Carabinieri nella sede della Provincia: sequestrati computer e documenti

7

(a.c.) Una perquisizione in piena regola, con tanto di sequestro di computer e cartelle piene di documenti: ieri mattina l’ufficio provinciale dell’Assessorato ai Lavori Pubblici è stato preso di mira dai carabinieri del Noe.

Di prima mattina alcuni militari hanno bussato alla porta dell’ufficio in piazza Tebaldo Brusato chiedendo di poter prendere visione di una serie di documenti, poi prelevati. L’operazione fa parte dell’ormai nota vicenda dei presunti smaltimenti illeciti di rifiuti pericolosi utilizzati come riempimento nei lavori di realizzazione di strade, più o meno ciò che è costato l’arresto per presunte tangenti all’ex assessore regionale , ora ai domiciliari. Ma non solo: per quanto riguarda un filone dell’inchiesta, è finita sotto osservazione l’operazione di assegnazione dei lavori per la sistemazione di una strada nel 2009, un tratto della Sp IX (Brescia-Quinzano). L’appalto, per un importo di 100mila euro circa, fu assegnato ad una ditta camuna con sede a Sonico.

Quattro gli avvisi di garanzia, per turbativa d´asta, falso e abuso in atti di ufficio. L’assessore Maria Teresa Vivaldini si dice tranquilla e serena per l’esito dell’indagine. Nel 2009, ricordiamolo, il suo ruolo di assessore era occupato da Mauro Parolini.

Comments

comments

7 Commenti

  1. Si è aperto lo sparagli al ciellino?
    Nessun politico ciellino (ammesso che la definizione sia corretta) indagato o avvisato nella vicenda.

  2. Pregasi informare i lettori sui nomi dei destinatari dei quattro avvisi di garanzia e su quali documenti, dopo averne presa visione, siano stati poi sequestrati dalle forze dell’ordine. Grazie.

  3. Scusate lo sfogo dettato dall’amarezza ma per me i Carabinieri potevano restare in Provincia ( e non solo ) e insediarsi con pieni poteri. Come normale cittadino mi sentirei meglio governato da una Istituzione onesta, seria e professionale come è l’Arma. Non ne possiamo più del marcio che incessantemente esce dal mondo della politica ad ogni livello. La mia è una provocazione ma guardiamoci intorno : possiamo avere ancora fiducia nei politici ? Per quanto tempo possiamo ancora affidare a questa oramai impresentabile classe politica italiana il governo e l’amministrazione ? Leggiamo in Italia di tangenti, abusi, falsi, concussioni, corruzioni, enormi somme di denaro pubblico sperperate o sottratte, evasione e frode fiscale, appropriazione indebita, capitali all’estero : ma di chi stiamo parlando ? Scusate, mi viene il vomito.

  4. Non ne possiamo più.
    Condivido in pieno. Non so se andrò a votare l’anno prossimo. E se ci andrò sarà sicuramente per votare Grillo. Dicono che è l’antipolitica? Balle. Cosa è la politica se non la partecipazione? Lui, e i tanti ragazzi che lo seguono, partecipano, si danno da fare, si informano, utilizzano internet, hanno idee nuove, e soprattutto non sono politici di professione. Mi basta questo

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome