“Caso Francesco”: la Loggia risponde

    0

    La Loggia accoglie l’appello di Katia e Giuseppe Martinelli, i genitori di Francesco, il bimbo affetto da una gravissima quanto rara malformazione. Una condizione che richiede cure continue e molto costose. Tanto che i due genitori si trovano ormai impossibilitati a pagare le spese mediche. Tre giorni fa la coppia ha chiesto ufficialmente aiuto alle Istituzioni con un appello che da Brescia è rimbalzato sulle pagine di tutti i giornali nazionali. La Loggia, in piena sintonia con l’ASL, ha risposto a questo grido di aiuto promettendo un sostegno concreto, a livello economico e sociale. Dopo aver subito un intervento chirurgico che permette l’alimentazione con la Peg, Francesco potrà seguire la scuola materna comunale seguito da un operatore qualificato. Il padre, che recentemente ha perso il lavoro, riceverà aiuti diretti per il pagamento delle spese di assistenza sanitaria. Anche per la nonna affetta d’Alzheimer, la cui casa è stata venduta per pagare le spese di assistenza, sono previste delle agevolazioni, compreso il ricovero presso strutture di cura a tariffe convenzionate.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome