Meras al capolinea

    0

    Si prospetta un triste epilogo per la vicenda-Meras a Manerbio. Dopo l’incontro di una settimana fa (leggi la notizia) tra sindacati e proprietà già qualcosa lo si poteva ipotizzare: ieri l’ipotesi è diventata una mezza certezza. I vertici aziendali hanno infatti comunicato che nelle loro intenzioni la fabbrica cesserà ogni attività a Manerbio e trasferirà parte della linea produttiva negli stabilimenti di Padova, Mendrisio e Tirano, dove verranno assunti 60 nuovi dipendenti. Quasi nessuna speranza per i 152 operai attualmente a busta paga: per loro due anni di cassaintegrazione e poi il licenziamento. I sindacati hanno sperato fino all’ultimo di ottenere un anno di standby, facendo lavorare a turno una sessantina di operai e sfruttando gli ammortizzatori sociali. Più drastica la proprietà, da agosto tutti a casa. Una sconfitta per tutti.
    a.c.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome