Sgominata banda di hacker pakistani

    0

    La Digos di Brescia è riuscita a fermare una organizzazione di hacker pakistani operante a a livello internazionale. 5 i pakistani arrestati mentre nei confronti di un sesto è stato emesso un ordine di cattura a piede libero. L’indagine ha portato inoltre al sequestro di 10 phone center, a Brescia, ad Ancona, Ascoli, Macerata, Reggio Emilia. Arresti e sequestri rappresentano l’esito finale di una indagine congiunta tra Digos e FBI, cominciata nel 2007. L’obiettivo era rintracciare i responsabili di una mega truffa perpetrata ai danni di grosse compagnie di phone center. Intorno a 55 milioni di euro il giro d’affari calcolato, che i truffatori hanno messo in piedi hackerando i codici necessari a compiere chiamate internazionali e rivendendoli poi in vari Paesi, tra cui il nostro. Si sospetta che i ricavati di questa attività criminosa contribuissero a sovvenzionare gruppi di terrorismo islamico.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome