Quote latte, nella stagione 2012-13 più produzione regionale

0

Lombardia ha ultimato pochi giorni fa la spedizione delle comunicazioni che certificano la quota spettante a ciascuna azienda agricola produttrice di latte per la stagione 2012/2013. Partite ufficialmente le lettere raccomandate, la Direzione Generale Agricoltura tira le somme: a decorrere dal 1 aprile, saranno 6.203 gli imprenditori del latte che potranno produrre fino a 44.278.683 quintali. Cifra che rappresenta il totale delle quote tra regime delle consegne e vendite dirette. "Il regime delle vendite dirette, cioè dei produttori che trasformano e vendono direttamente il latte – spiega l’assessore all’agricoltura Giulio De Capitani – incide in valori percentuali molto limitati sul totale, ma rappresenta una realtà produttiva peculiare del nostro arco alpino, capace di esprimere livelli qualitativi molto alti". Nel corso della campagna, le aziende potranno avvalersi della facoltà di affittare nuove quote da altre regioni, se disponibili sul mercato, per acquisire il diritto a produrre più latte. "Il confronto con i dati della campagna precedente – precisa De Capitani – evidenzia un lieve calo nel numero complessivo delle aziende, che passano da 6.372 a 6.203. Cresce invece la quota complessiva a disposizione, che aumenta di oltre 500mila quintali". "Con 44 milioni di quintali – conclude l’assessore – la Lombardia conferma il proprio primato nella produzione di latte, sfiorando il 40% della quota nazionale".

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome