Ballottaggio a Palazzolo, Romele Gelmini e Beccalossi a sostegno di Alessandro Sala

0
Il consigliere regionale Alessandro Sala
Il consigliere regionale Alessandro Sala

“Giuseppe Romele, vice Presidente della Provincia di Brescia, unitamente a tanti amici ed in particolare alle colleghe Maria Stella Gelmini e Viviana Beccalossi e a numerosi Consiglieri e Assessori della Provincia di Brescia del Gruppo Pdl si esprimono, nel turno di ballottaggio del 20 e 21 maggio 2012, a favore del candidato sindaco al Comune di Palazzolo sull’Oglio ”. E’ quanto si legge in una nota diffusa oggi dall’on. Romele. “Questi  amici – porsegue la nota –  si augurano che Alessandro, in qualità di Sindaco, sia interprete e  sostenitore dei valori legati alla famiglia, alle categorie più deboli, alle piccole e medie imprese ed al mondo del lavoro in generale. Si augurano inoltre che sia capace di recuperare i rapporti di vera collaborazione  all’interno delle  forze politiche , superando eventuali incomprensioni , nello spirito e nell’interesse di tutta la Comunità Palazzolese”.

 

Comments

comments

1 COMMENT

  1. Ecco il bello delle storie, prima attaccano il Sala,lo fanno addirittura fuori dalla Provincia e dal Comune ed ora gli fanno i tappeti rossi-azzurri……. ..ma che razza di politici sono ???sono quelli che vanno sempre con chi vince !!!!senza guardare i valori che portano i veri uomini come il Sala che ci ha messo la faccia ..contro il suo stesso partito e spendendosi per dei valori

  2. una classe dirigente così il Pdl non se la meritava, Romele,Gelmini e Beccalossi fanno il gioco che hanno sempre fatto rincorrere chi ha vinto. Ecco perchè il Pdl è allo sfascio ed ecco perchè uomini come il Sala valgono, e hanno bisogno del nostro sostegno.

  3. Quello di Palazzolo e di Sala è uno dei tanti esempi, che si stanno allargando a macchia d’olio nel Paese, di cittadini che rifiutano le logiche spartitorie e di bandiera imposte dai partiti e che dediderano semplicemente essere governati da chi questo mestiere lo faccia con serietà ed attenzione ai bisogni effettivi delle comunità locali. Niente di più e niente di meno.

  4. In Italia come in cualsiasi posto del mondo,si pensa solo a spartire.
    I grandi DITTATORI hanno tenuto quasi tutto per se,anche il nostro caro (Berlusconi)non è stato di meno, e la nostra natura umana che ci porta ad’essere egoisti,aproffitator i dell’occasioni.
    A parte di alqune categorie che sono considerati fessi,e questi sono i galantuomini che rinnunciano
    in nome dell’onore,della dignità che pultroppo ci hanno fatto perdere questi politici di mer…paapara
    pa! e questo e quasi tutto. Antonio Bonario

  5. In Italia come in cualsiasi posto del mondo,si pensa solo a spartire.
    I grandi DITTATORI hanno tenuto quasi tutto per se,anche il nostro caro (Berlusconi)non è stato di meno, e la nostra natura umana che ci porta ad\’essere egoisti,aproffitator i dell\’occasioni.
    A parte di alqune categorie che sono considerati fessi,e questi sono i galantuomini che rinnunciano
    in nome dell\’onore,della dignità che pultroppo ci hanno fatto perdere questi politici di mer…paapara
    pa! e questo e quasi tutto. Antonio Bonario

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome