Nuove apparecchiature salvavita

    0

    In tempi brevi anche l’ospedale Civile di Brescia sarà dotato delle nuove apparecchiature  Ecmo (Extra Corporeal Membrane Oxygenation). Si tratta di macchinari salvavita, in grado di supplire alle funzioni di cuore e polmoni in persone affette da gravi problemi cardiovascolari e polmonari.
    Grazie a una delibera approvata  dalla Giunta regionale su proposta dell’Assessore Luciano Bresciani,  10 centri regionali di riferimento  otterranno ciascuno due macchinari, uno fisso e l’altro mobile, con cui affrontare indufficienze cardiache e sindromi da insufficienza respiratororia acuta. Oltre agli Spedali Civili, gli Ecmo verranno offerti anche all’ospedale di circolo di Lecco, al Sacco e al Niguarda di Milano, all’ospedale di Varese. Tutti e 5 sono centri di riferimento regionale per la cardiochirurgia. A questi vanno aggiunti gli ospedali San Gerardo di Monza, il San Matteo di Pavia, il Policlinico e il San Raffaele di Milano e gli ospedali Riuniti di Bergamo, riferimenti per  problematiche respiratorie. 20 macchinari in tutto, il cui acquisto sarà curato dall’Ospedale San Matteo che dispone di un finanziamento regionale di 1 milione e 650mila euro.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome