sex.com: in manette un bresciano

    0

    La prostituzione non è solo quella che si vede per strada. Ci sono forme ben più sottili e riservate, ma pur sempre illegali, di svolgere la professione. Ieri è finito in carcere il bresciano Davide Sbolli, guardia giurata 41enne, residente in città, che assieme a due vicentini gestiva un giro di prostituzione pubblicizzato attraverso internet. La polizia di Trieste ha chiamato l\’operazione "sex.com": i tre arrestati acquistavano spazi pubblicitari sul web e poi li rivendevano, ad un prezzo intorno ai 200 euro mensili, a prostitute dell\’Est e del Sudamerica che in questo modo si procuravano i clienti, ricevuti poi in appartamenti di Trieste e Udine.
    Au.Bi.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome