Dal 7 luglio nessuna notizia

    0

    Antonio Giardella è stato visto per l’ultima a Ensenada in Baja, California messicana. Da allora più nessuna notizia, nessuna segnalazione. La sorella di Antonio, Simona, è comprensibilmente preoccupata, ormai sono quasi tre mesi di totale silenzio. L’uomo, 39 anni, tecnico di laboratori opresso l’istituto superiore cittadino Abba-Ballini, è partito dalla sua abitazione di Rodengo Saiano lo scorso primo luglio. Come suo solito non si è rivolto ad alcun tour operator: da solo aveva organizzato il viaggio con l’appoggio di "Hospitality Club" un sito internet che mette in contatto chi viaggia con chi è disposto a fornire vitto e alloggio nei paesi che si visitano, il tutto senza intermediazioni. Dal giorno della sua partenza ha spedito solo una mail alla sorella, proprio il 7 luglio, dopodichè più nulla. L’ultima persona ad averlo visto è stata la ragazza che lo ha ospitato a Ensenada, dopo i saluti Antonio si è diretto verso la stazione degli autobus per raggiungere la cittadina di Catavina, ma sull’autobus pare non esserci mai salito. La sorella ha iniziato a preoccuparsi fin da subito, ma la situazione ha davvero preso una brutta piega quando, lo scorso 6 agosto, dall’aereo atterrato a Malpensa non è sceso Antonio. Simona era andata a prendere il fratello all’aereoporto, come erano d’accordo, ma lui non c’era. Da quel momento le ricerche si sono intensificate, la Farnesina si è mobilitata contattando l’ambasciata italiana in Messico e la sorella di Antonio ha assoldato un investigatore privato. Da alcuni giorni Simona è in Messico, avrebbe già contattato le televisioni locali per coinvolgere la popolazione locale, per diffondere fotografie del fratello e reperire informazioni preziose. Anche i colleghi di Antonio Giardella si sono mobilitati: nei giorni scorsi hanno scritto una lettera al ministro degli Esteri Franco Frattini ed al ministro dell’Istruzione bresciano Mariastella Gelmini. I colleghi si chiedono se si stia facendo tutto il possibile per ritrovare Antonio, e vogliono richiamare l’attenzione sulla vicenda.
    Au.Bi.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome