Acqua inquinata dai batteri

    0

    Il lago è diverso, ma la situazione la stessa. Dopo San Felice, sponda bassa del Garda, anche Vello di Marone sul Sebino ha problemi (seri) con l’acquedotto. Il sindaco Emilio Tosoni è stato costretto 15 giorni fa a emettere un’ordinanza con cui vieta di bere l’acqua e obbliga a bollirla prima dell’utilizzo per scopi alimentari, a causa della presenza del batterio clostridium perfringens, ancora lui, lo stesso che a San Felice ha causato duemila gastroenteriti in collaborazione con un virus. Qui il batterio è presente in percentuali minime, ma da due settimane nonostante i tentativi di bonifica non se ne va. Solo stamane l’Asl comunicherà l’esito delle nuove analisi effettuate venerdì.
    Au.Bi.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome