Operazione “Sprinter”, rubavano furgoni a Brescia per piazzarli sul mercato nero in Ucraina

0

Dopo un anno di indagini, la di frontiera – Settore di Trieste è riuscita ad assicurare alla la banda degli “Sprinter” , dal nome dei furgoni che i malviventi, ucraini e moldavi, rubavano in territorio bresciano e milanese per poi trasportarli in Ucraina dove li smembravano per rivendere i pezzi sul mercato nero. Si è conclusa con una decina di arresti l’operazione “Sprinter” che, oltre alla Polizia di Frontiera di Trieste, ha coinvolto anche gli altri nuclei di polizia territoriale, tra cui anche quelle bresciane. Gli  agenti hanno iniziato le indagini dopo aver fermato un cittadino per un controllo un 26enne cittadino ucraino diretto verso il confine alla guida di un furgone Mercedes Sprinter, intestato ad una ditta di Brescia e risultato rubato poche ore prima. Da lì le indagini e la ricostruzione dell’azione malavitosa. Oltre agli otto furgoni recuperati, l’operazione sprinter ha portato al ritrovamento di altro materiale frutto di attività illecita, tra cui tre biciclette e un motore marino, oltre a numerosi capi di abbigliamento rubati nel mese di gennaio da un di abbigliamento sportivo di Chiari

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome