Lire in tasca? Spendile da Ronchi

    0

    Hai scovato in un vecchio cappotto qualche banconota da 5, 10 mila lire? Vuoi finalmente liberarti dalle monetine da 200 e 500 lire trovate in un salvadanaio scoperto in soffitta? A Brescia puoi ancora usare il vecchio conio per le tue spese.
    Leggiamo, e riportiamo, una notizia apparsa su Bresciaoggi in edicola stamattina. In via Turati, nella Drogheria Ronchi del signor Giancarlo sono ancora accettate le lire, anzi il proprietario ha esposto un cartello per attirare clienti desiderosi di liberarsene. Non solo anziani ma anche giovani si recano in negozio con le lire, dice Giancarlo, addirittura 4-5 al giorno. I prezzi esposti sono in euro, la conversione in lire avviene all’atto del pagamento in cassa. Sta poi al signor Giancarlo recarsi alla Banca d’Italia per il cambio, che evita la perdita di tempo ai clienti. Tutto però avrà una scadenza: dopo il 28 febbraio 2012 nessuno più potrà convertire lire in euro. Nemmeno Giancarlo Ronchi.
    a.c.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome