Insegnare a differenziare

    0

    «Rifiuto dove vai?» Questo il nome della bella iniziativa messa in campo dall’"Associazione Centro Migranti" della Diocesi e dal gruppo "Brescia aperta e solidale". L’obiettivo è quello di sensibilizzare i cittadini stranieri residenti nella nostra città sul tema della raccolta differenziata e allo stesso tempo fornire loro le basi per capire concretamente cosa riciclare e come. L’importanza dell’iniziativa è facile da comprendere se si tiene presente l’incidenza degli immigrati a Brescia: ormai quasi il 17
    percento della popolazione. Spesso gli stranieri, per difficoltà intrinseche e lontananza culturale dal concetto della differenziazione, non svolgono alcuna cernita dei rifiuti. Se debitamente istruiti però diventano molto zelanti nel farlo, spesso più degli italiani perchè attribuiscono più valore al concetto di risparmio. Da qui l’idea di organizzare la festa e distribuire un opuscolo illustrato, per aggirare l’ostacolo linguistico, che insegna a trattare l’immondizia: cosa differenziare e dove mettere le varie tipologie di rifiuti prodotte. Il pieghevole in distribuzione è il frutto di un anno di incontri tra il Centro Migranti e il gruppo Brescia aperta e solidale, l’opuscolo elaborato, c’è da scommetterci, sarà utile anche per i bresciani: la nostra città deve percorrere ancora molta strada prima di raggiungere una coscienza ecologica: a livello nazionale Brescia è all’89esimo posto per quantità di rifiuti prodotti e al 28esimo per la percentuale di raccolta differenziata.
    La festa è in programma sabato 4 ottobre in piazza Rovetta, l’inizio alle 15:30. Saranno organizzati giochi e laboratori per bambini, ci saranno banchetti e stand informativi e non manchernno musiche e danze etniche. L’evento è organizzato con la partecipazione di Acli, Aprica, Conast, Legambiente, Mcl e del settore Servizi Sociali del Comune.
    Au.Bi.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome