Bosco Stella, Legambiente: “I comuni acquistino l’area per bloccare la discarica”

    0

    Come impedire la realizzazione della discarica di Bosco Stella? Secondo Legambiente i comuni di Castegnato, Paderno Franciacorta e Ospitaletto dovrebbero acquistare i 20 ettari della cava Bettoni sui quali dovrebbe appunto sorgere la discarica. Un’operazione che – secondo gli ambientalisti – avrebbe un costo limitato (60 mila euro). I sindaci dei tre comuni non sembrano però convinti che questa sia la strada giusta, Anzi, dalle pagine di Bresciaoggi, Giuselle Orizio – primo cittadino di Castegnato – spiega “quell’area privata non è dismessa ma è ancora produttiva. Ci lavoreranno fino al 2015 e quindi è impossibile andare a espropriarla. Secondo: il prezzo non sarebbe certamente di 60 mila euro, ma molto superiore”. La strada per bloccare l’apertura della discarica A2A da 4 milioni di mc sarebbe invece un’altra, cambiando la destinazione d’uso dell’area a zona sportiva, per il tempo libero e a recupero ambientale”. LA domanda per aprire la discarica è però stata fatta prima del 2008 e sarà quindi la Regione ad avere l’ultima parola.  

    close
    La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

    Comments

    comments

    Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

    Per favore lascia il tuo commento
    Per favore inserisci qui il tuo nome