5 romeni clonano 3 mila carte di credito

    0

    "Operazione Lago": 5 romeni residenti tra Lonato, Padenghe e Moniga sono finiti in carcere in seguito alle indagini della Polizia Postale che ha scoperto la mega truffa messa in atto in soli pochi mesi.
    I cinque romeni installavano microtelecamere nei pressi dei bancomat, rubando i codici inseriti da chi prelevava denaro, dopodichè tramite apparecchiature sofisticate producevano carte di credito perfettamente uguali a quelle originali, indistinguibili anche ad occhi esperti. Le tessere così prodotte venivano utilizzate per acquisti di merci preziose e costose, rivendute poi sul mercato nero. In totale le carte trovate nelle abitazioni-laboratori degli arrestati sarebbero addirittura 3100. Questo tipo di reato pare essere ad esclusivo appannaggio della criminalità romena: nelle ultime settimane sono già 3 le operazioni di polizia contro i clonatori di carte che hanno visto protagonisti questi immigrati dell’est.
    a.c.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome