Tremosine, sindaco Ardigò: prescrizione del reato di diffamazione, resta il danno

0

(a.c.) Abuso d’ufficio diffamazione dei confronti del resposabile della locale stazione del corpo forestale dello Stato, il trentino Adriano Banal. I fatti che vedono imputato il sindaco di Tremosine Diego Ardigò, che nel frattempo ha dovuto fare i conti con altre vicende giudiziarie, risalgono ai primi anni del duemila. A distanza di tanto tempo Banal è andato in pensione, e ieri, dopo l’assoluzione per il reato di abuso d’ufficio e la condanna in primo grado per diffamazione (6 mesi, ma il reato è caduto in prescrizione) il giudice ha stabilito che il risarcimento, 15 mila euro, va comunque versato. Tutto ebbe origine da lettere che Ardigò spedì a un ministro del tempo, alla direzione del corpo forestale e all’allora consigliere regionale Franco Nicoli Cristiani, lettere che diffamarono Adriano Banal.

close
La newsletter di prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome