Agnosine, bracconiere recidivo nella rete della Forestale

3

Nuovi guai per un bracconiere bresciano, che soltanto la scorsa settimana era stato pizzicato dal Corpo forestale per aver disteso una maxirete di circa 600 metri per la cattura illegale di a Fontanino di Agnosine. A pochi giorni di distanza, l’uomo – con diversi precedenti simili – è tornato in azione. Stavolta il corpo venatorio gli ha sequestrato un roccolo abusivo a Sopralino di Agnosine, in cui erano utilizzati richiami vivi con specie protette (ventritre fringuelli, sei cesene, due tordi bottacci, due sasselli), trovandogli poi nell’ ben 890 cartucce ad uso venatorio. Immediato il deferimento per aver violato le normative che regolano la caccia e detenzione di senza regolare autorizzazione.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e , sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

3 Commenti

  1. Proporrei per questo cacciatore l’Ucciardone per 2 anni più altri 5 per campo riabilitativo ecologico in paese civile

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome