L’inganno è al mercato

    0

    Associazione a delinquere finalizzata alla truffa: classica la denuncia, assolutamente originale la truffa messa in piedi. Quattro persone coinvolte: un commesso di bancarella "frutta&verdura" da mercato rionale, due finti clienti abituali ma mai riconoscibili e un ragioniere attento a spartire equamente le cifre, non di poco conto, sottratte al commerciante. Una banda ben organizzata ma la polizia municipale è stata vigile ed ha scoperto la truffa. Le quattro denunce sono a carico di tre uomini e una donna, personaggi noti alle forze dell’ordine, piccoli delinquenti con alcuni precedenti. L’indagine è partita la scorsa estate, dietro segnalazione confidenziale ricevuta dalla polizia. Mesi di indagini, pedinamenti e appostamenti in alcuni mercati rionali della città e in provincia: Casazza, Villaggio Prealpino, Villaggio Sereno, Badia e Villa Carcina. Geniale nella sua semplicità la truffa escogitata. Un commesso restituiva a due finti clienti somme ben più alte del resto dovuto. Gli uomini del comando di polizia municipale, guidati dal commissario capo Gianni Bonvicini, hanno calcolato in 4-500 euro a giorno "lavorativo" la cifra sottratta. Circa 20 mila euro l’ammanco totale nei mesi dell’indagine. Senza contare la frutta e la verdura sottratte. Con i tempi che corrono…
    Au.Bi.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome