Statale 39 dell’Aprica, abbattuto l’ultimo fronte della galleria ‘Corteno Golgi’

0

’ stato abbattuto oggi – con l’ausilio di un demolitore meccanico – l’ultimo fronte della galleria ‘Corteno Golgi’, realizzata nell’ambito dei lavori di sistemazione e allargamento della strada statale 39 "dell’” tra i Comuni di Corteno Golgi ed Edolo, in di Brescia.

"Al termine dei lavori – ha affermato l’Amministratore unico dell’Anas Pietro Ciucci -, la nuova galleria, che fa parte dell’intervento di sistemazione e allargamento della strada statale 39, consentirà di migliorare notevolmente la circolazione, soprattutto per i mezzi pesanti che percorrono questo tratto di strada che rappresenta l’unico collegamento diretto tra la Valtellina e la Valcamonica".

Il tunnel è stato realizzato mediante scavo – dall’imbocco lato sud (Edolo) – con utilizzo di micro-cariche con inneschi tecnicamente detti ‘ritardati’, utilizzati per contenere il livello delle vibrazioni indotte nell’ammasso roccioso e salvaguardare così l’integrità degli edifici civili situati a breve distanza dall’asse della galleria.

Il tunnel ‘Corteno Golgi’ ha una lunghezza complessiva di 220 metri, compresi i due imbocchi artificiali, uno lato Edolo e l’altro lato Aprica della lunghezza di 5 metri ciascuno. La sede stradale interna è formata da due corsie di 3,50 metri ciascuna e da due banchine di 1 metro e 25 per un totale di 9,50 metri.

Il costo complessivo della galleria ‘Corteno Golgi’ è di circa 3 milioni e 600 mila euro.

"Di questo intervento lungo oltre 2 km – ha concluso Pietro Ciucci – fanno parte anche il ponte sul torrente ‘Ogliolo’, che collega la frazione Pisogneto con la strada statale 39 e che è stato già aperto al traffico lo scorso 1° dicembre, e altre due opere fondamentali: la galleria ‘San Sebastiano’ e il ponte sul torrente omonimo, per un investimento complessivo di Anas di oltre 16 milioni di euro".

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome