“L’arte del bianco e nero”. Da domenica la personale di Piero Gerelli

0

Primo impegno dell’anno solare per il "Gruppo Fotografico Bagnolese" che, in collaborazione con al FIAF (federazione Italiana Associazione Fotografiche), l’Assessorato alla cultura dell’Amministrazione comunale di Bagnolo Mella la locale biblioteca organizza nella Galleria di palazzo Bertazzoli (via XXVI Aprile, 48) la mostra personale di Piero Gerelli intitolata "L’arte del bianco e nero".

Saranno in esposizione centotrenta scatti, rigorosamente in bianco e nero, di quello che viene da molti considerato un elemento della storia della fotografia bresciana a partire dalla metà del novecento. Piero Gerelli, bresciano doc classe 1921, dopo aver mosso i primi passi negli anni ’50, ha iniziato a fotografare nel 1964. Dopo numerosi successi in concorsi e mostre nazionali ed internazionali nel 1972 gli viene conferita l’onorIficenza AFIAP (Artista della Federazione Internazione dell’Arte Fotografica). Da sempre cultore del bianco e nero, ancora oggi sviluppa i suoi nella propria camera oscura inserita in un minuscolo laboratorio, a vinto più di centro premi in concorsi italiani ed a carattere europeo e mondiale, a cui si aggiungono i numerosissimi premi ottenuti nella provincia di Brescia di cui è un attento lettore della realtà quotidiana. Sensibile paesaggista, negli ultimi anni è diventato uno dei principali interpreti dell’arte all’infrarosso da lui trattati con grande maestria.

La mostra sarà inaugurata Domenica 25 marzo alle ore 11,00 e si potrà visitare (ingresso libero) fino a Sabato 7 aprile il martedì e giovedì dalle 20.30 alle 22.30, il sabato dalle 15.00 alle 18.00, la domenica e festivi dalle 10.00 alle 12.00 e dalle 15.00 alle 18.00.

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome