Per giocare a cricket “rubano” il parco ai bimbi. Il comitato: “I pakistani rispettino i divieti”

0
BsNews.it: notizie gratis di Brescia e provincia
BsNews.it: notizie gratis di Brescia e provincia

Un cartello per vietare il gioco del circket nella pista di pattinaggio di viale Piave. E’ quanto chiede con una nota il comitato “Quartiere Sicuro” dopo che ieri un gruppetto di giovani Pakistani (tutti tra i 13 e i 16 anni) “ha invaso l’area ricreativa per praticare il cricket, mettendo a rischio l’integrità fisica dei bambini di 5-8anni e di fatto estromettendoli dal campo. Tra i genitori sono volati insulti pesanti e minacce. Il comitato, interpellato e recatosi sul luogo, ha allertato le forze dell’ordine per verbalizzare l’accaduto ed evitare il peggio. L’utilizzo di mazze e palle da cricket al di fuori delle aree consentite- continua la nota della presidente Sara Balsamo – è vietato e rappresenta un rischio per l’incolumità fisica degli altri utenti (svariati incidenti sono intercorsi in passato ma per paura non sono stati resi noti)”.

 

Il comitato invita quindi la comunità pakistana “ad evitare atteggiamenti aggressivi e al rispetto della dignità degli altri utenti e della vigente normativa. Non consentiremo che siano prevaricati i diritti dei residenti, indipendentemente dall’etnia di appartenenza. Il comitato fornirà patrocinio legale gratuito alle persone lese intenzionate a fare denuncia dei fatti”.

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

1 COMMENT

  1. ma tutto questa kan kan per cosa? bastava una telefonata ai vigili, non mi sembra un problema difficile da risolvere. lettere, comitati, articoli sui giornali.

  2. bresciano,se telefonavano ai vigili cosa succedeva?che quando se ne andavano la situazione ritornava quella di prima.ma le da fastidio perche’ dimostra che queste comunita’ di rispettare le regole non ne vogliono sapere?

  3. le dò ragione sig. mai….strano che la cgil e i centri sociali non siano intervenuti per difendere i pakistani e mandare via i nostri figli…ancora pochi anni e poi comanderanno loro allora si prenderemo un sacco di bastonate se non si cambia la tendenza di pensiero….

  4. vicino alla Guardia di Finanza ci sono 2 parchetti;quello con i GIOCHI PER BAMBINI è sempre pieno di gente che si ubriaca comodamente seduta sulle panchine a due passi dalla gf e da via Donegani. Spesso si menano anche..zona di serie B???

  5. ma che fora dei ball. sono ragazzi e ragazzini, possibile che nessuno abbia avuto il coraggio di affrontarli e metterli al loro posto? e nemmeno di chiamare i vigili? tutta gente che abbaia e non morde.

  6. @Bresciano.
    ci teniamo a specificare alcuni punti:
    1. i bambini come li chiama lei non hanno nessuna colpa ed erano accompagnati da genitori ben aggressivi.
    2. i vigili sono stati chiamati e sono intervenuti
    3. nonostante la normativa che lo vieta i residenti, dopo aver dialogato con noi, per il fatto che parliamo di minori accetterebbero di dividere degli orari in modo che TUTTI E DICO TUTTI I BAMBINI possano giocare.
    4.il rispetto delle regole E’ E DEVE ESSERE DA PARTE DI TUTI, NON IMPORTA L’ETNIA DI APPARTENENZA.
    5. è molto facile parlare quando non si ha il "polso" della situazione territoriale, noi non facciamo polemiche e non ne vogliamo anzi, quindi se il signor "Bresciano" ha voglia di dedicare parte del suo tempo libero al volontariato come facciamo tutti noi ci contatti che è il benvenuto.
    [email protected]
    Comitato Quartiere sicuro

  7. @Cristian:
    zona in cui non si rispettano i diritti dei cittadini, noi non siamo tantissimi ma se si puo’ dare una mano lo facciamo volentieri, le chiedo di segnalarmi il tutto via email se possibile a questo indirizzo: [email protected]

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome