Turista tedesco disperso nelle acque: le ricerche proseguono, senza esito

0

(a.c.) Ormai sono venti i giorni di ricerca ininterrotta del corpo di Peter Lager, il turista 65enne di Erlagen, in Baviera, inghiottito dalle acque assieme a due amici mentre, fuori in barca a vela, è stato investito da un temporale.

Ogni giorno, da mattina a sera, i scandagliano tratti del fondale tra Moniga e Punta San Vigilio, per ora senza esito. Dopo il ritrovamento delle prime due salme (di Georg Guetlein e Imsel Reinhard) è davvero arduo comprendere perché la terza non si trova, seppur il fondale (a una profondità variabile tra i 165 e i 180 metri) sia stato controllato palmo a palmo, e scandagliato grazie al supporto di uno sonar. Si tratta di un lavoro difficile, ma i Volontari sono determinati a ritrovare il corpo da consegnare alla famiglia di Peter.

Comments

comments

Lascia una risposta (la prima volta la redazione deve accettarla)

Per favore lascia il tuo commento
Per favore inserisci qui il tuo nome