“Tocio” questa volta finisce in cella: condannato a 8 anni

0

(a.c.) Tifoso del Brescia da una vita. Anzi: ultras. D’ora in poi, almeno per un bel po’ di anni, dovrà seguire le partite della Leonessa dalla tv del carcere. Un paio di giorni fa i poliziotti della squadra mobile di Brescia si sono recati presso la sua abitazione di via Michelangelo a San Polo e l’hanno prelevato, conducendolo in Questura. Certamente lui, "Tocio" per gli tutti i compagni ultras, Giorgio Fiasconaro all’anagrafe, non se l’aspettava, pensava a una semplice "notifica", o a un controllo. Invece a causa di un arresto per spaccio avvenuto circa un anno fa, le sue precedenti condanne si sono sommate tra loro e, perdendo i benefici di legge, hanno portato a un cumulo di pena da scontare che arriva a 8 anni e 5 mesi.

IN passato "Tocio" fu coinvolto in un episodio di danneggiamento di un autogrill al ritorno da una trasferta a Terni con gli ultras, e per questo fu sottoposto a "Daspo". Da allora, per alcuni anni, anziché andare al Rigamonti aveva l’obbligo di recarsi in Questura per la firma. I problemi legati al tifo non si sono più ripresentati, sono subentrati però quelli della droga.  

 

close
La newsletter di BsNews prevede l'invio di notizie su Brescia e provincia, sulle attività del sito e sui partner. Manteniamo i tuoi dati privati e li condividiamo solo con terze parti necessarie per l'erogazione dei servizi. Per maggiori informazioni, consulta la nostra Privacy Policy, che trovi in fondo alla home page.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome