Ergastolo per l’omicida di Pippa Bacca

    0

    Murat Karatash, accusato dell’omicidio dell’artista Pippa Bacca (all’anagrafe Giuseppina Pasqualino di Marineo) avvenuto nell’aprile 2008, è stato condannato all’ergastolo. Ad emettere la sentenza la corte d’Assise di Kocaeli, a distanza di quasi 9 mesi dall’inizio del processo. L’artista milanese, 33 anni, era residente da tempo a Sale Marasino, dove viveva con il fidanzato Giovanni Chiari. L’8 marzo 2008 aveva deciso di partire insieme a un’amica per un viaggio nei Balcani e in Turchia. Dopo alcuni giorni insieme, si erano separate e di Pippa non si era più saputo niente, fino alla scoperta del corpo in un fossato in una zona disabita tra Kocaeli e Gebze, a pochi chilometri da Instanbul. L’arresto di Karatash era arrivato pochi giorni dopo, subito seguito da una piena confessione. Adesso, dopo 8 udienze, la condanna per sequestro di persona, violenza carnale e furto.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome