Presentazione davanti alle scuole

    0

    Presso l\’Auditorium del Santa Giulia, davanti a una folta rappresentanza di insegnanti e dirigenti scolastici, si è tenuta ieri la presentazione della mostra Inca, che aprirà i battenti fra un mese presso il museo di santa Giulia. La mostra vuole essere un percorso di conoscenza della civiltà Inca così come si è evoluta in Perù dal 1400 A.C fino alla conquista degli spagnoli, avvenuta nel 1532. Un avvenimento che segnò di fatto la fine di una civiltà e soprattutto di un popolo intero, con la sua storia, i suoi rituali religiosi e magici, la propria abilità nel campo dell’oreficeria, della gioielleria, della tessitura, degli arredi sacri.  Proprio le mille sfaccettature di questa civiltà evoluta rendono la mostra degli Inca di sicuro interesse, non solo per gli amanti dell’arte e dei gioielli e delle ceramiche antichi, ma anche per gli appassionati di storia e per gli studenti che, attraverso l’analisi guidata degli oltre 250 reperti esposti e i percorsi interattivi e multisensoriali previsti, potranno avvicinarsi a un mondo lontano migliaia di anni in modo stimolante. Durante l’incontro, è stata illustrata anche la Mostra  “Plus Ultra” che si svolgerà in parallelo a quella degli Inca. In questa sezione verranno illustrati i cambiamenti avvenuti in Perù dopo la conquista spagnola. Per informazioni e prenotazioni è disponibile il numero verde 800775083.

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    1 COMMENT

    1. Mostra di sicuro interesse,visto che la civiltà Inca ha rappresentato
      dei passi importanti attuali ancora oggi.infatti alcune loro scoperte,diciamo così,vengono utilizzate a tutt\’oggi con i dovuti aggiornamenti.Da non perdere!

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome