrati del territorio bresciano e per riasfaltare le strade della provincia di Brescia. Questo cambio di destinazione sarebbe un esempio virtuoso di autonomia per la gestione efficiente delle poche risorse che arrivano sul territorio per le strade. Ovviamente questi lavori e non la galleria della Concesio-Sarezzo sarebbero effettuati dal vecchio vincitore di gara del 2007 Salini, che quindi avrebbe salvaguardato il suo diritto ad eseguire lavori vinti con gara come è giusto che sia. Così come è giusto che, se le risorse sono scarse, vengano utilizzate dove ce n’è veramente bisogno e non per pagare vecchi errori di programmazione”.

L'articolo Autostrada della Valtrompia, Legambiente: usate quei soldi per ponti e gallerie proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
http://www.bsnews.it/2017/11/28/legambiente-autostrada-valtrompia-risorse/feed/ 0 120480
Brebemi, ambientalisti all’attacco: la bretella con A4 non salverà l’autostrada http://www.bsnews.it/2017/11/13/brebemi-ambientalisti-critiche/ http://www.bsnews.it/2017/11/13/brebemi-ambientalisti-critiche/#respond Mon, 13 Nov 2017 14:04:57 +0000 http://www.bsnews.it/?p=119426 “La bretella salva-Brebemi non eviterà fallimento”, è questo il titolo – significativo – della nota inviata oggi dal responsabile regionale Trasporti di Legambiente Dario Balotta, che critica la nuova interconnessione con A4 (inaugurata oggi a Castegnato alla presenza di diverse autorità) ed evienzia il paragone con Teem, per cui il tribunale sta decretando il fallimento […]

L'articolo Brebemi, ambientalisti all’attacco: la bretella con A4 non salverà l’autostrada proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
“La bretella salva-Brebemi non eviterà fallimento”, è questo il titolo – significativo – della nota inviata oggi dal responsabile regionale Trasporti di Legambiente Dario Balotta, che critica la nuova interconnessione con A4 (inaugurata oggi a Castegnato alla presenza di diverse autorità) ed evienzia il paragone con Teem, per cui il tribunale sta decretando il fallimento

IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO

Non prevista in nessun progetto originario e nella convenzione con lo Stato, si è inaugurata oggi in pompa magna la Bretella “salva-Brebemi” con la speranza di spostare traffico dalla A4 alla sempre vuota A35. La realizzazione dell’interconnessione, lunga 7 km, ha consumato  60 ettari di suolo (che si aggiungono ai 900 ettari agricoli iniziali): l’ultimo tassello di aiuti (di Stato) in ordine di tempo. Qualche mese fa la concessionaria, che da tre anni chiude il suo bilancio in rosso, è passata sotto il controllo di Banca Intesa preoccupata di assicurarsi il rientro del mutuo che da tre anni non le viene pagato. Gli altri aiuti finora sono stati:  320 i milioni di contributi pubblici del  Cipe,  6 anni in più di concessione, il miliardo e 200 milioni di subentro a fine concessione. Anziché pensare alla pubblicizzazione dell’autostrada costretta grazie ad un falso project financing  ad adottare pedaggi doppi rispetto a quelli delle altre autostrade, il Governo continua ad assecondare la gestione fallimentare della Brebemi. Il traffico è sempre modesto e non in grado di generare né ora  in futuro i ricavi necessari per pagare 2,4 miliardi di euro, il costo dell’opera più interessi che continuano a crescere.  
Il traffico di Brebemi, tradotto in veicoli medi giornalieri del 2016 (dati ARS/Aiscat),  ammonta a 15.093 contro i 28.179 della Teem e 49.191 della Serravalle. Sulla parallela A4 Milano Brescia i veicoli medi ammontano a 107.896 in continua crescita nonostante l’apertura della parallela e concorrente Brebemi. Il tribunale fallimentare di Milano sta dichiarando il fallimento di Pedemontana anch’essa insolvente e simbolo con Brebemi e Teem del rovinoso e costoso “federalismo autostradale lombardo”.
Dario Balotta responsabile trasporti legambiente lombardia

 

L'articolo Brebemi, ambientalisti all’attacco: la bretella con A4 non salverà l’autostrada proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
http://www.bsnews.it/2017/11/13/brebemi-ambientalisti-critiche/feed/ 0 119426
Montichiari, sì di Legambiente ai voli cargo. Ma a due condizioni http://www.bsnews.it/2017/09/08/legambiente-aeroporto-montichiari/ http://www.bsnews.it/2017/09/08/legambiente-aeroporto-montichiari/#respond Fri, 08 Sep 2017 14:38:15 +0000 http://www.bsnews.it/?p=115146 “Ci sarebbero tutte le condizioni di “mercato” affinchè lo scalo di Montichiari, sempre vuoto, possa assumere un ruolo sul fronte del cargo”. A dirlo – un po’ a sorpresa – è il responsabile regionale di Legambiente Trasporti Dario Balotta con una lunga nota in cui indica in questa trasformazione una “occasione di sviluppo e di […]

L'articolo Montichiari, sì di Legambiente ai voli cargo. Ma a due condizioni proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
“Ci sarebbero tutte le condizioni di “mercato” affinchè lo scalo di Montichiari, sempre vuoto, possa assumere un ruolo sul fronte del cargo”. A dirlo – un po’ a sorpresa – è il responsabile regionale di Legambiente Trasporti Dario Balotta con una lunga nota in cui indica in questa trasformazione una “occasione di sviluppo e di risanamento ambientale del territorio”.
Due le condizioni indispensabili che pongono gli ambientalisti. “La prima”, scrive Balotta, “è che concessione venga finalmente affidata ad un vero gestore aeroportuale attraverso una gara trasparente europea per togliere alla politica le gestioni fallimentari di questi anni. La seconda”, continua, “è che il territorio negozi con le istituzioni un piano di completo risanamento ambientale dell’area per sollevare i cittadini dalle conseguenze, anche sanitarie, dovute alla presenza di un gran numero di cave e discariche realizzate proprio intorno all’aroporto. Logistica integrata e bonifiche possono assieme rilanciare lo sviluppo del territorio”.

 

L'articolo Montichiari, sì di Legambiente ai voli cargo. Ma a due condizioni proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
http://www.bsnews.it/2017/09/08/legambiente-aeroporto-montichiari/feed/ 0 115146
Trenord, arriva il bonus a settembre per i ritardi di giugno http://www.bsnews.it/2017/08/23/trenord-bonus-settembre/ http://www.bsnews.it/2017/08/23/trenord-bonus-settembre/#respond Wed, 23 Aug 2017 09:51:49 +0000 http://www.bsnews.it/?p=114379 Che a giugno alcune delle linee Trenord fossero un po’ in affanno, se ne sono accorti in tanti, soprattutto i pendolari. Per “compensare” gli utenti di quanto accaduto, l’azienda ha rilasciato un bonus per l’abbonamento pendolari di settembre. Lo segnala Dario Balotta, responsabile trasporti di Legambiente Lombardia. “Quello di giugno è stato l’ennesimo mese da […]

L'articolo Trenord, arriva il bonus a settembre per i ritardi di giugno proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
Che a giugno alcune delle linee Trenord fossero un po’ in affanno, se ne sono accorti in tanti, soprattutto i pendolari. Per “compensare” gli utenti di quanto accaduto, l’azienda ha rilasciato un bonus per l’abbonamento pendolari di settembre. Lo segnala Dario Balotta, responsabile trasporti di Legambiente Lombardia.

“Quello di giugno è stato l’ennesimo mese da dimenticare per i pendolari lombardi, infatti sarà disponibile il bonus per l’abbonamento di settembre 2017 messo a disposizione da Trenord per ben 16 direttrici del trasporto regionale su 40 complessive che nel mese di giugno hanno subito disagi e ritardi” scrive Balotta in una nota. “Per queste direttrici che non hanno rispettato lo standard di affidabilità per molte altre c’è mancato poco al raggiungimento dei requisiti negativi, sarà quindi possibile acquistare l’abbonamento mensile di settembre 2017 con uno sconto del 30%. Gli abbonati annuali potranno richiedere il bonus alla scadenza di validità del proprio abbonamento”.

Vanno bene i soldi, ma forse gli utenti non preferirebbero una maggiore efficienza della linea che devono usare tutti i giorni? “Che il punto debole di Trenord fosse la manutenzione lo si sapeva ma che si potesse arrivare fino ai livelli toccati a giugno non era ancora noto ai poveri pendolari. Difficile trovare una linea che non sia stata interessata a guasti del materiale rotabile, in particolare agli impianti di condizionamento. La Guardia di Finanza nell’ottobre del 2015 aveva chiesto la documentazione su contratti e gare di appalto per la manutenzione di Trenord quando l’ex direttore dell’area aveva denunciato “gravissime criticità” e contratti “non favorevoli per l’azienda”. In attesa degli esiti di questa indagine voluta dell’Autorità Anticorruzione – prosegue Balotta – c’è da chiedersi che fine fanno i lauti contratti milionari per la manutenzione stipulati da Trenord con le case costruttrici dei treni. Ansaldo Breda si è aggiudicata lo scorso anno un contratto per la manutenzione dei TAF e TSR (di recente fabbricazione) di 24,6 milioni di euro, mentre il costruttore Alstom si è aggiudicato la manutenzione milionaria dei nuovissimi Coradia Meridien. Anche per la manutenzione delle locomotive E 464 Trenord si è avvalsa di un’azienda esterna per la riparazione o sostituzione delle parti o componenti difettosi.

Ai costi delle attività esternalizzate vanno aggiunti quelli “interni “delle due grandi officine di riparazione site nel milanese di Fiorenza e di Novate Milanese più quelli dei quattro depositi locomotive (Cremona, Lecco, Iseo e Camnago) operanti con oltre 700 addetti. Nonostante le ingenti spese di manutenzione diretta e indiretta ed i risultati sono scadenti – dice Balotta -. L’attuale inadeguata manutenzione deriva anche dalle obsolete procedure di acquisto dei treni spesso senza gara che sono state stigmatizzate anche dall’Antitrust. Per il miglioramento dei servizi di Trenord serve un cambio di passo gestionale, l’introduzione di elementi di concorrenza e meno annunci dell’Assessore ai Trasporti Alessandro Sorte. Questi sembra più un ferroviere in servizio a Treviglio dedito ad annunci pubblicitari del collegio elettorale di provenienza, cioè Treviglio”.

Ecco tutte le direttrici che avranno diritto allo sconto:
Domodossola-Gallarate-Milano,
Chiasso-Como-Monza-Milano,
Lecco-Molteno-Como,
Lecco-Bergamo-Brescia
Bergamo-Carnate-Milano,
Seregno-Carnate,
Bergamo-Treviglio,
Cremona-Treviglio,
Brescia-Piadena-Parma Brescia-Cremona,
Stradella-Pavia-Milano,
Mortara-Novara,
Pavia-Torreberetti-Alessandria Pavia-Mortara-Vercelli,
Voghera-Piacenza,
Lecco-Carnate-Milano

Provincie con maggiori direttrici coinvolte nei ritardi:
Milano 5 linee (la asso Seveso Milano ha rischiato per pochi punti % di essere inglobata in quelle negative )
Pavia 4 linee
Brescia 3 linee ( la Verona Brescia Milano ha rischiato per pochi punti % di essere inglobata in quelle negative)
Cremona 3 linee (la Cremona Mantova ha rischiato per pochi punti % di essere inglobata in quelle negative)
Bergamo 3 linee
Lecco 3 linee

L'articolo Trenord, arriva il bonus a settembre per i ritardi di giugno proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
http://www.bsnews.it/2017/08/23/trenord-bonus-settembre/feed/ 0 114379
Trenord, Legambiente attacca ancora: grave crisi gestionale http://www.bsnews.it/2017/07/05/trenord-balotta-polemiche/ http://www.bsnews.it/2017/07/05/trenord-balotta-polemiche/#respond Wed, 05 Jul 2017 13:33:53 +0000 http://www.bsnews.it/?p=112543 “Quello passato è stato un mese da dimenticare per i pendolari Lombardi e per Trenord. Tra il deragliamento sulla Milano Bergamo via Carnate per fortuna senza conseguenze, la linea però è stata interrotta alcune ore. Nel mese gi Giugno con le soppressioni, la riduzione di carrozze, i ritardi e il gravissimo malfunzionamento dell’aria condizionata (che […]

L'articolo Trenord, Legambiente attacca ancora: grave crisi gestionale proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
“Quello passato è stato un mese da dimenticare per i pendolari Lombardi e per Trenord.
Tra il deragliamento sulla Milano Bergamo via Carnate per fortuna senza conseguenze, la linea però è stata interrotta alcune ore. Nel mese gi Giugno con le soppressioni, la riduzione di carrozze, i ritardi e il gravissimo malfunzionamento dell’aria condizionata (che ha provocato malori e ricoveri di passeggeri a Vigevano e a Brescia) si è visto di tutto”. A dirlo – con una nota – è il responsabile regionale Trasporti di Legambiente lombardia Dario Balotta, che interviene nuovamente nel dibattito sulle ferrovie lombarde dopo le polemiche degli scorsi giorni e la solidarietà verso i pendolari manifestata dal presidente Maroni.

“Le proteste e la mobilitazione dei Comuni dei sindacati e dei pendolari – incalza l’ambientalista – dimostrano il grave stato di crisi gestionale di Trenord. Manutenzione dei treni insufficiente (ma costi altissimi), gestione del personale viaggiante inadeguata, rete di RFI (statale) e FNM (regionale) con sistemi di gestione del traffico al di sotto delle loro potenzialità tecniche in particolare sulla cintura milanese.In realtà la Regione deve prendere atto del fallimento del federalismo ferroviario tanto voluto da Formigoni e Maroni”.

“Ma per Trenord tutto va bene, anzi benissimo – provoca ancora Balotta – Ha reso noto i numeri su se stessa in un comunicato autoreferenziale. Quelli economici con un Margine operativo lordo di 65,5 milioni di euro. Ma il MOL è è basato solo sulla sua gestione operativa, quindi senza considerare la gestione finanziaria, quella fiscale, il deprezzamento di beni e gli ammortamenti. Non solo ma il MOL comprende anche i contributi pubblici che non esprimono correttamente l’apprezzamento del mercato, ma sono solo un trasferimento di reddito. Quindi anche la gestione finanziaria è sopravalutata ( con gli stessi soldi una qualsiasi ferrobvia europea farebbe molto meglio in termini di qualità e quantità dei servizi. Per il funzionamento dei treni lombardi Trenord spende ogni anno quasi un miliardo di euro (500 milioni di contributi pubblici e quasi altrettanti ricavi da tariffa). Producendo 40milioni di treni-km l’anno il costo per treno-km è assai caro, 25 euro mentre nelle regioni italiane è quasi la metà”.

L'articolo Trenord, Legambiente attacca ancora: grave crisi gestionale proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
http://www.bsnews.it/2017/07/05/trenord-balotta-polemiche/feed/ 0 112543
La motovedetta dei Carabinieri torna sul Sebino http://www.bsnews.it/2017/06/18/motovedetta-dei-carabinieri-torna-sul-sebino/ http://www.bsnews.it/2017/06/18/motovedetta-dei-carabinieri-torna-sul-sebino/#respond Sun, 18 Jun 2017 05:34:10 +0000 http://www.bsnews.it/?p=111420 La motovedetta dei Carabinieri torna sul Sebino. Dopo quattro anni di assenza, il presidio militare torna a solcare le acque del lago d’Iseo per garantire maggiore sicurezza ai natanti. Lo annuncia trionfalmente Dario Balotta, rappresentante di Legambiente Basso Sebino. “Avevamo raccolto 4 anni fa 1.550 firme contro la soppressione della motovedetta dei Carabinieri sul lago […]

L'articolo La motovedetta dei Carabinieri torna sul Sebino proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
La motovedetta dei Carabinieri torna sul Sebino. Dopo quattro anni di assenza, il presidio militare torna a solcare le acque del lago d’Iseo per garantire maggiore sicurezza ai natanti. Lo annuncia trionfalmente Dario Balotta, rappresentante di Legambiente Basso Sebino.

“Avevamo raccolto 4 anni fa 1.550 firme contro la soppressione della motovedetta dei Carabinieri sul lago d’Iseo, anche bussato a tutte le porte (Regione e  Ministero dell’Interno) affinchè la vasta area del lago non fosse lasciata priva di efficaci controlli e presidi. Alla fine il buon senso è prevalso. Qualche giorno fa infatti il ritorno dei militari è stato annunciato  dal Comandante Generale dell’Arma in occasione di un incontro con il Presidente della Regione Roberto Maroni – spiega ancora Balotta -.

Finalmente i turisti ed i cittadini del quarto più importante lago italiano avranno più sicurezza e imbarcazioni e bagnanti potranno contare sui pattugliamenti della Motovedetta. Senza controlli, in questi ultimi anni, si sono verificati numerosi abusi ambientali. Sversamenti di materiali e liquidi hanno inquinando il già malato Sebino. La mobilitazione dei cittadini è stata premiata. Inoltre la scelta ministeriale ricorda che i Comuni devono di puntare sui servizi per la gestione del lago piuttosto che, sempre e solo, su nuove infrastrutture”.

L'articolo La motovedetta dei Carabinieri torna sul Sebino proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
http://www.bsnews.it/2017/06/18/motovedetta-dei-carabinieri-torna-sul-sebino/feed/ 0 111420
Moria di pesci alle Torbiere, segnalazione da Legambiente http://www.bsnews.it/2017/04/19/moria-di-pesci-alle-torbiere/ http://www.bsnews.it/2017/04/19/moria-di-pesci-alle-torbiere/#respond Wed, 19 Apr 2017 08:42:25 +0000 http://www.bsnews.it/?p=104242 Moria di pesci alle Torbiere. Ieri il sito di Legambiente Basso Sebino è stato raggiunto da una segnalazione di un ragazzo di Clusane che durante la tradizionale passeggiata di Pasquetta ha trovato in un fosso vicino allo specchio d’acqua delle Torbiere una moria di pesce. Il ragazzo – fa sapere Legambiente Basso Sebino – ha […]

L'articolo Moria di pesci alle Torbiere, segnalazione da Legambiente proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
Moria di pesci alle Torbiere. Ieri il sito di Legambiente Basso Sebino è stato raggiunto da una segnalazione di un ragazzo di Clusane che durante la tradizionale passeggiata di Pasquetta ha trovato in un fosso vicino allo specchio d’acqua delle Torbiere una moria di pesce.

Il ragazzo – fa sapere Legambiente Basso Sebino – ha visto prima l’acqua corrente del fosso piena di schiuma e successivamente il transito di numerosi pesci morti. Legambiente ha subito trasmesso la notizia e il materiale fotografico al comando della forestale di Iseo. “Ancora una volta constatiamo che anche i siti più pregiati, come le Torbiere, sono oggetto di sversamenti di materie inquinanti o atti di pirateria ambientale e che c’è bisogno di intensificare i controlli affinché certi comportamenti non si ripetano”, aggiunge Dario Balotta, referente del circolo di Legambiente.

L'articolo Moria di pesci alle Torbiere, segnalazione da Legambiente proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
http://www.bsnews.it/2017/04/19/moria-di-pesci-alle-torbiere/feed/ 0 104242
Fusione Atm-Trenord, Legambiente: il monopolio non migliorerà le cose http://www.bsnews.it/2017/02/12/fusione-atm-trenord-legambiente-monopolio-non-migliorera-le-cose/ http://www.bsnews.it/2017/02/12/fusione-atm-trenord-legambiente-monopolio-non-migliorera-le-cose/#respond Sun, 12 Feb 2017 13:37:06 +0000 http://www.bsnews.it/?p=34150 La fusione tra Atm e Trenord? Serve per evitare la concorrenza e non risolve il problema dello smog. A dirlo è con una nota Dario Balotta, responsabile dei Trasporti di Legambiente Lombardia. ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUICATO La Regione ha già fatto il suo regalo di nozze. Nella legge regionale, varata lo scorso 29 […]

L'articolo Fusione Atm-Trenord, Legambiente: il monopolio non migliorerà le cose proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
La fusione tra Atm e Trenord? Serve per evitare la concorrenza e non risolve il problema dello smog. A dirlo è con una nota Dario Balotta, responsabile dei Trasporti di Legambiente Lombardia.

ECCO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUICATO

La Regione ha già fatto il suo regalo di nozze. Nella legge regionale, varata lo scorso 29 dicembre 2016 all’art.5, un escamotage per evitare la gara all’ATM che ha la concessione in scadenza. Recita l’articolo:“gli enti locali competenti, estendono la durata dei vigenti contratti di servizio [..], qualora i relativi soggetti gestori o i loro azionisti deliberino, entro il 30 giugno 2017, operazioni di natura straordinaria di integrazione societaria del soggetto gestore nell’ambito di società quotate nei mercati regolamentati”. L’estensione del contratto di servizio di Atm eviterebbe la gara per la concessione in scadenza in caso di accordo, entro il 30 giugno 2017, per una fusione societaria che sembra cucita addosso all’ipotesi di matrimonio con Trenord (50% fs e 50% fnm). Mentre in tutta Europa i servizi di trasporto pubblico sono stati rilanciati grazie  ai processi di liberalizzazione, che hanno consentito la concorrenza, la crescita qualitativa dei trasporti pubblici  ed evitato le ricorrenti emergenze smog. Fusioni ed incorporazioni tra aziende di trasporto andrebbero autorizzate a valle di “veri” processi di liberalizzazione a differenza della legislazione nazionale e regionale che si è sempre ben guardata dall’adottare norme che regolano la competizione. Fa bene quindi il Sindaco di Milano a voler prima vedere i conti anche per evitare una pericolosa concentrazione monopolista su scala regionale dei tre attori già dominanti sul mercato dei trasporti: lo Stato con le FS, la Regione con FNM e il comune di Milano con l’ATM. Se da una parte si evitano le gare, riducendo trasparenza e competitività, dall’altra in genere le fusioni italiane hanno prodotto aziende più costose, pesanti sotto il profilo gestionale  e meno efficienti. Anziché economie di scala sono emerse diseconomie di scala. Come i ripetuti collassi di Trenord che hanno aumentato i  costi di gestione ed esasperato la conflittualità sindacale con scioperi quasi mensili.
Dario Balotta
Responsabile trasporti Legambiente della lombardia
 

 

L'articolo Fusione Atm-Trenord, Legambiente: il monopolio non migliorerà le cose proviene da BsNews.it - Brescia News.

]]>
http://www.bsnews.it/2017/02/12/fusione-atm-trenord-legambiente-monopolio-non-migliorera-le-cose/feed/ 0 34150